HOME - Chirurgia Orale
 
 
28 Febbraio 2007

Position paper. Il plasma arricchito di piastrine nei processi rigenerativi ossei

di M. Piemontese, S.D. Aspriello, M. Procaccini


L’interruzione della vascolarizzazione a causa della lesione di un tessuto porta alla formazione di fibrina e all’aggregazione piastrinica; le piastrine e le cellule adiacenti rilasciano numerosi fattori di crescita che includono il platelet-derived growth factor (PDGF), il transforming growth factor (TGF) e l’insulin-like growth factor (IGF) che inducono e promuovono la guarigione e la formazione di tessuto. Gli studi sui fattori di crescita e sulla guarigione delle ferite hanno portato allo sviluppo di un gel o concentrato piastrinico autologo in un volume limitato di plasma, il PRP, impiegato in vari campi della chirurgia per intensificare la guarigione della ferita e la rigenerazione.
Secondo una metodica che ha trovato ampia applicazione clinica, il PRP in combinazione con materiali di riempimento osseo, di cui aiuta la stabilizzazione iniziale nel sito ricevente, viene utilizzato per indurre rigenerazione ossea. Tuttavia fino a oggi non vi stata un’approfondita analisi dei dati e un confronto scientifico che sia in grado di stabilire se l’impiego del PRP nei processi rigenerativi ossei porti a un reale vantaggio biologico e clinico rispetto alle ormai ben consolidate affidabili e predicibili tecniche tradizionali.
Sempre più insistentemente si fanno avanti studi che dimostrano la tossicità, gli effetti soppressivi e l’assenza di beneficio aggiuntivo con l’uso del PRP a fronte di un aumento dei tempi, dei costi e del disagio per il paziente. In attesa di verifiche è doveroso riflettere sulla reale utilità del PRP nelle procedure rigenerative.

The PRP in bone regeneration 
The interruption of vascularization due to damage in a tissue, promotes the formation of fibrin and aggregation of platelets; platelets and adjacent cells release a lot of growth factors among which is also platelet-derived growth factor (PDGF), transforming growth factor (TGF) and insulin-like growth factor (IGF), which induce and promote healing and forming of new tissue. Some studies based on growth factors and on healing of wounds, have led to developing a gel or an autologous concentrate of platelets from a limited volume of plasma, the PRP, used in various fields of surgery to promote tissue regeneration.
Following a practice with a great clinical use, the PRP combined with other filling materials, of which enhances stabilization in the receiving site, is also used to induce bone regeneration. However at present there has not been a thorough analysis of the data or a scientific confrontation that is able to establish whether the use of PRP in bone regenerative processes brings an objective biological and clinical advantage compared to the well established, reliable and predictable traditional techniques. With ever-growing insistence are carried on studies that demonstrate toxicity, suppressive effects and absence of any added advantage from using PRP whilst there has been evidence of increased operation time and of costs and discomfort for the patient. While waiting for further studies it is due to reflect upon the utility of PRP in regenerative procedures.

Qualifiche Autori:
Università Politecnica delle Marche
Istituto di Scienze Odontostomatologiche
Direttore: prof. M. Procaccini



Articoli correlati

La rigenerazione guidata dell’osso attraverso membrane barriera ad azione occlusiva è praticabile in differenti difetti ossei alveolari. Tale fenomeno si può comprendere se si conosce la cascata...


Deferiti dai NAS di Milano all’Autorità Giudiziaria per trattamenti con la tecnica PRP senza autorizzazioni dei centri trasfusionali pubblici


Dotto.ssa Milvia Di Gioia Presidente Poiesis

Superando la facile tentazione di gridare al complotto di qualche lobby economica o un potere oscuro la questione è molto seria. La nostra professione è normata da precisi riferimenti...


607 studi professionali medici ed odontoiatrici, ambulatori e poliambulatori “visitati”che hanno determinato l’accertamento di irregolarità in 172 strutture (pari al 28% degli obiettivi...


La necessità di poter effettuare un prelievo venoso per la tecnica di rigenerazione ossea è solo una delle esigenze del laureato in odontoiatria. Se tecnicamente può imparare ad...


Altri Articoli

Con tale misura sarà possibile effettuare test antigenici rapidi come ausilio diagnostico sui pazienti che arrivano negli studi peraltro già sottoposti a triage. Peirano (CAO): gli odontoiatri...


Controllate aziende e laboratori di analisi, privati e convenzionati, ed altre strutture similari operanti nel commercio e nell’erogazione di test di analisi molecolari, antigeniche e sierologiche...


Il TAR respinge il ricorso presentato dalla CAO La Spezia contro un Centro DentalPro e legittima l’esercizio anche delle società non STP. Sarà il Consiglio di Stato a chiarire definitivamente la...


Iscritto all’Ordine di Cosenza sospeso per un mese per violazione articoli 1,2, 24,25  e 64 del codice deontologico. Ecco le motivazioni ed il commento del presidente CAO Giuseppe Guarnieri


Il JDR pubblica una interessante ricerca che conferma quanto il dentista possa essere utile per effettuare screening sulla popolazione, diventando, lo definisce nel suo Agorà del Lunedì il...

di Massimo Gagliani


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali