HOME - Aziende
 
 
17 Dicembre 2018

Accordo BioSAF IN Cefla per aggredire il mercato estero difendendo l’italianità dei prodotti


In un mercato sempre più globale, il rischio per le aziende radicate sul territorio che fanno dell’italianità il loro punto di forza è quello di non riuscire a competere con i colossi mondiali. Spesso la scelta è quella di limitare la propria espansione oppure vendere con il rischio di vedere snaturato il proprio marchio e, spesso, dislocata la produzione.

Quella dell’aggregazione tra aziende italiane può essere l’alternativa che consente di mantenere l’italianità del prodotto e del marchio, aggregando risorse e competenze per essere competitivi nel mercato globale. E’ quanto hanno fatto BioSAF INe CEFLA che si sono uniti dando vita ad una partnership che consentirà interessanti sviluppi. “Il nostro core business è rappresentato dagli impianti dentali WINSIX, dagli allineatori sequenziali trasparenti BIALIGNER e tutto ciò che rientra nel flusso digitale”, spiega Giovanni Nagni (nella foto), Presidente ed AD di BioSAF IN.

“L’accordo di partnership con il Gruppo CEFLA –continua Giovanni Nagni- ci permetterà di espandere il nostro progetto estero grazie alle grandi potenzialità che Cefla offre con le proprie filiali compresa CEFLA USA, oltre a 700 dealers in tutto il mondo che potenzialmente diventeranno futuri distributori degli impianti WINSIX. Oltre all’innegabile vantaggio di avere dei punti di contatto sul territorio, il nostro progetto è favorito anche dal lavoro svolto negli ultimi anni a livello di qualità e soprattutto di certificazioni, inclusa l’FDA”. Compreso stand a Colonia nel Marzo 2019.

Una partnership che, spiega Nagni, non modificherà il rapporto con i clienti italiani. “In termini di gestione non cambia nulla”, rassicura l’AD BioSAF IN.  “Ho ceduto solo una parte delle quote societarie, io rimango presidente, amministratore delegato e socio della Società, con ampi poteri decisionali, a garantire tutte le attività, in linea con quanto fatto finora”. 

E la dimostrazione della continuità arriva quando il presidente Nagni parla dei progetti per il 2019. “Prosegue il nostro impegno di ricerca con le università, in particolar modo presso il San Raffaele di Milano con il quale stiamo potenziando le aree di Ricerca & Sviluppo estendendo la ricerca alle tecnologie di interesse Cefla. Allo stesso modo prosegue il nostro impegno con le società scientifiche, le associazioni di categoria e i numerosi appuntamenti di formazione teorico-pratica”. 

Confermato anche il WINSIXDAY a Portonovo di Ancona 9/11 Maggio 2019, l’appuntamento biennale che raduna i massimi esperti dell’implantologia per confrontarsi sugli gli ultimi sviluppi della sistematica WINSIX, lanciando nuove ideee favorendo il confronto fra gli utilizzatori della sistematica. 

Sotto la video intervista al presidente BioSAF IN Giovanni Nagni sulla partnership con CEFLA 

Articoli correlati

Sinergia Associazione Italiana Odontoiatri-Tokuyama: i soci riceveranno un "Welcome kit" fino al 30 aprile


Da Align Technology , la nuova generazione di scanner e sistemi di imaging di nuova generazione


La società ha firmato il Global Compact delle Nazioni Unite (UNGC) e, contemporaneamente, ha aderito al Global Compact Network Giappone


Consentono risparmio di tempo, denaro e rispetto dell’ambiente. L’esperienza dell’uso della Nuvola DentalCheck di Biomax


Ogni anno la multinazionale sostiene vari programmi ed eventi che incoraggiano lo sviluppo professionale delle donne e celebrano i loro risultati. Fino al 12 aprile la...


Altri Articoli

“L’odontoiatria in salute per la salute” il filo conduttore di questa edizione. Disponibili online e gratuitamente tutte le video relazioni e i 602 poster


Il Centro Europeo per il Controllo delle Malattie ha pubblicato una guida per la prevenzione al contagio dei vaccinati


Quelli che hanno ottenuto la dose prima di marzo potrebbero non poterlo utilizzare per gli spostamenti durante le vacanze estive. I dubbi sulla “validità semestrale”


Per l’EMA i benefici superano i rischi. AIFa e Ministero della salute autorizza le inoculazioni anche in Italia, ma per gli over 60


Immagine di repertorio

Riguarderebbe solamente la scadenza legata alla possibilità di assumere ASO non qualificate. Intanto il Ministro avrebbe dato il via libera per avviare l’iter per la modifica del DPCM


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente