HOME - Approfondimenti
 
 
06 Marzo 2014

La fotografia del contenzioso odontoiatrico in Italia. Le considerazioni del prof. Massimo Amato


Prof. Massimo AmatoProf. Massimo Amato

L'aumento della sfiducia verso la classe medica/odontoiatrica nelle strutture sanitarie pubbliche e private, ha generato un notevole aumento del contenzioso negli ultimi anni. In Italia, secondo i dati diffusi dall'ANIA, dal 1994 al 2011 si è registrato un incremento del 228% del numero di sinistri denunciati per presunti danni causati da medici e dentisti. La maggioranza di questi procedimenti giudiziari si concludono con il riconoscimento della responsabilità professionale ed il risarcimento dei danni al paziente.

Da uno studio condotto dal Tribunale per i Diritti del Malato concernenti 27.491 casi di lamentata responsabilità professionale ad esso segnalati relativamente all'anno 2013, tra le branche specialistiche l'odontoiatria risulta collocata al sesto posto per ciò che concerne presunti errori terapeutici (tasso di errori segnalati del 5,1%) e al tredicesimo posto per che concerne presunti errori diagnostici (tasso di errori segnalati del 2%).

È stata inoltre stimata un'incidenza annuale del contenzioso giudiziario odontoiatrico dell'1,5-3%, con avvio di un procedimento ogni 60.000 prestazioni praticate, con quasi totale prevalenza in ambito civilistico(> 99%); con una elevata percentuale di accertata responsabilità del professionista in sede giudiziaria (90-95%) ed extragiudiziaria (84%); con valori risarcitori spesso limitati alla sola restituzione del corrispettivo pagato o comunque nella maggior parte dei casi < 20.000 euro e piccola parte > 30.000 euro.
I settori dell'odontoiatria nei quali più facilmente si sono verificati addebiti di responsabilità professionale sono quelli della:

• Protesi fissa tradizionale
• Chirurgia del cavo orale ed implantologia
• Conservativo-endodontico
• Ortodonzia
• Parodontologia

L'aumento del contenzioso deriva anche da una  pressione sull'opinione pubblica, sia dai media che da iniziative di professionisti specializzati nel risarcimento, e da una maggiore consapevolezza e compartecipazione alle scelte terapeutiche da parte del paziente, con una accresciuta aspettativa di successo clinico, influiscono sul contenzioso medico/odontoiatrico.

Con entusiasmo ho accettato la collaborazione con Odontoiatria33 per cercare, attraverso i miei scritti, di unire un livello d'informazione ad uno di riflessione, su dati ed argomenti relativi alla prevenzione del contenzioso in odontoiatria ed alle modalità organizzative, culturali e di legge che possano cautelare il professionista accorto, attento e diligente nel suo lavoro quotidiano. Sia sotto l'aspetto etico deontologico che tecnico professionale.
Il confronto con le proprie esperienze, con le proprie esigenze professionali, con l'organizzazione lavorativa, speriamo, possa rappresentare un motivo di riflessione e di miglioramento.

A cura di: Prof. Massimo Amato (Università degli studi di Salerno), esperto di medicina legale laureato in Medicina e specializzato in Odontostomatologia

Articoli correlati

I dati del contenzioso medico legale dimostrano come sia necessario per il medico e l'odontoiatria tutelarsi con una buona polizza assicurativaAppare inspiegabile come, ancora oggi di fronte a tale...


Può un odontoiatra non solo curare il proprio paziente ma anche tutelarlo dal punto di vista medico legale come Consulente Tecnico di Parte? A porre il dubbio, anzi a ricordare il divieto, è...


Il contesto in cui opera il Professionista Medico Odontoiatra, oggi, si è sempre più strutturato nel senso della tutela della Salute del Paziente a 360°; in questo senso richiama l’art. 1 della...


La costruzione, la gestione e il mantenimento di un buon rapporto con il paziente resta, al pari del valido risultato tecnico, la migliore forma di prevenzione del contenzioso in...


Sono 300 mila in Italia le cause contro medici e strutture sanitarie private e pubbliche. Trentacinque mila nuove azioni legali ogni anno. Ma secondo i dati più aggiornati (Tribunale del malato...


Altri Articoli

Marin (ANTLO): ognuno a caldeggiare le proprie necessità, perché non si è fatto fronte comune? Davanti alla salute, misero rivendicare distinguo sindacali


Classificazione, rapporto con i pazienti e come le nuove tecnologie possono aiutare la cura, sono tra gli argomenti affrontati nel video incontro con la dott.ssa Morena Petrini


AIO chiama i tavoli ministeriali: ‘’fare presto con la legge’’. Odontoiatri a rischio convenzionamento con ASL


Intanto il ritardo delle consegne delle nuove dosi sta rallentando la somministrazione anche nelle Regioni che avevano inserito gli odontoiatri tra i prioritari


Dalle anticipazioni del Ministro Gualtieri, i possibili aiuti anche per i professionisti iscritti all’Ordine contenuti nel prossimo Decreto 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta