HOME - Approfondimenti
 
 
23 Ottobre 2014

Come sarà la mia attività tra 5-10 anni? Il modello PEST applicato allo Studio Odontoiatrico


Come anticipato nel precedente intervento, con una serie di articoli vogliamo adattare l'analisi PEST, un modello di analisi strategica utilizzato normalmente per considerazioni su ampi settori, alla realtà specifica del singolo studio dentistico, nel proprio contesto.
L'ambiente interno - composto dallo Studio, dai suoi Concorrenti e dai Pazienti - rappresenta di fatto un "mercato"; un mercato peraltro molto particolare sia perché riguarda la salute dei cittadini sia perché deve prevedere aspetti qualitativi, deontologici ed etici che non possono essere messi in discussione. Proprio per questi motivi e in aggiunta all'analisi PEST, i clienti, i concorrenti e lo stesso studio devono essere considerati per comprendere un settore nella sua completezza e prevederne gli sviluppi. Il dentista stesso, che rinnova costantemente la sua struttura e le sue competenze (spesso anche grazie allo sviluppo tecnologico prodotto dall'industria), è a sua volta agente di influenza dell'ambiente esterno, cioè dei pazienti. Tutti i fattori rappresentati, quindi, non sono elementi a se stanti, ma interagiscono tra loro, influenzandosi reciprocamente in un mondo costantemente in evoluzione.

Perché un dentista deve analizzare il proprio mercato interno e i fattori esterni influenzanti?

Lo scenario sta cambiando rapidamente, ed è importante possedere capacità di visione: ogni
professionista, in particolare quando è responsabile anche del futuro dei suoi collaboratori, dovrebbe porsi, di tanto in tanto, la domanda: "Come sarà la mia attività tra 5-10 anni? A chi mi rivolgerò, con che organizzazione e quali mezzi"? Per poi stendere un piano di azioni che consentirà di costruire un domani più solido e duraturo, riducendo le apprensioni e scegliendo consapevolmente il proprio futuro tra diversi "futuri possibili".

Per arrivare a questa consapevolezza e capacità di visione, non basta che il dentista si guardi intorno: è necessario e utile compiere un percorso approfondito di raccolta e analisi dei trend di settore, della propria attività e dei dati del proprio "intorno". Alcune informazioni più generali di marketing e salute e sull'andamento del settore odontoiatrico sono facilmente reperibili grazie a servizi come le banche dati: pubbliche, come quelle dell'Istat, del ministero della Salute, del Censis, della Camera di Commercio e dei Comuni stessi, o ad hoc come quelle degli istituti privati di ricerca.

Anche il contatto diretto con le realtà locali che popolano l'ambiente in cui opera lo Studio e, naturalmente, l'esperienza diretta sono valide fonti cui attingere. Una volta trovati e raccolti i dati, è necessario saperli leggere, interpretare e analizzare: a questo scopo le attività professionali come l'audit interno ed esterno e i check up economico/finanziario, commerciale, produttivo, amministrativo e organizzativo, rappresentano dei validi aiuti.

A cura di: Roberto Rosso, presidente Key-Stone

Articoli correlati

Leonardi: trasformare il distanziamento sociale in socializzazione a distanza, oggi è possibile. Questi alcuni consigli


Possono utilizzarlo non solo le aziende ma anche i singoli professionisti, esclusi gli investimenti su radio e televisione


Una video intervista con gli autori per approfondire i temi contenuti nel Manuale di Dental Management nell'era post Covid-19


Se è stato un post lockdown da record, che autunno potrà essere? Rosso (Key-Stone): dati contrastanti da nuove visite e preventivi accettati 


Attraverso un video dibattito si sono confrontati l’odontoiatra Tiziano Caprara e Laura Filippucci di Altroconsumo, dibattito che ha anche interessato il tema dei fondi integrativi


Altri Articoli

Marin (ANTLO): ognuno a caldeggiare le proprie necessità, perché non si è fatto fronte comune? Davanti alla salute, misero rivendicare distinguo sindacali


Classificazione, rapporto con i pazienti e come le nuove tecnologie possono aiutare la cura, sono tra gli argomenti affrontati nel video incontro con la dott.ssa Morena Petrini


AIO chiama i tavoli ministeriali: ‘’fare presto con la legge’’. Odontoiatri a rischio convenzionamento con ASL


Intanto il ritardo delle consegne delle nuove dosi sta rallentando la somministrazione anche nelle Regioni che avevano inserito gli odontoiatri tra i prioritari


Dalle anticipazioni del Ministro Gualtieri, i possibili aiuti anche per i professionisti iscritti all’Ordine contenuti nel prossimo Decreto 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta