HOME - Approfondimenti
 
 
06 Ottobre 2020

La corretta postura per l’ASO, e gli errori da non fare

Lavorare seguendo posture corrette, eseguendo esercizi fisici durante il giorno consenti di prevenire acciacchi e problemi scheletrici. Scarica il capito specifico del Manuale ASO della dott.ssa Ardizzone 


Immagine di repertorio pre CovidImmagine di repertorio pre Covid

La sentenza, positiva, per l’ASO che ha vinto la causa conto l’INAIL ottenendo lo stato di malattia professionale per i problemi alla schiena dovuti, ha sentenziato il giudice, alle ore di lavoro passate in studio.

Il prof. Carlo Guastmacchia, che da sempre invita ASO, Odontoiatri ed Igienisti dentali, dalle pagine di Odontoaitria33 ha ricordato che se l’ASO avesse mantenuto posture corrette il problema non sarebbe sorto. 

Sulla stessa linea è la dott.ssa Maria Gaggiani, anche lei da sempre impegnata a formare le ASO, che sottolinea come, probabilmente, quella sentenza è figlia di un modo di intendere la professione passato, sia dal punto di vista dell’ASO stessa che del datore di lavoro. 

Oggi –dice la dott.ssa Gaggiani- la qualifica di ASO si ottiene con l’esperienza e la formazione e definisce una responsabilità nuova basata sulla conoscenza e competenza che questo ruolo ha nei confronti di se stesso e dello studio dove lavora. Posso pensare che negli anni questa ASO, come tante altre purtroppo,  abbia avuto timori, preoccupazioni reverenziali e abbia considerato poco motivata una richiesta di miglioramento delle condizioni di lavoro. Ora no, non succederà più perché l’ASO oggi conosce, ha studiato, ha acquisito competenze tali da poter sostenere e motivare le proprie richieste, anzi ha la responsabilità e il dovere di dare un contributo costruttivo allo sviluppo dello studio. La qualificazione non è un “pezzo di carta” è una responsabilità precisa, potrei dire un obbligo morale, ad affrontare un ruolo e un lavoro con la consapevolezza del rispetto verso se stessi e verso il lavoro degli altri. Una delle motivazioni espresse nel DPCM del 2018 è l’esigenza di definire le competenze, le attività e la formazione di una figura di interesse sanitario operante in ambito odontoiatrico e riconosciuta su tutto il territorio della nazione. Conoscenza, competenza, capacità saranno il biglietto da visita dell’ASO, certo ci vorrà tanto impegno e determinazione”. 


La corretta postura 

Ad indicarci quale sia la corretta postura è la dott.ssa Viviana Cortese Ardizzone, attraverso il suo Manuale per ASO (pubblicato da EDRA) utilizzato come testo nelle principali scuole per la formazione delle ASO.

L’acquisizione della capacità di mantenere una postura di lavoro corretta e un requisito indispensabile, che deve assolutamente precedere l’acquisizione della competenza strumentale, in quanto il corretto posizionamento operatore/paziente è la premessa per migliorare il livello qualitativo della performance e favorire il benessere dell’operatore”, scrive la dott.ssa ArdizzonePer ottenere questo, ricorda l’autrice, "rivestono particolare importanza anche le attrezzature odontoiatriche loro disegno gli strumenti, i materiali è un addestramento specifico degli operatori. Non ultimo per importanza esercizio fisico nella settimana lavorativa per garantire un buon tono muscolare nell’esecuzione di ogni strumentazione dalla più semplice alla più complessa”. 

E per fare questo la dott.ssa Ardizzone consiglia tutta una serie di accorgimenti, esempi ed esercizi che gli abbonati ad Odontoiatria33 potranno leggere nel capitolo scaricabile al link sotto.   



Articoli correlati

Abbondanza (Idea), gravissima la decisione di alcune Regioni di vaccinare gli odontoiatri e non gli ASO, serve uniformità di comportamento in tutta Italia


Convocata una nuova riunione per definire le modifiche al testo del Decreto sul profilo ASO per rimediare alle criticità emerse in fase di applicazione di quanto disposto. Queste quelle che...


Esonero dei versamenti contributivi per 6 mesi per chi assume entro il 31 dicembre. Ecco come funziona per le ASO, anche non in possesso della qualifica professionale


Concorso per esami con prova scritta ed orale. Le domande solo online entro il 17 dicembre 2020, questi i requisiti necessari per candidarsi


La nomina del nuovo Tavolo Tecnico sull’Odontoiatria credo, spero, sia un segnale importante dato dal Ministero verso la cenerentola del Sistema Sanitario Nazionale:...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Marin (ANTLO): ognuno a caldeggiare le proprie necessità, perché non si è fatto fronte comune? Davanti alla salute, misero rivendicare distinguo sindacali


Classificazione, rapporto con i pazienti e come le nuove tecnologie possono aiutare la cura, sono tra gli argomenti affrontati nel video incontro con la dott.ssa Morena Petrini


AIO chiama i tavoli ministeriali: ‘’fare presto con la legge’’. Odontoiatri a rischio convenzionamento con ASL


Intanto il ritardo delle consegne delle nuove dosi sta rallentando la somministrazione anche nelle Regioni che avevano inserito gli odontoiatri tra i prioritari


Dalle anticipazioni del Ministro Gualtieri, i possibili aiuti anche per i professionisti iscritti all’Ordine contenuti nel prossimo Decreto 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta