HOME - Approfondimenti
 
 
17 Settembre 2020

ENPAM: le scadenze per liberi professionisti e società odontoiatriche

I liberi professionisti devono indicare il reddito annuo conseguito nel 2019. Le Società devono versare lo 0,5% del fatturato, oltre 4milioni di euro quanto versato lo scorso anno

Norberto Maccagno

L’Ente previdenziale di medici e dentisti chiama, ed entro il 30 settembre gli iscritti alla Quota B, ma anche le società odontoiatriche, dovranno rispondere. Se la scadenza è la stessa gli adempimenti sono diversi ma altrettanto importanti. 

Società odontoiatriche 

Per il secondo anno, le Società odontoiatriche devono versare lo 0,5% del fatturato ad ENPAM alla gestione Quota “B” come previsto dal l'art. 1, comma 442, della legge di bilancio 2018. 

Le società tenute a versare il contributo, secondo l’interpretazione di ENPAM fornita lo scorso anno, sono “le società in qualunque forma costituite e, pertanto, le società di persone (società semplici, società in nome collettivo, società in accomandita semplice), quelle di capitali (società per azioni, società in accomandita per azioni, società a responsabilità limitata), nonché le società cooperative e mutue assicuratrici.  Sono escluse le StP e gli studi associati. 

Per quanto riguarda il fatturato da considerare, sul quale calcolare lo 0,5% da versare, questo dovrà essere quello riferito al 2019 per le sole prestazioni odontoiatriche di cui all'art. 2 della legge n. 409/1985. (a questo link un nostro approfondimento normativo

Secondo quanto riferito ad Odontoiatria33 da ENPAM, al 31 dicembre 2019 hanno versato il contributo 2.420 società per un totale di 4.672.736 euro.

Difficile capire con precisione quale sia il numero delle società interessate dall’obbligo contributivo, stando alla ricerca di Odontoiatria33 presso le Camere di Commercio le società attive iscritte con il codice ATECO 86.23 erano a giugno 2020 5.882 di cui poco meno di 600 StP.

L’Agenzia delle Entrate, nel rapporto sugli studi di settore degli studi odontoiatrici, al 31 dicembre 2019 (redditi 2018), indica in 2.745 le società di capitale attive.  

Per effettuare il versamento la Società deve entrare nell’area riservata del sito ENPAM (se già registrati) ed effettuare la dichiarazione per ottenere gli estremi per effettuare il pagamento. E’ possibile, in alternativa, scaricare un modulo da inviare ad EMPAM, a questo link informazioni e modulistica. Nelle scorse settimane ENPAM ha inviato alle società censite una informativa ricordando la scadenza e le modalità per effettuare il versamento.

Per le società che verseranno oltre la scadenza (30 settembre) saranno soggette alle sanzioni previste in base all’articolo 116, commi 8 e seguenti della legge n. 388 del 23 dicembre 2000: ovvero (il calcolo è un po’ più complicato) il 5% annuo dell’importo dovuto ma non oltre il 40% totale. 

Il contributo, aveva spiegato ad Odontoaitria33 il Vice presidente ENPAM Giampiero Malagnino viene destinato per finanziare le spese del Fondo dei liberi professionisti portando un risparmio ai singoli contribuenti.   


Professionisti e dichiarazione reddito 2019 

Per via della pandemia, la scadenza che solitamente era prevista per il 31 luglio è stata posticipata al 30 settembre. Entro questa data i liberi professionisti iscritti al fondo Quota “B” dovranno compilare il modello “D” indicando il reddito prodotto nel 2019 da lavoro professionale. 

Per chi non effettua l’invio entro la scadenza indicata scatta una sanzione di 120 euro.     

_____________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

In attesa dell’approvazione definitiva, ed il conseguente rimborso delle ritenute versate agli iscritti, AIO ed ANDI plaudono la decisone del Parlamento


Non saranno tassati gli aiuti Covid attivati dall’ENPAM. Oliveti: il Parlamento ha fatto giustizia, non aveva senso che i professionisti in difficoltà pagassero le tasse sugli aiuti


Cambia il meccanismo per ricevere la pensione supplementare per i pensionati che lavorano come professionisti 


Imposta dal Governo Monti, ecco quanto ha inciso sui bilanci dei contribuenti la riforma del sistema contributivo


Approvato il bilancio preventivo. Oliveti annuncia possibili nuovi interventi Covid a sostegno di medici e dentisti danneggiati


Altri Articoli

Aziende     15 Gennaio 2021

Il 2021 visto dal Phibo

L’odontoiatria digitale, le nuove acquisizioni, il CEO ed il Direttore dell'Innovazione del  Gruppo Phibo svelano i progetti futuri


Vietato uscire dalle regioni anche se in zona gialla fino al 5 marzo. Nei prossimi giorni altro DPCM con ulteriori restrizioni


Pollifrone (CAO Roma): ora oltre medici, odontoiatri e igienisti dentali liberi professionisti si deve garantire la vaccinazione anche a tutto il personale di studio


Il Ministero della Salute rivaluta la misura compensativa, così come richiesto dal TAR del Lazio. Le indicazioni della Commissione Albo Nazionale degli Igienisti Dentali


63 mila gli iscritti, il 64%% ha più di 50 anni. Tra gli under 34, le donne sono il 44% del totale


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta