HOME - Aziende
 
 
16 Luglio 2019

Il motore chirurgico che riporta l’implantologo al centro della scena chirurgica. Andrea Piantoni spiega il perché


Quando la tecnologia elide l'imperfezione, nel rispetto dell'idea di tempo ben speso, è allora che la sintesi tra intelligenza artificiale e umana conquista vette altissime. Altrimenti si riduce ad essere un “effetto speciale”.  

La forza di questa scienza? Risiede nell'abilità delle macchine di fornire supporto e centrare un obiettivo nel modo più sintetico, ausiliario e prossimo alla perfezioneAndrea Piantoni (nella foto), Business Manager di IDI EVOLUTION, descrive l'equipaggiamento del TMM3, brevetto originale della notissima Factory italiana, concentrato delle superiori note tecniche del nuovo motore chirurgico. Il giovane dirigente vuole che passi il concetto che l'insieme delle funzioni in carico al TMM3 solleva l'implantologo da tutte le manovre intraoperatorie di contorno che stornano regolarmente la sua attenzione dalle precedenze cliniche dell'intervento. 

Il TMM3, escludendo l'operatore dagli atti “vicari” (tasti da premere, frese da riconoscere, etc.) lo riporta al centro della scena chirurgica restituendogli la facoltà di polarizzarsi solo sugli aspetti biologici e semeiologici proposti dal campo operatorio. 

Per questo, conclude Andrea Piantoni, “il motore chirurgico di IDI EVOLUTION è un compagno di lavoro prezioso e irrinunciabile, flessibile e interattivo, capace di garantire la massima diligenza chirurgica”. 

Ergonomia di lavoro, sorveglianza intraoperatoria dei fattori di rischio, dati biofisici e intensificazione delle qualità chirurgiche individuali: TMM3 è il paradigma di come una tecnologia “virtuosa” sappia tendere all'eccellenza delle azioni e dei risultati.       



Sull'argomento leggi anche:

I vantaggi del nuovo motore chirurgico che “legge” l’osso e accelera l’advance scientifico. Video intervista al dott. Paolo Arosio

TMM3, il motore chirurgico che porta il tuo studio nel futuro

Con il contributo non condizionante di IDI EVOLUTION   

Articoli correlati

Edentulia dei mascellari sarà una delle sfide che l’odontoiatria italiana dovrà affrontare sia dal punto di vista della qualità di vita dei pazienti che per gli aspetti economici e...


“La presenza di placca in un sito implantare determina un rischio aumentato di circa 14,3 volte di insorgenza e progressione di una perimplantite”, ad evidenziarlo è il vice presidente...


La documentazione radiografica pre e post-trattamento è ormai diventata fondamentale in implantologia sia per una corretta pianificazione che per i controlli a distanza. La radiografia...

di Lara Figini


Quando un odontoiatra si trova di fronte alla necessità di estrarre un elemento dentario per poi andarlo a sostituire con un impianto nello stesso sito vorrebbe avere la...

di Lara Figini


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi