HOME - Approfondimenti
 
 
11 Novembre 2013

ECM: questo il numero di crediti da recuperare nel triennio 2014-2016. Ecco come ottenere quelli "agevolati"

L'AGENAS cerca Esperti per i controlli

La Commissione Nazionale E.C.M. ha stabilito in 150 crediti il debito formativo complessivo per il triennio 2014 - 2016 prevedendo la possibilità, per tutti i professionisti sanitari, di riportare dal triennio precedente (2011 - 2013) fino a 45 crediti, se in linea con i previsti obblighi formativi.
Se poi il professionista decide di attivare il proprio Dossier Formativo otterrà 15 crediti per il triennio in questione mentre altri 15 crediti potrà ottenerli con l'auto formazione.
Strumento sempre più apprezzato dai liberi professionisti per aggiornarsi senza dover distogliere l'attenzione dal proprio studio e spendere soldi per viaggio e soggiorno è la Formazione a Distanza.
Attraverso questo strumento è possibile reperire crediti formativi aggiornandosi da casa: per esempio aderendo alla proposta FAD di Dental Cadmos si otterranno 51 crediti formativi nel 2014.

L'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali ha aperto il bando per ricercare degli "Esperti ECM" per il settore odontoiatrico. Gli esperti saranno coinvolti dall'AGENAS in attività di verifica e di controllo degli eventi formativi accreditati.
Possono richiedere l'iscrizione all'elenco degli Esperti tutti i professionisti sanitari possesso di titolo abilitante all'esercizio di una professione sanitaria, buona conoscenza degli strumenti informatici di base, esperienza nel settore della formazione, assenza di conflitto interesse in base alla normativa ECM (nessuna interessenza con Provider ECM, Partner ECM, Sponsor ECM, o soggetto che produca, distribuisca, commercializzi e pubblicizzi prodotti farmaceutici, omeopatici, fitoterapici, dietetici, dispositivi e strumenti medici).
Le domande per partecipare al bando devono essere inviate entro il 15 dicembre.
A questo link tutte le informazioni necessarie.

Articoli correlati

Il rapporto WHO che riconosce la salute orale come "parte integrante del benessere generale della persona"


Evento raro ma possibile. Queste alcune delle cause scatenanti: come prevenirle e quali le azioni da intraprendere in caso di emergenza  


Prof. Lior Shapira, presidente dell’European Federation of Periodontology: “La cura orale dovrebbe far parte delle raccomandazioni sanitarie per ridurre il rischio di gravi esiti legati al...


Superato lo scoglio del percorso di studio per accedere ai corsi, ecco cosa dovrebbe cambiare dopo il passaggio in Stato Regione e la successiva approvazione in Consiglio dei Ministri


Su Nature si ipotizza che la trasmissione attraverso le superfici non sia più un rischio significativo come ad inizio pandemia


Altri Articoli

Il rapporto WHO che riconosce la salute orale come "parte integrante del benessere generale della persona"


Fra le principali richieste dell'Associazione: protezione legale e miglioramento al programma di protezione dei compensi


Introdotti nel nuovo impianto contrattuale strumenti capaci di fronteggiare la continua evoluzione del mercato del lavoro 


Fondazione ANDI organizza lunedì 8 marzo un webinar sull’importanza della prevenzione e dell’intercettazione precoce del fenomeno


Parere positivo della Commissione Nazionale ECM alla bozza di decreto attuativo della Legge Gelli predisposto dal MISE


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP