HOME - Approfondimenti
 
 
18 Novembre 2014

Stress: nei chirurghi orali più frequenti i problemi cardiovascolari. Uno studio scientifico lo evidenza


Lo Stress cronico occupazionale colpisce il 10% della popolazione europea: i dati forniti dall'Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro (Ispesl) parlano di oltre 40 milioni di persone interessate da tale fenomeno patogenetico socio-sanitario. Secondo le stime dell' European Foundation for the Improvement of Leaving and Working Condition, si spendono circa 20 miliardi di euro per costi sociali e sanitari legati proprio allo stress occupazionale.

Un recente studio scientifico, realizzato grazie ad una collaborazione tra la clinica odontoiatrica Calabrodental e l'istituto di ricerca biomedica Tecnologica Research Institute di Crotone , ha messo in evidenza come lo stress agisca in modo significativo sulla categoria dei chirurghi orali, evidenziando uno stato di rischio cardiovascolare maggiore per i chirurghi con minore esperienza.

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica PLoS One, autorevole punto di riferimento internazionale per le ricerche nel campo bio-medico, intitolato "Correlation between Surgeon's Experience, Surgery Complexity and the Alteration of Stress Related Physiological Parameters", è stato condotto dal gruppo di ricerca costituito dal prof. Massimo Marrelli (Direttore Sanitario della Casa di cura Calabrodental), dal dott.. Marco Tatullo (Direttore Scientifico di Tecnologica Research Institute), e dai collaboratori dott. Francesco Paduano, dott. Stefano Gentile e la dott.ssa Francesca Palmieri.

La ricerca si basa sull'analisi di alcuni specifici parametri biologici (ormonali, immunologici e cardiovascolari), che risultano alterati quando un soggetto è sottoposto ad un prolungato stress psico-fisico.  Il prof. Marrelli e i suoi collaboratori hanno monitorato per diversi mesi un gruppo di chirurghi orali, evidenziando come indipendenemente dalla difficoltà dell'intervento chirurgico, i chirurghi più esperti riescano a controllare i livelli di stress, mantenendo entro i range fisiologici i  parametri biologici analizzati, mentre i più giovani mostravano dei picchi di stress intra-operatori statisticamente più elevati e potenzialmente dannosi.

Questo studio si inserisce nel panorama scientifico internazionale, che vede ricercatori di fama internazionale impegnati negli ultimi anni ad evidenziare il problema delle ripercussioni socio-sanitarie relative allo stress occupazionale. 

La ricerca italiana apre dunque la strada per la creazione di nuove strategie per il monitoraggio di biomarkers collegati allo stress, al fine di approntare delle linee guida nazionali per identificare e minimizzare quei fattori stressogeni a cui i chirurghi orali sono giornalmente sottoposti , riducendo così la morbilità professionale di questa categoria professionale ed i livelli di spesa pubblica sanitaria, in piena linea con gli obiettivi di governance del Servizio Sanitario Nazionale.

A cura di: dott. Marco Tatullo; DDS , PhD Scientific Director - Biomedical Section - Tecnologica Research Institute - Crotone Italy

Articoli correlati

Il 15 ottobre a Napoli il corso organizato dall'OMCeO partenopeo dal titolo “La violenza di genere nel sistema socio-sanitario: dall’identificazione dei sintomi alla risposta operativa"


L'Amministratore delegato, della società responsabile della pubblicità "Impianto dentale a 1 euro", ha inviato un email al presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di...


In Italia le professioni odontoiatriche appaiono in crisi? Oltreoceano la situazione sembra molto diversa: per il terzo anno consecutivo, infatti, i professionisti che si dedicano alla cura dentale...


Il Sen. Luigi Marino, relatore al DDL Concorrenza in discussione in Commissione Industria al Senato, ha pubblicamente espresso un giudizio negativo sull'inserimento dell'obbligo per le società...


Troppo spesso nel parlare di Ordini professionali, si riscontra una grande confusione terminologica che non consente di portare a conclusione un ragionamento chiaro e compiuto.Senza alcuna pretesa di...


Altri Articoli

I ministeri competenti starebbero lavorando ad un Decreto per poter concedere anche ai professionisti il bonus da 600 euro ad aprile, che potrebbe essere esteso a mille a maggio


Disponibile da oggi il manuale: “Le infezioni nello studio odontoiatrico - manuale operativo di prevenzione del contagio per Odontoiatri, Igienisti e ASO”


Alessandro Baj

Test sierologici fine a se stessi o studi multicentrici di ricerca? Ne abbiamo parlato con il professor Alessandro Baj


Il Tavolo tecnico modifica il testo su mascherine e camici ed il CTS approva. Il prof Gherlone ci spiega le modifiche e parla del futuro del Tavolo Tecnico 


Alcune considerazioni del dott. Dario Bardellotto sulle possibili soluzioni per combattere gli inquinanti indoor chimici, fisici e biologici di uno studio dentistico


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni