HOME - Aziende
 
 
12 Giugno 2012

Nobel Biocare Symposium 2012

Comunicato stampa

Nella suggestiva cornice della Sala del Giudizio del Museo della Città di Rimini, lo scorso 25 maggio si è tenuta la Conferenza Stampa di presentazione del Nobel Biocare Symposium 2012 che si terrà a Rimini dal 19 al 20 ottobre p.v.
Presenti alla tavola dei relatori Daniele Di Cesare, AD di Nobel Biocare Italiana,  Mauro Merli, Chairman del Simposio, Eugenio Romeo, membro del Comitato Scientifico, Paolo Barelli, relatore della sessione dedicata ad assistenti alla poltrona/igienisti dentali, Salvatore Bellocco della società GDS.

Quello che Nobel Biocare si appresta a vivere è un evento che intende rimarcare ancora una volta quella che è la mission aziendale: affiancare il professionista non solo in ambito clinico, ma anche formativo e culturale, per fornire gli strumenti indispensabili per garantire ai pazienti il miglior trattamento possibile.
Così Daniele Di Cesare ha accolto i partecipanti alla conferenza stampa, per la presentazione del prossimo Simposio.
La scelta del tema "Il valore aggiunto in implantologia: dall'eccellenza a soluzioni sostenibili per tutti i pazienti" rappresenta proprio questa volontà di proporre ai professionisti un'ampia gamma di soluzioni tra cui scegliere, tutte scientificamente validate e confermate dalla predicibilità del loro successo clinico.
Inserito nel calendario internazionale di eventi per la celebrazione del duplice anniversario dell'osteointegrazione, l'appuntamento di Rimini offrirà ai partecipanti la possibilità di valutare e approfondire quelle che sono le soluzioni più moderne ed efficaci per la risoluzione dei diversi casi di edentulia.

Nel prendere la parola, Mauro Merli ha presentato il valore del programma del Simposio, sottolineando come il comitato scientifico abbia potuto operare in piena autonomia, con la massima libertà di scelta di temi e relatori. Il rigore e il metodo adottati dal comitato hanno permesso di delineare un programma incentrato sull'approfondimento delle diverse opzioni terapeutiche per i pazienti con edentulia parziale o totale, nell'ottica di proporre soluzioni riabilitative basate sull'evidenza scientifica e ottimizzate nelle fasi operative per coniugare qualità delle prestazioni e sostenibilità e accessibilità per tutti i pazienti.
Mauro Merli ha voluto poi evidenziare come tutti i membri del comitato scientifico siano o siano stati personalità di spicco nell'ambito delle società scientifiche più prestigiose, a testimonianza dell'impegno nel proporre ai partecipanti del Simposio un momento ricco di scientificità e di attuabilità pratica delle diverse soluzioni proposte.
Con l'obiettivo di coinvolgere tutte le figure professionali che compongono il team dentale, il programma è stato suddiviso in più sessioni: per odontoiatri, per odontotecnici, per il personale ausiliario e sessioni comuni per odontoiatri e odontotecnici. "Anche questo", ha sottolineato Merli, "è garanzia del fatto che il programma è stato studiato con attenzione in ogni sua componente, per rispondere alle diverse esigenze formative del team dentale".

Nel suo intervento, Eugenio Romeo ha sottolineato come, anche in un periodo di difficoltà sociale come quello che stiamo vivendo, il professionista non può prescindere dalla qualità delle prestazioni e che solo la scelta di tecniche e materiali più idonei alla risoluzione del caso clinico può garantire l'ottimizzazione del trattamento e un conseguente risparmio economico. Il professionista deve quindi essere in grado di offrire soluzioni riabilitative di qualità in base alle specifiche esigenze e desideri espressi dal paziente.

L'intervento dei rappresentanti del Comitato Scientifico ha poi lasciato spazio anche alle nuove tecnologie. È stato quindi proiettato un filmato di presentazione del Simposio, con protagonista lo stesso Merli, ed è stata presentata la tecnologia dei filmati in 3D che animerà una sessione del Simposio.
Come sottolineato da Salvatore Bellocco, la tecnica di visualizzazione 3D rappresenta una vera rivoluzione in ambito medico in quanto permette di apprendere e osservare in modo completo e realistico ogni singolo, dando allo spettatore la sensazione di trovarsi nella medesima sala operatoria a fianco del chirurgo.

L'importanza della comunicazione all'interno dello studio odontoiatrico è stata invece al centro dell'intervento di Paolo Barelli che ha sottolineato come sia fondamentale che il personale di studio si senta coinvolto non solo nell'operatività dello studio, ma anche nel rapporto con il paziente. Spesso, infatti, il paziente trova più semplice e confortevole dialogare con un membro dello staff che non con il medico e le diverse figure del team odontoiatrico diventano quindi un importante veicolo di comunicazione.

Nel ribadire il desiderio del professor P.I Brånemark di essere presente all'appuntamento di Rimini, Di Cesare ha concluso la conferenza stampa ricordando come lo stesso Brånemark al Simposio di Goteborg abbia esortato i partecipanti a mettere il paziente sempre al centro delle scelte terapeutiche, al fine di assicurare un reale miglioramento della qualità di vita.

Le novità del Global Symposium 2012

Oltre alla visione di filmati in 3D, l'evento sarà caratterizzato da iniziative volte a ottimizzare le proposte formative.
In particolare, alle sessioni principali si affiancherà il programma Masterclasses: una serie di presentazioni tenute da odontoiatri e odontotecnici che condivideranno la propria esperienza clinica e tecnica in un format aperto alla discussione e all'interazione. Grazie a una didattica agile e dal carattere pratico, questi incontri permetteranno ai partecipanti di approfondire i diversi aspetti legati a NobelClinician™, NobelGuide™, All-on-4™,  NobelActive™ e NobelReplace® Conical Connection, con la possibilità di interagire con il relatore e i colleghi in un clima di reciproco arricchimento professionale.

L'applicazione delle nuove tecnologie sarà al centro anche della Poster Session Interattiva che prevede la visualizzazione digitale su appositi totem dei poster che saranno stati selezionati tra quelli sottoposti al comitato scientifico. Questa nuova modalità permetterà ai partecipanti di interagire con i poster tramite un sistema "touch screen".

Un altro momento formativo di sicuro rilievo darà quello dedicato alla Clinical Competition che si terrà nel pomeriggio di sabato. I protagonisti di questa sessione saranno giovani professionisti che presenteranno i loro casi clinici davanti alla platea e a un'apposita commissione che ne valuterà la valenza clinica e la capacità espositiva.

Per ulteriori informazioni sul programma del congresso, sulle modalità di iscrizione o di invio dei poster, sui dettagli logistici e per visionare il filmato in cui Mauro Merli presenta il programma del congresso è possibile consultare il sito www.simposionobel.it.

Articoli correlati

eventi     14 Settembre 2018

Forum delle odontoiatrie 3D

A Salerno, l’odontoiatria nell’era digitale il 14 - 15 settembre


Iandolo (CAO): “un’altra vittoria per la Professione Odontoiatrica”


Altri Articoli

I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


Operazione del NAS che oltre allo studio dentistico porta la chiusura di una casa di cura senza autorizzazione e di un laboratorio di analisi dove i prelievi venivano fatti da un impiegato


Di Fabio (ANDI Milano e Lodi): con la terza media è possibile fare il Ministro ma non l’Assistente di Studio Odontoiatrico


Attenzione ai messaggi ricevuti attraverso PEC, possono contenere programmi malware, a rischio anche quelli che sembrano provenire dall’Agenzia delle Entrate o dall’Ordine


L’autore del saggio di EDRA sul nuovo passaparola, commenta le inziative di CED e FNOMCeO e consiglia i dentisti su come favorire quelli positivi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi