HOME - Approfondimenti
 
 
14 Novembre 2014

Ruolo e compiti dell'ASO durante la (prima) visita clinica


Presa visione dello stato di salute presente e pregressa del paziente, l'odontoiatra procede con  l'ispezione del cavo orale.
L'assistente alla poltrona coadiuva il clinico ponendo correttamente la luce e divaricando le guance con lo specchietto, o gestendo la lingua al bisogno.

Il dentista detta una serie di informazioni che contribuiranno alla formulazione della diagnosi.

Durante la visita, l'ASO deve ascoltare attentamente perché dovrà trasferire i tratti principali nel diario clinico ed essere in grado, al bisogno, di ricostruire il colloquio clinico, ipotesi e proposte che dovessero essere fatte oralmente durante l'ispezione del cavo orale.
Il medico decide e valuta se completare la visita con esami radiologici per prendere visione delle parti non visibili. Questi possono essere svolti in sede o prescritti da eseguire in strutture esterne.

Nel caso in cui vengano eseguiti all'interno della struttura, è opportuno che prima di procedere, il paziente sia informato sugli aspetti di rischio della prestazione e sul costo ( informativa per il consenso alle prestazioni di tipo radiologico) e dia il suo consenso. Nel caso in cui siano prescritti per essere eseguiti esternamente, si riporta la prescrizione in cartella e si forniscono al paziente tutte le indicazioni necessarie.

La redazione del diario clinico deve essere schematica:

• Data operatore principale (medico).
• Operatore di assistenza.
• Sigla della prestazione clinica.
• Descrizione della rilevazione clinica dettata dal medico.
• Descrizione parte radiologica.
• Azione futura e accordi.

Affinché l'esperienza della prima visita sia una esperienza vissuta in modo positivo, l'odontoiatra dovrà prestare attenzione a come approccia clinicamente il paziente, evitando manovre brusche e tenendo al centro della visita il livello di comfort del paziente.

A cura di: Roberta Pegoraro, consulente aziendale per il settore sanitario
 
Sull'argomento leggi anche:

17 Ottobre 2014: Prima visita: il contatto telefonico. Come si deve comportare l'ASO

22 Ottobre 2014: La prima impressione è quella che conta, soprattutto durante la prima visita. L'importanza "dell'ambiente"

29 Ottobre 2014: Prima visita, l'importanza di una buona accoglienza da parte del personale di studio

4 Novembre 2014: La prima visita: come deve essere l'ambulatorio e quali sono i compiti dell'ASO per accogliere il paziente

Articoli correlati

Di Fabio (ANDI Milano e Lodi): con la terza media è possibile fare il Ministro ma non l’Assistente di Studio Odontoiatrico


Magenga (SIASO), la nostra figura professionale ci impone anche di avere un codice comportamentale, come sindacato lo abbiamo indicato


Presentate le integrazioni al programma di odontoiatria sociale già attivo nella Regione.


Austa (CAO Asti): serve chiarezza su quelli che possono garantire l’esenzione dall’obbligo di attestato ASO


L’esperto: DPCM e Regioni hanno chiaramente indicato fino quando poter assumere una ASO senza qualifica ed entro quale data deve conseguire l’attestato


Altri Articoli

I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


Per l’Agenzia delle Entrate la causa ostativa non potrà trovare applicazione se i due rapporti di lavoro persistono senza modifiche sostanziali per l’intero periodo di sorveglianza


Il problema è per gli studi al piano strada. La provocazione di Migliano: “se non venite voi a prenderli, ve li portiamo noi”


I centri dentistici DentalPro collaboreranno con la rete degli Empori Solidali delle Caritas diocesane per offrire cure gratis a determinati pazienti


Operazione del NAS che oltre allo studio dentistico porta la chiusura di una casa di cura senza autorizzazione e di un laboratorio di analisi dove i prelievi venivano fatti da un impiegato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi