HOME - Aziende
 
 
12 Giugno 2012

Nobel Biocare Symposium 2012: i relatori

Comunicato stampa

Paolo Barelli
Relatore della sessione dedicata a Assistenti alla Poltrona/Igienisti Dentali

L'importanza della comunicazione strategica per lo studio odontoiatrico


La comunicazione è diventata la categoria dominante per descrivere e interpretare i nostri comportamenti. Ma cosa significa esattamente? Come si comunica in maniera efficace e precisa? Tutto questo fa emergere sempre più la necessità di fornire gli strumenti per conoscere, per appropriarsi del sapere, cogliere al meglio i mutamenti.

Anche per lo studio odontoiatrico, la comunicazione resta l'unico elemento di collegamento tra il backstage e il front stage dello studio. Il paziente, infatti, può percepire la qualità e la valenza dello studio solo attraverso una comunicazione puntuale. Lo studio moderno deve essere orientato alla comunicazione strategica, deve saper trasmettere al meglio la propria filosofia e i propri valori e per farlo correttamente deve prima di tutto attivare una "piattaforma di valori"condivisi con il Team e i Collaboratori .

Obiettivo del corso rivolto al personale di studio che si terrà nell'ambito del Nobel Biocare Symposium è l'analisi delle studio odontoiatrico moderno rispetto alle metodologie di comunicazione (marketing relazionale, il marketing degli eventi, il marketing non convenzionale), ai vecchi e nuovi target (giovani, sempregiovani, donne, single, kidults, follower) a cui si tenta di dare risposte sempre più innovative, coinvolgenti, esperienziali. Le nuove strategie di comunicazione sono sempre più interattive e devono partire dalla comunicazione interna, ovvero quella di igienisti, assistenti, personale di studio. Queste figure rappresentano il vero link con l'esterno. Migliorare la comunicazione a questo livello significa creare una giusta relazione con l'esterno. A tale proposito è importante avere competenze di comunicazione - sia essa verbale, paraverbale e non verbale - conoscere le tecniche di feedback, saper creare empatia e saper motivare.

L'obiettivo principale è quello di valorizzare le procedure cliniche e organizzative attraverso la comunicazione del Team e con il Team di Studio, che vede come conseguenza logica la percezione di qualità delle cure, la quale nella maggior parte dei casi dipende più dal sentimento di essere stati ascoltati e compresi che dal reale intervento medico.

Daniele Di Cesare
Amministratore Delegato Nobel Biocare Italiana


Il miglioramento della qualità di vita del paziente al centro della mission di Nobel Biocare


Il 2012 rappresenta una duplice ricorrenza per l'implantologia osteointegrata. Sono infatti passati 60 anni dalla scoperta del concetto di osteointegrazione da parte del professor P.I Brånemark e 30 anni dalla conferenza di Toronto che ne sancì la sua validità a livello internazionale.
Nobel Biocare ha deciso di celebrare questo duplice anniversario con un calendario internazionale di eventi che, inaugurato dal Nobel Biocare Symposium 2012 tenutosi a Goteborg dal 21 al 23 marzo, farà tappa a Rimini i prossimi 19 e 20 ottobre.

Sulla scia del successo dell'appuntamento di Goteborg, in cui la presenza di P.I. Brånemark ha rappresentato per tutti i partecipanti - e in particolare per la delegazione italiana - un momento professionale e umano di particolare importanza, il Simposio di Rimini vuole sottolineare ancora una volta quella che è la mission di Nobel Biocare: migliorare la qualità di vita del paziente attraverso l'offerta di soluzioni implantoprotesiche efficaci, durature e sostenibili.

In un momento sociale sempre più impegnativo, l'odontoiatra deve potersi avvalere di un partner che lo supporti nel suo rapporto con il paziente con prodotti mirati e ottimizzati.
Il programma scientifico del Simposio, rivolto a tutte le componenti del team odontoiatrico, è stato studiato proprio per condividere con i partecipanti la mission di Nobel Biocare, attraverso la presentazione di tecniche e opzioni di trattamento che possano rispondere alle esigenze cliniche del singolo paziente, in modo personalizzato e sostenibile.
Il valore delle soluzioni proposte da Nobel Biocare sta proprio nella loro versatilità che le rende personalizzabili e modulabili. I diversi percorsi proposti per la risoluzione dei casi di edentulia parziale e totale saranno illustrati e supportati da quell'evidenza scientifica che è ormai un requisito imprescindibile per ogni opzione terapeutica.

Ma l'impegno di Nobel Biocare non si ferma solo a questo. Consapevole del fatto che il rapporto tra il team odontoiatrico e il paziente sia una delle componenti più preziose che contribuiscono a determinare il successo di un trattamento implantoprotesico, l'attenzione di Nobel Biocare si concentra anche sulla proposta di iniziative e strumenti che aiutino il professionista a dialogare con il paziente, illustrare al meglio le opzioni di trattamento, valorizzando la qualità dei prodotti scelti appositamente per lui.

Nell'attesa della conferma della presenza del professor P.I Brånemark all'appuntamento di Rimini, riecheggia ancora forte il messaggio da lui lanciato a Goteborg: "Se riuscite a comunicare, e se Madre Natura è d'accordo, tutto ciò che ricevono i pazienti può aumentare la qualità della loro vita."


Mauro Merli
Chairman scientifico del Nobel Biocare Symposium


Il programma scientifico

Oggi più che mai, in un contesto economico-sociale così complesso, dobbiamo essere in grado di offrire soluzioni riabilitative di qualità in base alle specifiche esigenze e desideri espressi dal paziente che si affida al singolo odontoiatra o ad un team di professionisti.

Questo è stato il principio che ha guidato il comitato scientifico - di cui fanno parte i colleghi Matteo Chiapasco, Stefano Gracis, Giuseppe Luongo, Eugenio Romeo e Massimo Simion  e gli odontotecnici Eugenio Bianchini e Davide Riva - nella scelta dei relatori e dei temi che verranno affrontati nel corso del Nobel Biocare Symposium che si terrà a Rimini dal 19 al 20 ottobre 2012.

La volontà di coinvolgere tutte le figure professionali che compongono il team dentale, il programma è stato suddiviso in più sessioni: per odontoiatri, per odontotecnici, per il personale ausiliario e sessioni comuni per odontoiatri e odontotecnici.

Il venerdì mattina, dedicato all'approfondimento delle soluzioni per edentulia totale, si aprirà con una sessione comune inaugurata dalla Lectio Magistralis affidata al professor Jorg Strub, noto clinico e ricercatore di fama internazionale e direttore della facoltà di Friburgo. Nel suo intervento, Strub descriverà le varie soluzioni disponibili oggi nell'era dell'odontoiatria digitale.
Si continuerà poi con la relazione "Tecniche convenzionali o chirurgia guidata? L'esperienza sostenuta dall'evidenza" tenuta da Giovanni Polizzi e Tommaso Cantoni.
A questo punto, il simposio prevede due sessioni parallele: quella per medici-odontoiatri, dedicata alla chirurgia, con relazioni tenute da Pier Francesco Nocini, Luca Francetti, Roberto Villa. Parallelamente, Roberto Bonfiglioli e Matias Kern affronteranno tematiche di grande attualità per gli odontotecnici.
Il venerdì pomeriggio sarà dedicato alle diverse soluzioni per soggetti con edentulia parziale. Si parlerà delle aspettative prognostiche delle riabilitazioni implantoprotesiche, argomento affidato a Isabella Rocchietta.  Successivamente, il programma prevederà l'approfondimento degli step principali della riabilitazione implantoprotesica: dal progetto virtuale all'applicazione del provvisorio, i criteri di scelta della sovrastruttura protesica e la soluzione estetica finale, rispettivamente trattati da Keng Mun Wong, Stefano Valbonesi e Mauro Fradeani.
Inoltre, l'offerta formativa sarà estesa anche agli igienisti dentali e alle assistenti alla poltrona con un corso sulla comunicazione nello studio odontoiatrico.
Il sabato mattina, in sessione comune, professionisti di chiara fama condivideranno con i partecipanti video 3D riguardanti soluzioni riabilitative implantoprotesiche in un'ottica sia chirurgia sia protesica.
Il sabato pomeriggio è prevista una competizione clinica per un gruppo selezionato di giovani professionisti.


Salvatore Bellocco

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi" (Marcel Proust). Questa in sintesi la peculiarità della tecnologia 3D: attraverso occhi nuovi, la tridimensionalità e l'alta definizione, è possibile percepire immagini e filmati in una veste assolutamente realistica, visualizzandone proporzioni e dimensioni.

La visione 3D consente di percepire la profondità delle immagini. Ciascun occhio, per ogni singolo frammento, visualizza un'immagine diversa (percezione simultanea). Il cervello, elaborando  le due differenti scene, riesce ad effettuare una fusione di entrambe, permettendo di riconoscerne così la profondità.

La tecnica di visualizzazione 3D rappresenta una rivoluzionaria tecnologia studiata per apprendere ed osservare in maniera completa, apprezzando ogni singolo dettaglio e facilitando l'apprendimento, in campo medicale, dei diversi piani operatori, creando l'opportunità di trovarsi virtualmente nella medesima sala operatoria a fianco del chirurgo/operatore.

La didattica 3D garantisce:                        
una straordinaria percezione della profondità
una visione totale delle proporzioni
un coinvolgimento massiccio dei partecipanti nella visione dei filmati

Grazie alle potenzialità offerte dal sistema di ripresa 3D è possibile comunicare realtà

Articoli correlati

Sono 1600 le persone che complessivamente verranno selezionate da DentalPro, il più grande Gruppo odontoiatrico privato in Italia e il decimo gruppo della Sanità privata dopo le...


Forse il più bel regalo al SIASO, per i 10 anni dalla sua fondazione, è arrivato dalla Senatrice Maria Grazia De Biasi -presidente dalla Commissione Igiene e Sanità del Senato-...


I.De.A, l'associazione dedicata alle A.S.O., presieduta da Rossella Abbondanza, opera a livello Nazionale dal 2010 ed ha come obiettivo quello di valorizzare e tutelare la professionalità, le...


Il Cenacolo Odontostomatologico Italiano - Associazione Italiana di Odontoiatria celebrerà i prossimi 8 e 9 aprile a Bologna (Hotel Savoia Regency Via del Pilastro, 2) il suo XX Congresso...


Nuova veste grafica per il sito SIASO, il sindacato delle assistenti studio odontoiatrico.Grazie a questo restyling il sito risulta molto più fruibile. Facile trovare le informazioni sulla...


Altri Articoli

Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


In vista del termine del triennio formativo e dell’obbligo per medici ed odontoiatri iscritti all’Albo di ottemperare al debito formativo previsto l’OMCeO Milano, sul proprio sito,...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi