HOME - Approfondimenti
 
 
29 Luglio 2020

I dentisti spagnoli possono prescrivere i test diagnostici per individuare COVID-19

Potranno essee prescritti sia precedentemente all’atto chirurgico, sia a quei pazienti che possono essere sospettati di infezione

Lorena Origo

Con l’ordinanza SND/344/2020 del 13 aprile, il Ministero della Salute spagnolo ha stabilito che la prescrizione per l’esecuzione di test diagnostici per il rilevamento di COVID-19 deve essere fatta da un medico.

D’altra parte, nei documenti pubblicati e aggiornati dal suddetto Ministero – in riferimento alle istruzioni per l’esecuzione di test diagnostici per l’individuazione di COVID-19, nonché alla strategia di diagnosi, sorveglianza e controllo di questa malattia – si stabilisce come obiettivo primario il controllo della trasmissione della malattia e la diagnosi precoce dei casi sospetti, insistendo sul fatto che le indagini necessarie devono essere effettuata mediante PCR, secondo i criteri emanati dalla massima autorità sanitaria del paese.

In conformità con i protocolli attualmente seguiti nei centri ospedalieri del paese, prima di qualsiasi procedura interventistica programmata in un paziente deve essere eseguita la PCR. I dentisti eseguono regolarmente interventi chirurgici, quindi il Ministero ritiene essenziale che in qualità di medici essi prescrivano questo test, sia precedentemente all’atto chirurgico, sia in quei pazienti che possono essere sospettati di infezione, come misura di prevenzione per minimizzare ulteriormente i rischi di contagio, tenendo conto degli attuali focolai e che un gran numero di soggetti infetti è asintomatico.

La Presidenza del Consiglio Generale dei Dentisti ha fatto varie consultazioni in materia, trovando conferma del fatto che i dentisti sono pienamente qualificati per prescrivere tutti i test diagnostici ritenuti pertinenti per il rilevamento dell'infezione da SARS-CoV-2, inclusa la PCR.

Si tratta di una questione della massima importanza per la professionale poiché, oltre a esercitare l’attività professionale con le massime garanzie di sicurezza sia per i dentisti stessi che per i pazienti e il personale ausiliario, in questo delicato momento ciò riconosce il ruolo importante della categoria all’interno della rete nazionale di sorveglianza epidemiologica nella catena di diagnosi precoce e controllo della pandemia.

È importante sottolineare che i test diagnostici prescritti devono essere eseguiti in laboratori clinici autorizzati a questo scopo. Trattandosi di una malattia soggetta a notifica, i Centri sono tenuti a informare l’autorità sanitaria competente sui casi di COVID-19 confermati dopo l’effettuazione dei test diagnostici.

Infine, il Ministero della Salute ha confermato nel documento tecnico “Istruzioni sullo svolgimento di test diagnostici per la rilevazione di COVID-19”, aggiornato il 30 giugno, che gli esami basati sulla rilevazione rapida di antigeni e anticorpi non sono considerati adeguati per la diagnosi di infezione acuta.

_______________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

SIdP pubblica un Consensus sulla corretta strategia di screening odontoiatrico nei pazienti con patologie cardiovascolari. Ne abbiamo parlato con il presidente Landi


Il comparto della formazione cerca di tornare alla normalità ed intanto la Commissione ECM approva ulteriori novità. Il presidente Nisio fa il punto


I ricercatori hanno esaminato l'associazione tra malattia parodontale e perdita dei denti e il rischio di cancro esofageo e gastrico


Può ridurre del 40% l’infiammazione. Le 7 ‘pillole’ di self care per la salute di denti e gengive da trasferire ai propri pazienti


Il dato emerge dal Rapporto "Impatto dell'epidemia Covid-19 sulla mortalità" di Istat e Iss


Altri Articoli

DiDomenica     02 Agosto 2020

Quando vi serve, noi ci siamo

Attraverso il DiDomenica prima della chiusura estiva e quello di fine anno, solitamente cerchiamo di fare dei bilanci sul periodo che si conclude. Ovviamente questa volta non mi...

di Norberto Maccagno


Dal COI corso FAD da 50 crediti per Odontoiatri, Igienisti, Medici di medicina generale, Pediatri, Geriatri, Psicologi, Neurologi, Otorinolaringoiatri, Infermieri


L’Agenzia delle Entrate indica come comportarsi se il paziente utilizza App che sostituiscono nel pagamento il Pos o la carta di credito


La proroga dell’emergenza penalizza il mondo della formazione, le preoccupazioni di Federcongressi e ECM Quality Network


Savini: “evitano il peggio. Grazie al lavoro di AIO ed ANDI state cassate norme che altrimenti avrebbero imposto adempimenti gravosi agli Odontoiatri”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


28 Luglio 2020
Vendo attrezzatura completa per studio odontoiatrico

Vendo attrezzatura completa per ambulatorio odontoiatrico a Santarcangelo di Romagna (Rimini): riunito OMS in ottimo stato, separatore amalgama, compressore e pompa aspirazione, 2 mobili componibili, 2 servomobili, radiologico NOVAXA con testata DE GOTZEN, autoclave TECNO-GAZ classe B con stampante, sigillatrice MELAG, lampada fotopolimerizzante, 4 plafoniere con neon, strumenti per chirurgia orale, conservativa ecc in ottime condizioni. Tutto a norma CE. E 3000,00 COMPRESO SMONTAGGIO E IMBALLAGGIO. Foto inviabili. Per informazioni telefonare a Ricardo 347/4120042 (email: ricardo.ricci@email.it).

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Paziente o cliente, il punto di vista del dentista e del u201cconsumatoreu201d