HOME - Approfondimenti
 
 
03 Giugno 2014

Per Report i dentisti italiani non utilizzano più l'amalgama dentale grazie alla nostra inchiesta. Non è così, ma l'utilizzo è veramente contenuto


Molta odontoiatria nella puntata di ieri lunedì 2 giugno di Report, la popolare trasmissione di inchiesta di Rai 3.

Subito un'inchiesta sulle casse presidenziali, ENPAM compresa, dove sono nuovamente emersi i problemi legati agli investimenti di alcuni anni fa sui quali la magistratura sta cercando di fare luce.

Poi verso la fine della trasmissione ecco rispuntare una vecchia inchiesta sull'amalgama dentale nella rubrica "come è andata a finire".

La conduttrice del programma, Milena Gabanelli, ripercorre la vicenda riproponendo una parte dell'inchiesta andata in onda nel 1997 che puntava a capire se l'otturazione in amalgama è pericolosa.

Dopo la nostra inchiesta, ha commentato la Gabanelli, "si scatenò il finimondo fra i dentisti, nel 2001 arrivò un decreto dell'allora Ministro della sanità che dice cautela nelle donne incinte e bambini. Oggi nessuno lo usa più, preferendo le resine, questo è il caso di movimento di opinione dal basso che ha determinato un radicale cambiamento. Se il mercurio è dannoso per l'ambiente, figuriamoci in bocca".

Sappiamo che tutte queste certezze cliniche sulla pericolosità dell'amalgama dentale la comunità scientifica non ne ha così come non ha le stesse certezze che i prodotti alternativi siano esenti da rischi.

Ma è veramente oggi i dentisti italiani non utilizzano più questo materiale per le otturazioni?

La nostra sensazione è stata che non sia vero, che l'otturazione in amalgama sia ancora abbastanza utilizzata dai dentisti italiani.
Per capire abbiamo chiesto a Roberto Rosso, presidente Key-Stone, i dati sul consumo di capsule di amalgama in Italia.

Dati che in parte danno ragione alla Gabanelli.

Secondo i dati indicati da Rosso, ricavati dalla ricerca quantitativa periodica Sell-out Analysis condotta da Key-Stone per i propri clienti e basata su un campione estremamente rappresentativo di fabbricanti e depositi dentali solo il 5% delle otturazioni praticate nel 2013 sono state realizzate utilizzando l'amalgama dentale.

L'analisi di Key-Stone indica in 1,6 milioni le capsule di amalgama vendute in Italia nel 2012 mentre nel 2013 ne sono state vendute 1,5 milioni (con un calo circa dell'8%).
"Stimiamo che in Italia vengano realizzate circa 24.000.000 otturazioni ogni anno", ci dice Rosso. "Considerando che non in tutte le situazioni una capsula vale un'otturazione perché a volte se ne usano due, possiamo affermare che si fanno almeno 1,2/1,3 milioni di otturazioni in amalgama e che valgono il 5% di tutti i restauri".

Altri Articoli

Per il dott. Nuzzolese bene, ma ora ci si deve attivare per sensibilizzare i Tribunali


Capita a Ravenna, il direttore sanitario sarebbe recidivo ed in causa con lo studio perché non lo pagava


Ordinanza del Sindaco di Santo Stefano di Magra (Sp), intanto il centro di Sarzana ha sospeso l’attività clinica


Presenti sindacati ed associazioni delle ASO per un confronto sulle questioni aperte


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi