HOME - Approfondimenti
 
 
06 Ottobre 2020

La corretta postura per l’ASO, e gli errori da non fare

Lavorare seguendo posture corrette, eseguendo esercizi fisici durante il giorno consenti di prevenire acciacchi e problemi scheletrici. Scarica il capito specifico del Manuale ASO della dott.ssa Ardizzone 


Immagine di repertorio pre CovidImmagine di repertorio pre Covid

La sentenza, positiva, per l’ASO che ha vinto la causa conto l’INAIL ottenendo lo stato di malattia professionale per i problemi alla schiena dovuti, ha sentenziato il giudice, alle ore di lavoro passate in studio.

Il prof. Carlo Guastmacchia, che da sempre invita ASO, Odontoiatri ed Igienisti dentali, dalle pagine di Odontoaitria33 ha ricordato che se l’ASO avesse mantenuto posture corrette il problema non sarebbe sorto. 

Sulla stessa linea è la dott.ssa Maria Gaggiani, anche lei da sempre impegnata a formare le ASO, che sottolinea come, probabilmente, quella sentenza è figlia di un modo di intendere la professione passato, sia dal punto di vista dell’ASO stessa che del datore di lavoro. 

Oggi –dice la dott.ssa Gaggiani- la qualifica di ASO si ottiene con l’esperienza e la formazione e definisce una responsabilità nuova basata sulla conoscenza e competenza che questo ruolo ha nei confronti di se stesso e dello studio dove lavora. Posso pensare che negli anni questa ASO, come tante altre purtroppo,  abbia avuto timori, preoccupazioni reverenziali e abbia considerato poco motivata una richiesta di miglioramento delle condizioni di lavoro. Ora no, non succederà più perché l’ASO oggi conosce, ha studiato, ha acquisito competenze tali da poter sostenere e motivare le proprie richieste, anzi ha la responsabilità e il dovere di dare un contributo costruttivo allo sviluppo dello studio. La qualificazione non è un “pezzo di carta” è una responsabilità precisa, potrei dire un obbligo morale, ad affrontare un ruolo e un lavoro con la consapevolezza del rispetto verso se stessi e verso il lavoro degli altri. Una delle motivazioni espresse nel DPCM del 2018 è l’esigenza di definire le competenze, le attività e la formazione di una figura di interesse sanitario operante in ambito odontoiatrico e riconosciuta su tutto il territorio della nazione. Conoscenza, competenza, capacità saranno il biglietto da visita dell’ASO, certo ci vorrà tanto impegno e determinazione”. 


La corretta postura 

Ad indicarci quale sia la corretta postura è la dott.ssa Viviana Cortese Ardizzone, attraverso il suo Manuale per ASO (pubblicato da EDRA) utilizzato come testo nelle principali scuole per la formazione delle ASO.

L’acquisizione della capacità di mantenere una postura di lavoro corretta e un requisito indispensabile, che deve assolutamente precedere l’acquisizione della competenza strumentale, in quanto il corretto posizionamento operatore/paziente è la premessa per migliorare il livello qualitativo della performance e favorire il benessere dell’operatore”, scrive la dott.ssa ArdizzonePer ottenere questo, ricorda l’autrice, "rivestono particolare importanza anche le attrezzature odontoiatriche loro disegno gli strumenti, i materiali è un addestramento specifico degli operatori. Non ultimo per importanza esercizio fisico nella settimana lavorativa per garantire un buon tono muscolare nell’esecuzione di ogni strumentazione dalla più semplice alla più complessa”. 

E per fare questo la dott.ssa Ardizzone consiglia tutta una serie di accorgimenti, esempi ed esercizi che gli abbonati ad Odontoiatria33 potranno leggere nel capitolo scaricabile al link sotto.   



Articoli correlati

Prof. Guastamacchia: intollerabile che un CTU possa avvalorare, come inconcepibile che un dentista possa fare lavorare la sua ASO ignorando “obbligatori principi posturali” 


Onorevoli Boldi e Boldrini: serve un maggiore impegno della politica verso l’odontoiatria. I fondi europei potranno servire a uniformare l’assistenza pubblica sul territorio


Corsi di aggiornamento gratuiti per l’aggiornamento obbligatorio. Possono aderire gli ASO dipendenti degli studi odontoiatrici aderenti a Fondoprofessioni.


Giovedì primo ottobre partirà il quarantesimo Mese della Prevenzione dentale. Ne parleremo dettagliatamente la prossima settimana, giovedì Mentadent ed ANDI hanno organizzato una conferenza...

di Norberto Maccagno


Finisce davanti al giudice la richiesta di un ASO che riteneva i problemi a schiena e spalle fossero di natura professionale. Riconosciuto l’indennizzo per l’inabilità certificata


Altri Articoli

Insediati i nuovi organi direttivi 2021-2024, Giudo Giustetto confermato presidente OMCeO. Ecco nomi e cariche della nuova Commissione Albo Odontoiatri


Molti i dubbi sulla tipologia di eventi sospesi e sulla utilità. Intanto il primo evento di settore a farne le spese è il Congresso AIO, Fiorile: provvedimento incomprensibile


Il Consiglio dei Ministri approva il Ddl sulle lauree abilitanti. Soddisfazione di Di Lenarda (Collegio) e Iandolo (CAO)


Dopo l’approvazione del Ddl sull’abolizione anche per odontoiatria dell’esame di stato, Iandolo(CAO) chiede: “Ora conferirle valenza specialistica” 


"Siamo tutti pazienti special needs. La personalizzazione della strategia terapeutica”: un momento formativo di elevato spessore scientifico


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I trucchi per convivere con il rischio Covid in studio