HOME - Aziende
 
 
16 Luglio 2019

Il motore chirurgico che riporta l’implantologo al centro della scena chirurgica. Andrea Piantoni spiega il perché


Quando la tecnologia elide l'imperfezione, nel rispetto dell'idea di tempo ben speso, è allora che la sintesi tra intelligenza artificiale e umana conquista vette altissime. Altrimenti si riduce ad essere un “effetto speciale”.  

La forza di questa scienza? Risiede nell'abilità delle macchine di fornire supporto e centrare un obiettivo nel modo più sintetico, ausiliario e prossimo alla perfezioneAndrea Piantoni (nella foto), Business Manager di IDI EVOLUTION, descrive l'equipaggiamento del TMM3, brevetto originale della notissima Factory italiana, concentrato delle superiori note tecniche del nuovo motore chirurgico. Il giovane dirigente vuole che passi il concetto che l'insieme delle funzioni in carico al TMM3 solleva l'implantologo da tutte le manovre intraoperatorie di contorno che stornano regolarmente la sua attenzione dalle precedenze cliniche dell'intervento. 

Il TMM3, escludendo l'operatore dagli atti “vicari” (tasti da premere, frese da riconoscere, etc.) lo riporta al centro della scena chirurgica restituendogli la facoltà di polarizzarsi solo sugli aspetti biologici e semeiologici proposti dal campo operatorio. 

Per questo, conclude Andrea Piantoni, “il motore chirurgico di IDI EVOLUTION è un compagno di lavoro prezioso e irrinunciabile, flessibile e interattivo, capace di garantire la massima diligenza chirurgica”. 

Ergonomia di lavoro, sorveglianza intraoperatoria dei fattori di rischio, dati biofisici e intensificazione delle qualità chirurgiche individuali: TMM3 è il paradigma di come una tecnologia “virtuosa” sappia tendere all'eccellenza delle azioni e dei risultati.       



Sull'argomento leggi anche:

I vantaggi del nuovo motore chirurgico che “legge” l’osso e accelera l’advance scientifico. Video intervista al dott. Paolo Arosio

TMM3, il motore chirurgico che porta il tuo studio nel futuro

Con il contributo non condizionante di IDI EVOLUTION   

Articoli correlati

Quali le maggiori cause di problemi legati ad un intervento implantare. Intervista doppia sul tema al presidente SIdP Mario Aimetti e al presidente IAO Alfonso Caiazzo 


Sebbene la densità ossea al sito di posizionamento implantare sia un fattore determinante per il successo dell’impianto, i metodi quantitativi attualmente disponibili per...

di Danilo Alessio Di Stefano


La domanda in odontoiatria è di quelle che possono fare discutere per mesi: è meglio provare a preservare un elemento dentale con ogni mezzo possibile o posizionare un impianto osteointegrato? Vi...

di Simona Chirico


Edentulia dei mascellari sarà una delle sfide che l’odontoiatria italiana dovrà affrontare sia dal punto di vista della qualità di vita dei pazienti che per gli aspetti economici e...


Altri Articoli

O33Cronaca     11 Dicembre 2019

Ulss veneta cerca un igienista dentale

Contratto a tempo indeterminato presso l’Ulss numero 6 Euganea, domande entro il 9 gennaio 2020


Indicato per i casi di riabilitazione estetica e per il ripristino della funzionalità di pazienti affetti da edentulia parziale o totale. Scopri le soluzioni cliniche


Il commento, critico, del presidente Brugiapaglia, tra i primi presidenti CAO ad aver sospeso un iscritto per mancato aggiornamento


Il nuovo libro del prof. Luca Levrini per l’odontoiatra ed il logopedista presenta una sintesi che supera la barriera tra il mondo medi­co-chirurgico e quello riabilitativo


Quelli per i clienti e quelli ai dipendenti che si possono portare in detrazione. Come comportarsi per le cene ed altre spese di rappresentanza?


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi