HOME - Approfondimenti
 
 
08 Novembre 2021

Green pass in studio: il registro è volontario

Le precisazioni di ANDI sulle indicazioni date in una loro circolare: attenzione registro Green pass (facoltativo) e registro privacy (obbligatorio) sono due cose differenti


Alla vigilia dell’obbligo di Green pass per accedere ai luoghi di lavoro, e quindi anche allo studio odontoiatrico per il personale non soggetto all’obbligo di vaccinazione ANDI aveva pubblicato una circolare nella quale dava indicazioni ai propri soci sulle cose da fare.
A seguito della richiesta di chiarimenti di alcuni soci l’Associazione ha pubblicato una serie di chiarimenti sul proprio sito, in particolare sui registri da compilare e conservare. 

ANDI precisa che Il registro delle verifiche, citato nella Circolare di ottobre, era indicato come non obbligatorio e se utilizzato, chiarisce il prof. Gianluigi Ciacci Consulente ANDI GDPR Privacy, “può tuttavia essere compilato solo con il numero dei controlli svolti in una giornata e con i relativi esiti, senza alcun riferimento del nome della persona verificata o che comunque consenta di identificare il soggetto sottoposto a controllo”. 

L’altro registro citato nella circolare, il registro dei trattamenti dei dati personali, riguarda la normativa sulla privacy e non quella sul green pass e gli studi, viene precisato, dovrebbero già averlo predisposto “insieme alle altre “cose fatte” per la privacy, come l’informativa, le nomine di responsabili e incaricati, la formazione, …)”, e deve essere integrato con le attività di verifica  dei green pass predisposte dalla studio. 

Sull’argomento leggi anche: 

14 Ottobre 2021: Green pass in studio, ecco come comportarsi 

Articoli correlati

La lettura, ironica, data da alcuni lettori su Facebook della sentenza del Tar Lombardia che ha accolto il ricorso di un dentista sospeso dall’ATS perché non vaccinato, consentendo di...

di Norberto Maccagno


Firmato il DPCM sulle attività essenziali, non servirà il Green pass per accedere a cure e visite neppure per gli accompagnatori, fermo restando il rispetto delle regole sul triage


Pur legittimando l’obbligo vaccinale, i Giudici rilevano differenti trattamenti tra chi svolge l’attività come autonomo e chi come dipendente. Dubbi anche sulla sospensione dall’Albo


La nuova stretta del Governo verso i no-vax che dal 10 gennaio ha portato restrizioni a chi non ha il Green pass rafforzato per accedere ai mezzi di trasporto, bar, ristoranti, palestre, piscine etc,...

di Norberto Maccagno


I sussidi per i medici ed odontoiatri liberi professionisti in quarantena o ricoverati. Le istruzioni per presentare la domanda


Altri Articoli

La lettura, ironica, data da alcuni lettori su Facebook della sentenza del Tar Lombardia che ha accolto il ricorso di un dentista sospeso dall’ATS perché non vaccinato, consentendo di...

di Norberto Maccagno


Non cambia la sede, sempre Bologna, le iscrizioni (gratuite) entro il 25 marzo. Queste le nuove scadenze per invio abstract e poster


Firmato il DPCM sulle attività essenziali, non servirà il Green pass per accedere a cure e visite neppure per gli accompagnatori, fermo restando il rispetto delle regole sul triage


Il 7,2% di medici ed odontoiatri che, sulla piattaforma del Green pass, risultano ‘inadempienti’ e da verificare. Anelli: “si tratta di un dato grezzo che non fotografa la situazione reale”


ANSOC scrive al Ministero chiedendo un incontro insieme alle altre Associazioni di riferimento. Di Fulvio: “Inspiegabile ed assurda la riduzione di rimborso da somme già insufficienti a coprire i...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi