HOME - Approfondimenti
 
 
22 Gennaio 2021

Ristori 5 anche per i liberi professionisti, ma con limitazioni

Dalle anticipazioni del Ministro Gualtieri, i possibili aiuti anche per i professionisti iscritti all’Ordine contenuti nel prossimo Decreto 


Secondo le dichiarazioni del Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri e di quello del Lavoro Nunzia Catalfo, giovedì prossimo il Governo dovrebbe varare in Consiglio dei Ministri il nuovo Decreto Ristori con gli aiuti ad imprese ed attività, ma anche ai lavoratori dipendenti in difficoltà per la pandemia.  

Intanto il Parlamento, nei giorni scorsi, ha approvato uno scostamento di bilancio di 32 miliardi necessario anche per finanziare il prossimo Decreto Ristori che sarà il numero 5. 

Provvedimento atteso anche dal settore odontoiatrico -quasi escluso dai precedenti Ristori e che a fine dicembre ha anche perso l’esenzione Iva per i DPI- perché potrebbe ad andare ad aiutare i loro pazienti che appartengono a quelle categorie oggi pesantemente penalizzate dai continui lockdown parziali o totali. Dalle anticipazioni rese dal Ministro Gualtieri, il nuovo decreto dovrebbe interessare anche i liberi professionisti iscritti agli Ordini e gli aiuti dovrebbero essere non più erogati ai soli appartamenti ai codici Ateco stabiliti dal Governo, ma a tutte le attività che hanno subito nel 2020, rispetto al 2019, un calo di reddito di almeno il 33% ma che hanno un redito massimo di 50 mila euro. Tetto di reddito che potrebbe limitare l’accesso al contributo per molti odontoiatri (il reddito medico indicato dall’Agenzia delle Entrate per la categoria è di circa 55 mila euro) agevolando invece i piccoli ed i collaboratori puri. Stesso discorso per l’esenzione contributiva per gli autonomi iscritti all’INPS che dovrebbe essere rifinanziata con un fondo ad hoc.


____________________________________________________________________

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

Il Viminale pubblica una utile tabella per capire cosa si può fare a seconda del tipo di certificazione posseduta ed il colore della regione. Le regole per datori di lavoro e lavoratori


Da lunedì le nuove norme su green pass e obbligo vaccinale anche per il personale non sanitario che opera negli ambulatori pubblici e privati. Ma la vera scadenza è quella del 15 dicembre


La posizione della Federazione in merito a lettere di diffida di iscritti non vaccinati che vorrebbero decaduta la sospensione in quanto il nuovo Decreto ha modificato l’articolo 4 della 44/2021


Pubblicato in GU, ecco le date delle scadenze. Controllo e sospensioni a carico degli Ordini, ma non è chiaro chi controlla e sospende gli ASO non vaccinati


Saranno obbligati anche tutti i lavoratori “amministrativi” delle strutture sanitarie autorizzate. A verificare l’obbligo non sarà più l’ASL ma gli Ordini che dovranno sospendere il non...


Altri Articoli

Stimata ed apprezzata, fino all’ultimo ha lavorato per il bene della professione con tenacia, impegno ed entusiasmo. Molti i messaggi di ricordo delle sue colleghe e dei dirigenti delle...


Agorà del Lunedì     06 Dicembre 2021

Le basi della patologia

Quali sono le cause delle affezioni della polpa dentale e quali le contromisure da adottare? Di questo parla il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il dott. Di Fabio ci ricorda che l’esonero è temporaneo fino a quando non si riunirà la Stato-Regioni stabilendo le modalità di registrazione


Oltre a quelli italiani ne hanno parlato il New York Times, Al Jazeera, siti spagnoli e degli altri Paesi europei. Sileri: sarebbe una macchietta se non fosse un odontoiatra


Secondo uno studio pubblicato su Jama Network Open, potrebbero contribuire a migliorare la comunicazione con pazienti con problemi di udito ma non solo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi