HOME - Approfondimenti
 
 
22 Ottobre 2013

L'86,8% dei dentisti italiani è pessimista sul proprio futuro

I dati da una ricerca condotta da Key-Stone

Il dentista italiano vede il proprio futuro professionale se non nero almeno grigio.
A rilevarlo è una ricerca condotta dalla società di ricerche di mercato Key-Stone che ha monitorato, su di un campione di 600 studi odontoiatrici, l'indice di fiducia dei dentisti italiani nei confronti del mercato.

Dai dati resi pubblici emerge che il 67% dei dentisti hanno registrato un calo del lavoro negli ultimi 12 mesi rispetto all'anno passato e soltanto l'8% registra un aumento.
Con questa situazione lavorativa facile intuire che la percezione futuro non è buona visto che per il 56,8% dei dentisti intervistati la situazione non cambierà nel prossimo anno mentre un 30,1% teme addirittura un ulteriore peggioramento. Soltanto il 13,1% vede positivo.

I più pessimisti sono gli studi più piccoli, con meno accessi settimanali e condotti da dentisti meno giovani. Invece l'età non impatta sull'incidenza degli "ottimisti".

"I dati -commenta Roberto Rosso (nella foto) presidente di Key-Stone- mostrano uno scetticismo non commisurato al reale andamento del settore. Ad amplificare la sfiducia sono probabilmente aspetti culturali, sociali e psicologici legati ai cambiamenti che la professione odontoiatrica sta vivendo".
"L'analisi congiunturale del primo semestre 2013 -ricorda Rosso- presenta una contrazione contenuta del mercato del meno 4%, non paragonabile al percepito dei dentisti".

Un problema quello del pessimismo che, ricorda Rosso, porta ad una contrazione degli investimenti in tecnologie e rinnovamenti.

"Il pessimismo-dice Rosso- innesca un circolo vizioso verso un'ulteriore contrazione dell'attività ed è questa la vera minaccia per la categoria e per il settore più in generale".

 

Articoli correlati

Uno studio inglese indaga il suo “potere distrattivo” durante le sedute

di Lara Figini


Chiudono gli studi singoli, tiene il fatturato ma sono le società ad incrementare


L'Ufficio Statistico dell'Unione Europea (Eurostat), come ogni anno, pubblica un una classifica delle varie professioni, anche quelle sanitarie, in base al numero dei professionisti in funzione del...


Da qualche giorno anche i possessori di smartphone e tablet della "mela morsicata" possono scaricare l'app realizzata dalla CAO Nazionale contro abusivi e prestanome.L'applicazione presentata il 14...


Altri Articoli

Per ora il Centro DentalPro di Santo Stefano Magra non deve chiudere. Lo stabilisce il Consiglio di Stato con l’ordinanza 5401/2018 del 12 ottobre 2018 che ha deciso sul ricorso presentato dai...


La CAO, l’ANDI e l’AIO hanno incontrato, ieri 14 novembre al Ministero della Salute, la dott.ssa Marcella Marletta, Direttore generale della direzione per i dispositivi medici, per un incontro...


La Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri ha celebrato questa mattina i quarant’anni del Servizio Sanitario Nazionale. Era infatti il 23 dicembre del 1978...


In collaborazione con il Cenacolo Odontostomatologico Italiano si svolgerà a San Benedetto del Tronto il 16 e 17 novembre il XXII Congresso Nazionale GTO, gruppo tecnici ortodontisti, dal...


L’evoluzione del settore odontoiatrico a livello mondiale interessa, ovviamente, chi produce e vende prodotti odontoiatrici in tutto il mondo, per questo l’obiettivo della loro associazione di...


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi