HOME - Approfondimenti
 
 
12 Giugno 2015

Gravidanza, allattamento e farmaci utilizzati in odontoiatria. Da ADA le scelte che deve fare il dentista nel prescriverli


Donna in dolce attesaDonna in dolce attesa

La medicina ha fatto molti passi avanti nello studio dei danni al feto da esposizione a farmaci  durante la gestazione. Nonostante questo, somministrare farmaci in gravidanza continua a provocare ansie sia nel pubblico che tra i sanitari. 
Questo è quanto sostengono due ricercatori Americani M. Donaldson e JH. Goodchild sulla rivista JAMA organo dell'America Dental Association. 
Molta attenzione va posta a due situazioni: le terapie croniche in atto o le somministrazioni inconsapevoli da parte della futura madre.  
Per quanto riguarda  l'allattamento,  Donaldson  e Goodchild  ritengono che spesso i curanti  consigliano di interromperlo  qualora si inizi una terapia farmacologica,   anche in presenza di sostanze che consideriamo sicure.

Quando si considera la prescrizione in gravidanza, il dentista deve sempre soppesare il rischio per il feto contro il beneficio per la madre, e la scelta appropriata deve basarsi sulle evidenze scientifiche.  L'allattamento al seno rappresenta anche una sfida clinica, i rischi e i benefici di cui devono essere compresi sia dal paziente che dal  medico prima di sospendere o instaurare una terapia Farmacologica.    

Per concludere i dentisti devono  conoscere rischi e i benefici di cinque categorie di farmaci: analgesici e antinfiammatori, antibiotici, anestetici locali, sedativi e farmaci di emergenza. 
Il consiglio è imparare a conoscere bene ciò che si utilizza nella routine quotidiana e collaborare strettamente con il medico curante nei casi di terapie croniche più complesse.

A cura di: Davis Cussotto, odontoiatra libero professionista Twitter @DavisCussotto

Articoli correlati

L’iperplasia gengivale (GH) è un ispessimento benigno della gengiva caratterizzato dall’aumento di dimensioni e di volume della stessa. Le cause di GH variano e...

di Lara Figini


In una revisione sistematica, pubblicata su OOO di novembre 2020, gli autori hanno valutato il rischio di sanguinamento nelle procedure di implantologia dentale in pazienti che assumevano...

di Lara Figini


Dalla Giornata Mondiale dei Farmacisti un messaggio verso una maggiore collaborazione. SIdP conferma: fondamentale nella gestione dei farmaci e degli ausili per la salute orale prescritti dallo...


L’associazione tra malattie sistemiche (cardiovascolari, diabete mellito, artrite reumatoide, sindrome metabolica) e parodontite è stata ampiamente discussa. Tuttavia, poco si...

di Giulia Palandrani


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Altri Articoli

La considerazione del prof. Massimo Gagliani partendo dal fatto che stanno aumentano le lesioni dentali di origine non cariosa

di Massimo Gagliani


La notizia della settimana è certamente quella “dell’Italia che riapre”, come hanno titolato molti quotidiani. In realtà, come oramai tradizione in questo anno abbondante...

di Norberto Maccagno


Oltre il 59% della popolazione spagnola tra i 35 e i 44 anni necessita di un qualche tipo di protesi dentale


Come verificare se le certificazioni dei Dispositivi medici sono corrette, quali le responsabilità se non lo fossero ed in caso di “incedente” come ci si deve comportare? I consigli...


Firmato il protocollo di intesa tra Governo, Regioni e Province Autonome e FNO TRSM PSTRP per la somministrazione dei vaccini da parte di tutti i professionisti sanitari, compresi gli igienisti...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente