HOME - Approfondimenti
 
 
06 Novembre 2020

Valutazione del rischio COVID-19 in 42 tipi di prestazioni odontoiatriche

Una ricerca italiana ha  analizzato le principali procedure odontoiatriche, basandosi sul  rischio di trasmissione del SARS-CoV-2, raggruppandole, infine, in tre livelli di rischio e ha indicato  i DPI da utilizzare per ciascuna categoria di prestazione


Dare un punteggio di rischio per il contagio da COVID-19 alle principali prestazioni odontoiatriche eseguite negli ambulatori italiani è stato il fine della ricerca pubblicata su BMC Oral Health dai ricercatori italiani Maria Eleonora BizzocaGiuseppina Campisi e Lorenzo Lo Muzio.

Attraverso la nostra ricerca - spiega ad Odontoiatria33 la prof.ssa Giuseppina Campisi (nella foto) dell’Università di Palermo - abbiamo provato a classificare il livello di rischio di infezione relativo alle singole prestazioni odontoiatriche specificando le procedure di sicurezza, i consigli operativi e i dispositivi di protezione individuale (DPI) che devono essere utilizzati dal team odontoiatrico”.
Uno studio che riteniamo utile –continua- perché la tempistica degli appuntamenti ai pazienti e la scelta dei DPI da utilizzare dovrebbe essere fatta sulla base delle prestazioni da eseguire”. 

Per effettuare la ricerca gli autori hanno analizzato 42 tra le più comuni prestazioni odontoiatriche, classificandole in base al rischio di trasmissione del SARS-CoV-2 secondo vari parametri.  

I parametri utilizzati ed il relativo “punteggio” di rischio assegnato sono stati: contatto diretto con la saliva (punteggio 1); contatto diretto con il sangue (punteggio 2); produzione di bassi livelli di spray/aerosol tramite siringhe aria-acqua (punteggio 3);  produzione di alti livelli di spray/aerosol mediante l'utilizzo di strumenti rotanti, ultrasuoni e piezoelettrici (punteggio 4); e la durata della procedura (punteggio 0,25 se ≤ 30 min, punteggio 0,50 se 30-60 min, punteggio 0,75 se ≥ 60 min). Il valore finale del punteggio di rischio di ciascuna procedura è legato alla somma dei vari valori. 

Sulla base di questa analisi, gli autori hanno classificato le diverse procedure odontoiatriche come: rischio basso(punteggio finale uguale o inferiore a 3), medio (punteggio finale uguale a 4 o 5) o alto (punteggio finale ≥ 6).  

Anche la durata della procedura gioca un ruolo importante nella definizione della gravità del rischio”, spiega la prof.ssa Campisi chiarendo che il dato temporale indicato è ovviamente puramente indicativo “poiché è un parametro dipendente dall'operatore”.  

Di seguito la Tabella pubblicata open access, tradotta in Italiano. 



Tipo di prestazioneContatto con la salivaContatto con il sangueUso di siringhe aria/acquaUso di strumenti rotanti/ ultrasuoni/ piezoelettriciDurata della proceduraValore finale  del rischioLivello di rischio
Controlli ortodontici10000.50(30–60 min)1.5Basso
Controlli di manufatti protesici 10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Riduzione di lussazione mandibolare10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Applicazione di apparecchi ortodontici fissi o mobili10000.75(≥ 60 min)1.75Basso
Metodiche non invasive di medicina orale (autofluorescenza, blu di toluidina)10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Risciacquo orale 10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Tampone orale 10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Biostimolazione (laser)10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Radiografie10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Terapia parodontale10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Trattamento topico della ipersensibilità dentinale e profilassi della carie10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Prova/controllo di bite10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Presa della impronta 10000.25(≤ 30 min)1.25Basso
Prove, inserimento o adattamento di protesi (provvisori/definitivi, fissi/mobili)10000.50(30–60 min)1.5Basso
Biopsie12000.25(≤ 30 min)3.25Basso
Innesti ossei senza l’uso degli strumenti rotanti12000.75(≥ 60 min)3.75Basso
Prelievo di campione citologico12000.25(≤ 30 min)3.25Basso
Chirurgia mucogengivale12000.50(30–60 min)3.5Basso
Curettage a cielo aperto senza l’uso degli strumenti rotanti12000.50(30–60 min)3.5Basso
Rimozione di  cisti o piccole neoplasie benigne12000.50(30–60 min)3.5Basso
Medicazione chirurgica12000.25(≤ 30 min)3.25Basso
Chirurgia minore (incisione ascesso, frenulectomia)12000.25(≤ 30 min)3.25Basso
Rimozione di calcolo salivare12000.25(≤ 30 min)3.25Basso
Estrazione senza strumenti rotanti12000.50(30–60 min)3.5Basso
Gengivectomia e gengivoplastica12000.25(≤ 30 min)3.25Basso
Trattamento endodontico con diga (in appuntamento successivo alla apertura della camera pulpare)12000.25(≤ 30 min)3.25Basso
Incappucciamento della polpa, Pulpotomia, pulpectomia (con diga), in appuntamento successivo alla apertura della camera pulpare 12000.50(30–60 min)3.5Basso
Sbiancamento10300.75(≥ 60 min)4.75Medio
Splintaggio10300.25(≤ 30 min)4.25Medio
Visita10300.25(≤ 30 min)4.25Medio
Detartrasi12040.50(30–60 min)7.5Alto
Estrazione con strumenti rotanti12040.50(30–60 min)7.5Alto
Rialzo del seno12040.75(≥ 60 min)7.75Alto
Accesso a cavità endodontica con strumenti rotanti12040.25(≤ 30 min)7.25Alto
Implantologia12040.75(≥ 60 min)7.75Alto
Curettage a cielo aperto con uso di strumenti rotanti12040.25(≤ 30 min)7.25Alto
Chirurgia ossea con strumenti rotanti12040.75(≥ 60 min)7.75Alto
Rizectomia con strumenti rotanti12040.50(30–60 min)7.5Alto
Sigillatura    12040.25(≤ 30 min)7.25Alto
Apicectomia con otturazione retrograda10340.75(≥ 60 min)8.75Alto
Prelievo di osso autologo con strumenti rotanti10340.25(≤ 30 min)8.25Alto
Monconizzazione di elemento dentale10340.25(≤ 30 min)8.25Alto
Odontoplastica di un elemento dentale10340.25(≤ 30 min)8.25Alto
Otturazione con utilizzo di strumenti rotanti10340.50(30–60 min)8.5Alto 



Individuato il livello di rischio della prestazione i ricercatori hanno indicato i dispositivi  di protezione individuale da adottare, di seguito la Tabella pubblicata in open access, tradotta in Italiano.



Grado di rischioDPI indicati
Basso rischio  
Copricapo monouso o sterilizzabile 
Mascherina chirurgica 
Occhiali protettivi 
Camice monouso o sterilizzabile 
Doppi guanti in lattice monouso  
Medio rischio  
Copricapo monouso Visiera monouso / sterilizzabile da rimuovere immediatamente 
Mascherina protettiva (FFP2) 
Camice monouso Doppi guanti in lattice monouso  
Alto rischio  
Copricapo monouso 
Visiera monouso/sterilizzabile da rimuovere immediatamente 
mascherina FFP2 (vedi nota1)

Tuta protettiva monouso
Doppi guanti in lattice monouso 
Copriscarpe 


I DPI in grassetto sono quelli che cambiano passando da una categoria di rischio inferiore a una categoria di rischio superiore. 


La situazione emergente derivante dalla pandemia da COVID-19 ha costretto molti dentisti a riclassificare le procedure odontoiatriche in base al rischio di contagio infettivo dovuto ai patogeni aerodispersi, oltre ai patogeni del sangue.  

La nuova classificazione del rischio da noi proposta - conclude la prof.ssa Campisi - si basa su quantità maggiori o minori di agenti patogeni che sono in grado di infettare coloro che vengono a contatto diretto o nella stanza dove vi è la produzione di saliva e/o sangue e/o aerosol/spray. Tuttavia, il grado di rischio è fortemente influenzato dalla durata del contatto o dalla produzione di materiali infettivi e dal relativo tempo di esposizione. Per questo diventa importante capire il rischio di contagio per poter individuare i DPI effettivamente efficaci per ogni singola prestazione odontoiatrica, condividendo correttamente le informazioni con il Team dentale e con l’utenza”. 

Nota 1)

In una nota inviata il 7 novembre 2020 all’Editore gli Autori hanno chiesto la modifica sostituendo FFp3 con FFp2. Auotri che spiegano che “il documento è stato scritto in piena chiusura primaverile per la pandemia COVID-19, sulla base della letteratura scientifica di quel periodo. In questi mesi la ricerca ha fatto progressi, mostrando nuove conoscenze anche sull'argomento trattato nel nostro paper".

_____________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

Le cure odontoiatriche dovrebbero essere considerate cure sanitarie essenziali e non dovrebbero essere posticipate. Pensare alle conseguenze per gli operatori dell'applicazione dei protocolli anti...


Video intervista al prof. Roberto Burioni per capire le varie differenze tra i test per individuare il Covid, il ruolo di dentisti ed igienisti dentali ed i consigli nella prevenzione del contagio in...


Il Governo al lavoro per sitarlo e garantire la somministrazione al maggior numero di persone in tempi rapidi. Anelli (FNOMCeO) pensa di coinvolgere anche i dentisti


A mettere fine alle polemiche nate dalla risposta del presidente Anelli alla richiesta avanzata dal presidente OMCeO di Novara -l’odontoiatria può essere considerato al pari del medico...

di Norberto Maccagno


Possibile effettuarli anche a pagamento negli studi privati autorizzati, ma rispettando procedure, indicazioni e gestione dell’eventuale positivo. Vanno comunicati alla Regione tutti gli esiti


Altri Articoli

Il dott. Nick Sandro Miranda informa delle criticità indicate dall’OMCeO di Udine spiegandone alcuni passaggi 


Sotto la lente dell’Autority presunte pratiche commerciali scorrette nell’offerta di servizi assicurativi, pratiche evidenziate anche nell’esposto ANOMEC


SIdP: parodontite e diabete, un pericoloso legame a doppio filo. Grazie ai dentisti si può prevenire attraverso diagnosi precoce ed individuare grazie a semplici test alla poltrona


Disappunto del dott. Mele su di una decisione dell’Agenzia delle Entrate che rischia di complicare la vita dei contribuenti in periodo di Covid e scadenze fiscali


Alcune considerazioni di Maurizio Quaranta sul tema dell’Iva sui riuniti odontoiatrici nate da incomprensioni sulla lettura del Dl 34/2000 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali