HOME - Approfondimenti
 
 
30 Ottobre 2014

La popolazione cambia: i fattori demografici che influenzano il business dello studio odontoiatrico


Nell'articolo precedente abbiamo presentato la necessità e l'importanza per uno studio dentistico di conoscere e capire l'ambiente in cui opera e i trend che lo animano, proseguiamo il nostro approfondimento, analizzando ciascuno dei fattori esterni che influenzano il micro-ambiente studio.

Come è possibile osservare dall'immagine (vedi sotto), i pilastri della PEST non possono essere considerati in modo rigido e i differenti fattori caratterizzanti il mondo dentale affondano le loro radici in modo più o meno prevalente in questi pilastri. È molto interessante notare come la maggior parte degli elementi analizzati riguardino soprattutto la sfera sociale, alla quale sono associabili molti dei fattori considerati, come quelli culturali, demografici e sanitari. La politica influisce soprattutto per ciò che concerne i fattori normativi e, nuovamente, i demografici.  La tecnologia condiziona il settore sia a livello industriale sia nella gestione e comunicazione dello studio dentistico. Non va inoltre trascurato che i temi legati all'Economia sono sempre rilevanti quando le transazioni economiche sono importanti, come nel caso della spesa per le cure odontoiatriche.


In questo contributo analizziamo i fattori demografici che, pur essendo fondamentali nell'evoluzione dello scenario dentale, vengono spesso sottovalutati poiché la loro evoluzione e trasformazione è piuttosto lenta. Molto spesso non diamo sufficiente peso al cambiamento della composizione sociale dal punto di vista demografico perché tendiamo ad avere una visione di breve periodo, ma anche nel solo arco di un decennio i mutamenti nella composizione della popolazione influenzano questo mercato in modo determinante.

Nello schema abbiamo indicato due esempi di aspetti che caratterizzano la popolazione attuale rispetto al passato e influenzano l'attività dello studio: il rapido aumentare dell'età media della popolazione e la forte pressione demografica proveniente dal sud del mondo.
Nel primo caso ci troviamo di fronte a un tasso sempre maggiore di pazienti meno giovani: secondo le ultime statistiche Istat, l'Italia presenta uno degli indici di vecchiaia più alti del mondo con 151,4 persone over 65 ogni 100 giovani sotto i 15 anni (la media Ue28 è 116,6 e tra i Paesi europei solo la Germania ha un valore leggermente più alto, 158). E il fenomeno continuerà ad acuirsi: secondo l'Istat, le iscrizioni all'anagrafe hanno riguardato poco meno di 515mila bambini, 12mila in meno rispetto a quanto registrato nel 1995.

L'innalzarsi dell'età porta a un progressivo cambiamento nelle patologie e nelle esigenze: maggior impatto dei disturbi sistemici, necessità di allungamento (o di ripristino) delle riabilitazioni protesiche e ortodontiche, ecc. Nonché una ricerca di maggior qualità della vita con conseguente richiesta al dentista di soluzione di esigenze di natura anche sociale, inestetismi, roncopatia, alitosi, problemi posturali, miglioramento delle performance sportive, etc. Tutti ambiti che presentano ampie potenzialità di sviluppo per la moderna odontoiatria. 

Nel prossimo articolo parleremo invece di come la pressione demografica e il cambiamento socio-strutturale della popolazione incidano profondamente sull'attività dello studio dentistico.

A cura di: Roberto Rosso, presidente Key-Stone ufficiostampa@key-stone.it

Sull'argomento leggi anche:

16 ottobre 2014: Dental Monitor su Odontoiatria33. Dati e tendenze di mercato da Key-Stone

23 Ottobre 2014: Come sarà la mia attività tra 5-10 anni? Il modello PEST applicato allo Studio Odontoiatrico

Altri Articoli

Per il dott. Nuzzolese bene, ma ora ci si deve attivare per sensibilizzare i Tribunali


Capita a Ravenna, il direttore sanitario sarebbe recidivo ed in causa con lo studio perché non lo pagava


Ordinanza del Sindaco di Santo Stefano di Magra (Sp), intanto il centro di Sarzana ha sospeso l’attività clinica


Presenti sindacati ed associazioni delle ASO per un confronto sulle questioni aperte


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi