HOME - Approfondimenti
 
 
21 Ottobre 2014

Quale futuro per Expodental? Dall'edizione 2014 molte ombre sul futuro, almeno milanese, della manifestazione nonostante gli spunti positivi


 Expodental, l'edizione numero 42, ha confermato le difficoltà che questo tipo di manifestazione sta attraversando e potrebbe essere l'ultima, se non altro nella città lombarda.
Sul fronte visitatori UNIDI non ha ancora divulgato i dati ufficiali sulle presenze ma ha sottolineato, nel comunicato di chiusura, "un lieve calo registrato durante la prima giornata di manifestazione a causa della concomitanza con il Vertice Euro-asiatico in corso presso il centro congressi MiCo adiacente ad Expodental".

Ma a fare notizia non è stato certo il calo dei visitatori ma l'assenza di molte aziende "top leader" che probabilmente non vedono più in Expodental la vetrina per incontrare i professionisti del settore.

Interessante sarà capire i veri motivi: un problema di location (Milano), del modello di manifestazione, della data oppure è il prodotto fiera a non interessare più?
Ed è un vero peccato perché per questa 42° edizione UNIDI era riuscita ad organizzare un vero evento a 360° dove merceologia ed informazione si fondevano in un'unica manifestazione e non solo per via delle sale trasparenti allestite nel padiglione espositivo che hanno permesso, come sottolinea la stessa UNIDI, "a tutti, visitatori ed espositori, di ottimizzare la propria presenza in Expodental".  Dimostrazione della bontà della scelta il fatto che gli eventi di approfondimento organizzati hanno registrato, quasi in tutti i casi, il tutto esaurito.

Sul futuro di Expodental, per ora, UNIDI si trincera dietro ad un "no comment" ma all'uscita mancava il solito cartello che annunciava la data dell'evento del prossimo anno ed augurava l'arrivederci.
Un segnale che indica il tramonto della manifestazione o solo una pausa di riflessione, magari potenziando per il 2015 la mostra merceologica riminese in attesa di ridisegnare l'evento nel 2016?

Che le fiere non stiano vivendo un momento positivo lo dimostrano anche quelle con bacini d'utenza ben più grandi come il Salone Nautico o il Motor Show, ma un settore senza la sua vetrina ci perde.
Un settore senza la propria fiera di riferimento è un settore ancora più povero, come non sarebbe un bene pensare a fiere delle singole professioni che lo compongono. Expodental, cono tutti i difetti che gli si vogliono attribuire, è sempre stata la fiera di tutto il comparto, di tutte le professioni che lo compongono.

Certo si dovrà lavorare per creare un Expodental che sappia rappresentare le esigenze dei professionisti che vivono il settore ma anche delle aziende che vedono nell'Italia un mercato in cui investire e non un Paese da cui partire per proporre le proprie eccellenze al resto del mondo o da colonizzare.

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Berrutti (UNIDI): Lo spostamento di Expodental Meeting a giugno tiene conto del mutato calendario fieristico e della volontà di espositori e visitatori di incontrarsi nuovamente


Dentisti e odontotecnici che visiteranno Expodental Meeting 2019, a Rimini Fiera dal 16 al 18 maggio, troveranno numerose interessanti novità.La sala EXPO3D all’ingresso dello...


L’evento del dentale, organizzato da UNIDI-Unione Nazionale Industrie Dentarie Italiane rappresenta un’occasione unica e imperdibile per i professionisti dell’oral care che...


Era il 12 giugno del 1969 quando un gruppo di imprenditori si trovarono in una sala della Borsa di Milano per fondare Unione Nazionale Industria Dentale Italiana (UNIDI), unendo due associazioni che...


Migliora il flusso di lavoro CAD/CAM nel laboratorio odontotecnico


Altri Articoli

Il prof. Gagliani pone l'attenzione su di una ricerca che evidenza come la scienza dei materiali e l’intelligenza artificiale possa contribuire a rendere l’ambiente poco ospitale per i virus

di Massimo Gagliani


Che fosse nato male il D.L. 44/21 lo avevo già sottolineato nello scorso DiDomenica, ma non avrei immaginato che venisse sconfessato dopo neppure una settimana dalla sua...

di Norberto Maccagno


In attesa del Decreto con modalità operative, l’ENPAM ha dato il via libera alla procedura online per individuare i medici e gli odontoiatri potenzialmente beneficiari dell’esonero 


Si avvicina (nuovamente) la scadenza che obbligherà gli studi ad avere solo ASO qualificati. Ecco gli scenari per i già assunti, chi potrà essere assunto fino al 20 aprile e chi dopo


Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiali i Decreti firmati dal Ministro della Salute Roberto Speranza attraverso i quali assegna le deleghe al sottosegretario alla...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente