HOME - Aziende
 
 
02 Ottobre 2019

Il programma Practice Pink di Henry Schein sostiene la lotta globale contro il cancro

In 13 anni già donati oltre 1,6 milioni di dollari destinati a promuovere la diagnosi precoce, migliorare l’acceso alle cure delle donne


Henry Schein, Inc. ha annunciato che il suo programma Practice Pink™ sosterrà nuovamente le organizzazioni no profit attive nella lotta contro il cancro.

Grazie a questo programma, arrivato ormai al suo 13° anno, Henry Schein ha devoluto oltre 1,6 milioni di dollari destinati a promuovere la diagnosi precoce, migliorare l’acceso alle cure e sostenere le attività di ricerca e prevenzione.

Assieme a organizzazioni non governative e partner fornitori provenienti da tutto il Nord America e dall’Europa, Henry Schein aiuta professionisti del settore odontoiatrico e sanitario a sensibilizzare e sostenere la cura del cancro al seno e altri tipi di tumore offrendo ai suoi clienti una serie di articoli “rosa”, fra cui prodotti di consumo sanitari, forniture per studi e abbigliamento.

Da ottobre a dicembre compreso, Henry Schein Krugg dona una parte dei proventi di questi prodotti rosa a organizzazioni no-profit per sostenere la ricerca, la prevenzione e l’individuazione precoce della malattia, nonché per migliorare l’accesso alle cure.

La compagnia sostiene la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), un’organizzazione che opera da oltre 60 anni senza fine di lucro, con la specifica finalità di combattere il cancro attraverso la promozione della prevenzione.

È in particolare su tre diversi fronti che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori dispiega il suo massimo impegno e lo sforzo più grande: la prevenzione primaria (stili e abitudini di vita), quella secondaria (la promozione di una cultura della diagnosi precoce) e terziaria con particolare attenzione verso il malato, la sua famiglia, la sua riabilitazione e il suo reinserimento sociale; servizi, anche questi ultimi, reperibili nelle attività svolte dagli ambulatori della LILT.

“La lotta contro il cancro ci riguarda tutti: solo unendo le forze e aumentando il nostro impegno congiunto, i nostri sforzi ci faranno ottenere i risultati migliori” ha dichiarato Stanley M. Bergman, Chairman of the Board e Chief Executive Officer di Henry Schein. “Noi del team Schein desideriamo ringraziare i nostri clienti e partner fornitori che partecipano al programma Practice Pink e continueremo a lavorare per raggiungere il nostro obiettivo comune: sconfiggere il cancro in tutto il mondo.”

Practice Pink è un’iniziativa di Henry Schein Cares, il programma di responsabilità sociale globale dell’azienda.

Henry Schein Cares si fonda su quattro capisaldi: coinvolgere i membri del team Schein per raggiungere il massimo delle potenzialità, garantire la responsabilità estendendo le pratiche aziendali etiche a tutti i livelli di Henry Schein, promuovere la sostenibilità ambientale e migliorare l’accesso all’assistenza sanitaria per le comunità a rischio e scarsamente servite in tutto il mondo.

Per informazioni: www.henryschein.it - www.henryschein.com

Articoli correlati

Henry Schein, Inc. (Nasdaq: HSIC), il principale fornitore al mondo di prodotti e servizi sanitari per professionisti che operano in studi dentistici e medici, è stata premiata...


Un sostegno per favorire l’accesso alle cure per le persone bisognose


Luis Carrière durante il convegno europeo Carriere® 2017

Henry Schein Orthodontics


Altri Articoli

Partendo da una ricerca italiana il prof. Gagliani pone alcune riflessioni sul ruolo centrale dell’odontoiatra nel “monitoraggio della salute del cittadino e quello della...

di Massimo Gagliani


Il presidente Filippo Anelli: vaccinare subito contro il Covid-19 tutti i medici libero professionisti e soprattutto anche gli odontoiatri


Una riforma da sempre richiesta dal settore odontoiatrico per evitare le attuali differenti regole normative tra Regioni su temi come autorizzazioni sanitarie e ASO


Sono giovani, prevalentemente donne che esercitano al Nord. Lombardia, Lazio, Veneto le regioni con il maggior numero di iscritti


In Europa si fa strada l'idea di un certificato europeo, una sorta di passaporto dei vaccini, per tornare a viaggiare nei prossimi mesi 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta