HOME - Approfondimenti
 
 
13 Novembre 2014

Come i fattori culturali condizionano bisogni e desideri dei pazienti


Proseguiamo la nostra rubrica sui fattori esterni che influenzano il micro-ambiente Studio dentistico, approfondendo in questo contributo gli aspetti "culturali".
Questa tipologia di fattori è fortemente condizionata dalla diffusione dell'informazione: in questa ottica la rete gioca un ruolo fondamentale. Se da un lato i pazienti si dimostrano sempre più informati e attenti, più propensi a comparare i professionisti sotto il profilo economico e comunicativo, dall'altro il dentista ha la possibilità di farsi conoscere e di promuovere la propria attività.

Commenti sui blog, forum, recensioni e condivisioni sui social network sono esempi di come gli utenti abbiano sempre più desiderio di partecipare e contribuire attivamente nel giudicare, promuovere o "bocciare" servizi e prodotti. È proprio attraverso i Consumer Generated Media che gli utenti interagiscono sul web con la propria rete personale e professionale condividendo informazioni e giudizi sullo studio dentistico in cui hanno ricevuto le cure. Al pari dei siti di confronto online dei preventivi su assicurazioni e voli aerei, su alcune piattaforme online l'utente ha la possibilità di esporre le proprie necessità e ricevere diversi preventivi da vari studi: se da un lato l'utente prende confidenza con terapie e relativi prezzi, dall'altro i dentisti ampliano potenzialmente il proprio spettro di clientela. Essere presenti sul web diventa quindi una vera e propria risorsa per il dentista stesso.

Eppure gli studi non percepiscono questa necessità: ricordando i dati raccolti dalla stessa Odontoiatria33, solo un terzo degli studi ha un sito dedicato e, per lo più, sono centri strutturati.

Tornando alle aspettative dei pazienti, questi (come tutti noi consumatori) si dimostrano non solo più informati, ma anche esigenti e selettivi, e danno maggior peso al rapporto beneficio atteso, servizio ricevuto, denaro e tempo impiegati. I cittadini sono sempre più orientati a migliorare la qualità della vita e hanno forte aspirazione a soddisfare i propri desideri, non soltanto i bisogni.

Secondo una ricerca della AACD (American Academy of Cosmetic Dentistry) il 99,7% degli adulti americani (quasi la totalità) ritiene che il sorriso sia una vera e propria risorsa nelle interazioni sociali e, in particolare, il 74% considera un sorriso poco attraente come un ostacolo al successo in ambito lavorativo. E' chiaro quindi come in una società che attribuisce molta importanza all'estetica, quella  odontoiatrica acquisisce una potenzialità sempre maggiore. Anche a livello comunicazionale: basti pensare al numero elevato di promozioni basate sui servizi di pulizia e sbiancamento dei denti.

La nuova condizione di paziente-cliente allo stesso tempo, inoltre, ha prodotto un profondo mutamento nel rapporto tra medico e assistito, in modo particolare nel mondo odontoiatrico dove le transazioni economiche sono consistenti e generalmente tutta la spesa è direttamente a carico del cittadino.

Non possiamo quindi non considerare questo tema come strategicamente rilevante per un'organizzazione che opera come struttura odontoiatrica.
In particolare, gli aspetti sociali e culturali caratterizzanti varie tipologie di pazienti, debbono far pensare ad un futuro nel quale lo studio dentistico dovrà soddisfare esigenze e desideri fortemente differenziati ed eterogenei, con un'offerta di servizi flessibile e mirata per i differenti segmenti di clienti.
Nel prossimo articolo: l'evoluzione tecnologica non è solo industriale, ma coinvolge direttamente lo Studio dentistico.

A cura di: Roberto Rosso, presidente Key-Stone ufficiostampa@key-stone.it


Sull'argomento leggi anche:

16 ottobre 2014: Dental Monitor su Odontoiatria33. Dati e tendenze di mercato da Key-Stone

23 Ottobre 2014: Come sarà la mia attività tra 5-10 anni? Il modello PEST applicato allo Studio Odontoiatrico

30 Ottobre 2014: La popolazione cambia: i fattori demografici che influenzano il business dello studio odontoiatrico

5 Novembre 2014: La popolazione cambia: accogliere nuovi pazienti e nuove culture in studio

Altri Articoli

Per il dott. Nuzzolese bene, ma ora ci si deve attivare per sensibilizzare i Tribunali


Capita a Ravenna, il direttore sanitario sarebbe recidivo ed in causa con lo studio perché non lo pagava


Ordinanza del Sindaco di Santo Stefano di Magra (Sp), intanto il centro di Sarzana ha sospeso l’attività clinica


Presenti sindacati ed associazioni delle ASO per un confronto sulle questioni aperte


 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


28 Giugno 2018
Nuove acquisizioni in tema di placca batterica: come modificarla per renderla meno aggressiva

Il microbiota orale: i mezzi per diminuirne la patogenicità al fine di salvaguardare tessuti dentali e parodontali

 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi