HOME - Aziende
 
 
22 Febbraio 2016

A Roma HENRY SCHEIN KRUGG ha riunito la forza vendita per analizzare la rivoluzione digitale del settore Dentale

HENRY SCHEIN KRUGG

Lo scorso fine settimana circa 300 partner industriali e membri della forza vendita di Henry Schein Krugg hanno partecipato a Roma alla Convention Annuale della Forza Vendita di Henry Schein Krugg, principale fornitore dentale italiano di materiale e attrezzature per studi e laboratori odontotecnici. Con il motto "The Future starts now", la società ha riproposto in una veste nuova il tema "We Connect Dental" dell'anno precedente. L'azienda ha informato i partecipanti sugli sviluppi e sui cambiamenti che ci saranno in futuro in conseguenza della crescente digitalizzazione nel mercato dentale globale, affinché già ora siano preparati a sfruttarli in modo ottimale a vantaggio dei clienti studio e laboratorio e nell'interesse dei pazienti e affinché possano offrire consulenza pratica in merito.

Stanley M. Bergman (nella foto), Chairman of the Board e CEO di Henry Schein Inc., nel suo discorso ha evidenziato che è in corso la 4a rivoluzione industriale e che tutto ruota attorno all'interoperabilità: "L'interoperabilità di Henry Schein è la combinazione di più tecnologie in modi nuovi. ConnectDental è un esempio importante. È una soluzione digitale con architettura aperta che connette un passo a quello successivo, consentendo ai dentisti di gestire i propri studi in modo più efficiente e vantaggioso, al fine di offrire ai pazienti un'assistenza di qualità superiore e una migliore esperienza".

Gli elementi chiave dell'evento sono stati i corsi di formazione modulari e le sessioni intensive di lavoro. I partecipanti, in punti informativi interattivi, hanno potuto scoprire ulteriori dettagli sui prodotti e sulle prestazioni esclusive dell'Azienda. All'insegna della digitalizzazione, il competente team di specialisti ha fornito informazioni su interessanti novità e best practice nell'ambito CAD/CAM e sistemi digitali, radiografia digitale, igiene e sistemi laser e ottici. I gruppi hanno seguito con curiosità le dimostrazioni e sono stati felici di ricevere informazioni di prima mano e di poter guardare dietro le quinte.

"Come azienda fornitrice di servizi completi, il continuo sviluppo dei nostri team e dei nostri servizi è un fattore essenziale", ha sottolineato Riccardo Gandus, Managing Director di Henry Schein Dental in Italia. "La digitalizzazione sta acquistando grande importanza all'interno del mercato dentale italiano. Henry Schein Krugg è un protagonista di questo cambiamento, in particolare con il nostro marchio per soluzioni digitali ConnectDental".

Articoli correlati

Direttivo nazionale UNID

In attesa delle indicazioni ministeriali l’UNID ha pubblicato un decalogo per guidare l’igienista dentale nella ripresa della attività clinica


Gli intarsi sono una scelta adeguata per ripristinare elementi dentari con carie destruente. Diversi sono i materiali che possono essere utilizzati per questi tipi di restauri e...

di Simona Chirico


In attesa delle linee guida ministeriali, sul sito dell’Associazione Igienisti Dentali Italiani la guida pratica per la prevenzione dell’infezione da coronavirus


Fiorile: “Il Consiglio di Stato fa chiarezza. Tra Odontoiatra ed igienista Dentale è necessaria la compresenza in un’ottica di integrazione funzionale”


AIDI  e  AIDIPro : prendiamo atto della decisione. La sentenza fornisce importanti chiarimenti a favore della nostra autonomia. Come suggerito dai Giudici ci rivolgeremo al legislatore per fare...


Altri Articoli

Dopo la richiesta di chiarimenti da parte delle farmacie, sulla percentuale minima di etanolo per i prodotti disinfettanti a base alcolica, arriva la risposta dell'Istituto superiore di sanità che...


La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni