HOME - Approfondimenti
 
 
07 Aprile 2015

Bonus fiscale per gli studi odontoiatrici che assumono neo laureati o studenti in odontoiatria. Accordo ANDI e Italia Lavoro


La crisi che sta attraversando il settore odontoiatrico condiziona, e di molto, anche il futuro professionale delle nuove generazioni di dentisti che faticano non solo ad aprire un proprio studio autonomo, utopia per molti, ma anche solo a trovare una collaborazione "decentemente" retribuita.
L'indagine Eures ha evidenziato come tra il 2012 ed il 2013 il tasso di occupazione dei laureati in odontoiatria, ad un anno dal conseguimento del titolo, sia sceso di 7 punti, passando dal 70,1% al 63,1%. Certamente un dato positivo rispetto ad altri settori ma decisamente preoccupante per una professione come quella del dentista da sempre indicata come "sicura" in termini di sbocchi occupazionali.

Per cercare di migliorare il futuro dei giovani odontoiatri e allo stesso tempo salvaguardare gli studi già esistenti e dare un senso al "patto generazionale", ANDI ha firmato un accordo con Italia Lavoro per incentivare l'inserimento degli studenti del sesto anno del Corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria e dei neo laureati all'interno degli studi dei soci ANDI che andranno in pensione.

"Grazie all'accordo - spiega il presidente nazionale ANDI Gianfranco Prada sul sito dell'Associazione- gli studenti del sesto anno potranno fare esperienza negli studi odontoiatrici dei Soci ANDI che daranno la loro disponibilità ad accoglierli".
 
L'intesa prevede che gli studenti impiegati negli studi ANDI siano remunerati per l'attività prestata, per questo i futuri datori di lavoro riceveranno un bonus occupazionale a seconda che lo studente venga impegnato a tempo pieno o part-time. Un bonus è previsto anche per l'Università da cui provengono i ragazzi.
Gli incentivi saranno erogati anche per i neo laureati che effettueranno stage remunerati negli studi dei dentisti ANDI.

"Con questa iniziativa - continua Prada - non vogliamo sostituirci alla formazione clinica fornita dall'Università ma consentire agli studenti di calarsi nella realtà professionale, in particolare per tutti quegli aspetti extra clinici tipici della Libera professione, che andranno a vivere una volta laureati. I Soci ANDI avranno invece l'opportunità di conoscere i futuri colleghi che una volta laureati potranno continuare la collaborazione nel loro studio".

Articoli correlati

Confprofessioni ed ANDI contro le dichiarazioni del Ministro Gualtieri a “Piazza Pulita”. Stella (Confprofessioni), visione ottocentesca delle professioni


Sindacati odontoiatrici divisi. Chiedono un rinvio AIO e SUSO, schierata per le elezioni nei tempi previsti ANDI che scrive a Conte  


ANDI lancia la campagna #DalDentistaInSicurezza spiegando le nuove procedure per accedere allo studio ed attendere prima della visita


Revocata l’ordinanza che limitava le prestazioni alle sole urgente. CAO ed ANDI Reggio Emilia ai colleghi: prudenza e rispettate i protocolli indicati da INAIL e Regione 


FIMMG e ANDI denunciano: “impossibili gli approvvigionamenti”. Queste le proposte avanzate dalla vice presidente della Commissione Affari sociali della Camera


Altri Articoli

La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni