HOME - Approfondimenti
 
 
17 Luglio 2014

Profilo dell'odontotecnico. Per il Ministero della Salute auspicabile ed opportuno riavviare l'iter ma il blocco è delle Regioni


Da decenni gli odontotecnici chiedono un nuovo profilo professionale ed il percorso per la sua approvazione non è mai stato semplice e quando sembrava essere ad un passo dalla sua approvazione a bloccarlo è stata la modifica dell'art. V della Costituzione che ha cambiato gli attori in campo.
Odontoiatria33 l'ha chiesto al Dipartimento Generale delle Professioni Sanitarie del Ministero della Salute la posizione sulla questione e le possibili azioni per riavviare l'iter per l'approvazione del nuovo profilo.

Il Ministero della Salute da tempo ha ritenuto che l'arte ausiliaria di odontotecnico dovesse evolversi in professione sanitaria, ritenendone sussistenti tutti i requisiti. Con tale spirito questa amministrazione, nell'avviare le procedure per giungere a tale risultato,  già nel 2001 aveva predisposto uno schema di Decreto ministeriale, concernente, appunto, l'individuazione della figura professionale dell'odontotecnico.

Detto schema di DM, trasmesso al Consiglio di Stato per l'acquisizione del prescritto parere, è stato ritenuto non in linea con il riparto di competenze fra Stato e  Regioni così come modificato dalla legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3 in quanto secondo il suddetto organo la materia delle professioni rientra fra quelle di potestà legislativa concorrente e lo Stato può solo definire in via legislativa e non con un DM, " i tratti della disciplina che richiedono, per gli interessi indivisibili da realizzare, un assetto unitario ovvero i c.d. principi fondamentali".

La situazione di stallo procedurale creatasi in virtù di quanto sopra, è stata superata dall'entrata in vigore della legge 43 del 2006 che, all'art. 5, disciplina la procedura per l'individuazione e la normazione di nuove figure professionali dell'area sanitaria, che deve avvenire mediante uno o più accordi sanciti in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome, recepiti con decreti del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei ministri.

L'individuazione è comunque subordinata all'acquisizione di un parere tecnico-scientifico, espresso da apposite commissioni, operanti nell'ambito del Consiglio superiore di sanità, di volta in volta nominate dal Ministero della salute.

Conseguentemente al fine di riavviare l' attività istruttoria per l'individuazione della figura professionale dell'odontotecnico, nel rispetto di quanto previsto dal menzionato art. 5 della legge 43 del 2006, questo Ministero ha attivato le relative procedure nel 2007, non trovando consenzienti, però, alcune Regioni.

Nel gennaio 2013, il Ministro Balduzzi aveva riavviato i contatti con le Regioni, non riscontrando una loro disponibilità ad esprimere parere favorevole al provvedimento.

Sarebbe, quindi, auspicabile ed opportuno, la riattivazione dell'iter di individuazione del profilo professionale di odontotecnico in attuazione dell'articolo 5 della legge 43/06 con il confronto di tutte le categorie professionali coinvolte.

Cristina Rinaldi: Direzione Generale delle Professioni Sanitarie e delle Risorse Umane del Servizio Sanitario Nazionale

Articoli correlati

Cardamone: odontotecnico, figura tecnica estremamente importante ma non può e non deve essere inserito tra le professioni sanitarie


Nel 2007 erano 15.165, dieci anni dopo i laboratori censiti dallo studio di settore (anno 2017 dichiarazione 2018) sono 11.933, dati dell’Agenzia delle Entrate che confermano le difficoltà...


Nell’ambito delle attività sindacali che fanno parte del progetto di Federodontotecnica, è stato definito l’accordo che regolamenta il rapporto di lavoro tra le Imprese odontotecniche ed il...


Il prossimo anno dovrebbero riaprire le graduatorie per il concorso pubblico


Migliora il flusso di lavoro CAD/CAM nel laboratorio odontotecnico


Altri Articoli

Italiani confermano di preferire per gli acquisti la grande distribuzione mentre calano le vendite in farmacia. Crescono gli acquisti online


Gli iscritti in ritardo con i pagamenti potranno godere di una serie di agevolazioni, ridotte le sanzioni per chi si mette in regola prima dell’accertamento


Sconti per i soci ma anche l’impegno a non operare in forma diretta verso i pazienti


Udienza alla FNOCMeO, Papa Francesco ai medici: non assecondate la volontà di morte del malato


Dentisti e laboratori odontotecnici analizzano il giudizio dato dagli Indici di Affidabilità Fiscale. Ecco chi si può sentire in regola e chi no


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi