HOME - Approfondimenti
 
 
24 Luglio 2020

La malattia parodontale aumenta il rischio di cancro gastrico ed esofageo

I ricercatori hanno esaminato l'associazione tra malattia parodontale e perdita dei denti e il rischio di cancro esofageo e gastrico


Le persone che hanno una malattia parodontale possono essere a rischio più elevato di sviluppare cancro esofageo e gastrico, secondo una lettera di ricerca pubblicata su Gut.

"Gli studi precedenti sulla relazione tra malattia parodontale, perdita dei denti e carcinoma esofageo e gastrico sono stati incoerenti. Per questo abbiamo voluto approfondire la questione" spiega Chun-Han Lo, della Harvard T.H. Chan School of Public Health, a Boston, che ha diretto il gruppo di lavoro. 

I ricercatori hanno esaminato l'associazione tra malattia parodontale e perdita dei denti e il rischio di cancro esofageo e gastrico in 98.459 donne partecipanti al Nurses' Health Study e 49.685 uomini partecipanti allo Health Professionals Follow-up Study. I problemi dentali, i dati demografici, lo stile di vita e la dieta sono stati valutati usando questionari di follow-up e la diagnosi di cancro auto-segnalata è stata confermata tramite le cartelle cliniche. In 22-28 anni di follow-up sono stati registrati 199 casi di carcinoma esofageo e 238 casi di carcinoma gastrico.

Una storia di malattia parodontale è stata associata a un rischio aumentato del 43% di carcinoma esofageo e del 52% di carcinoma gastrico. Rispetto alle persone senza perdita dei denti, i rischi di cancro esofageo e gastrico per coloro che avevano perso due o più denti sono stati rispettivamente del 42% e del 33%. Inoltre, tra gli individui con una storia di malattia parodontale, le persone senza perdita dei denti e quelle con perdita di uno o più denti erano a rischio aumentato del 59% di cancro esofageo rispetto agli individui senza storia di malattia parodontale e con perdita dei denti.

Nello stesso gruppo di individui sono stati registrati aumenti del 50% e del 68%, rispettivamente, di cancro gastrico. Gli autori suggeriscono che in questa associazione possano essere implicati i batteri orali, e che prove di altri studi suggeriscono che la Tannerella forsythia e la Porphyromonas gingivalis, noti patogeni che causano parodontite, siano associati alla presenza o al rischio di cancro esofageo. Un'altra possibile ragione è che la scarsa igiene orale e la malattia parodontale potrebbero favorire la formazione di nitrosammine endogene, già note come causa di cancro.

"Saranno necessari ulteriori studi prospettici che valutino direttamente il microbioma orale per identificare specifici batteri orali responsabili di questa relazione" concludono gli autori. 

Per approfondire
Gut 2020. Periodontal disease, tooth loss, and risk of oesophageal and gastric adenocarcinoma: a prospective study

_______________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

SIdP pubblica un Consensus sulla corretta strategia di screening odontoiatrico nei pazienti con patologie cardiovascolari. Ne abbiamo parlato con il presidente Landi


Negli ultimi decenni, i concentrati piastrinici (PC) ottenuti da prelievi di sangue autogeno sono emersi come potenziali biomateriali rigenerativi; tra questi si annoverano il...

di Lara Figini


Da un gruppo di ricercatori italiani l’ipotesi della correlazione tra parodontite e evoluzione clinica da Covid-19

di Lara Figini


Utilizzando le interleuchine low dose SKA è possibile ripristinare l’omeostasi immunitaria e controllare i processi infiammatori cronici, come quelli che si osservano...


Il seminario mondiale 2017 sulla classificazione della malattia parodontale e delle condizioni perimplantari ha raccomandato l’adozione del termine “fenotipo parodontale”...

di Lara Figini


Altri Articoli

DiDomenica     02 Agosto 2020

Quando vi serve, noi ci siamo

Attraverso il DiDomenica prima della chiusura estiva e quello di fine anno, solitamente cerchiamo di fare dei bilanci sul periodo che si conclude. Ovviamente questa volta non mi...

di Norberto Maccagno


Dal COI corso FAD da 50 crediti per Odontoiatri, Igienisti, Medici di medicina generale, Pediatri, Geriatri, Psicologi, Neurologi, Otorinolaringoiatri, Infermieri


L’Agenzia delle Entrate indica come comportarsi se il paziente utilizza App che sostituiscono nel pagamento il Pos o la carta di credito


La proroga dell’emergenza penalizza il mondo della formazione, le preoccupazioni di Federcongressi e ECM Quality Network


Savini: “evitano il peggio. Grazie al lavoro di AIO ed ANDI state cassate norme che altrimenti avrebbero imposto adempimenti gravosi agli Odontoiatri”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


28 Luglio 2020
Vendo attrezzatura completa per studio odontoiatrico

Vendo attrezzatura completa per ambulatorio odontoiatrico a Santarcangelo di Romagna (Rimini): riunito OMS in ottimo stato, separatore amalgama, compressore e pompa aspirazione, 2 mobili componibili, 2 servomobili, radiologico NOVAXA con testata DE GOTZEN, autoclave TECNO-GAZ classe B con stampante, sigillatrice MELAG, lampada fotopolimerizzante, 4 plafoniere con neon, strumenti per chirurgia orale, conservativa ecc in ottime condizioni. Tutto a norma CE. E 3000,00 COMPRESO SMONTAGGIO E IMBALLAGGIO. Foto inviabili. Per informazioni telefonare a Ricardo 347/4120042 (email: ricardo.ricci@email.it).

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Paziente o cliente, il punto di vista del dentista e del u201cconsumatoreu201d