HOME - Chirurgia Orale
 
 
20 Settembre 2007

Trattamento ambulatoriale della sialolitiasi sottomandibolare

di A. Pispero, A. Achilli, G. Lodi, A. Sardella


Gli Autori presentano una breve revisione della letteratura sulla sialolitiasi sottomandibolare riportando i processi di formazione dei calcoli, le manifestazioni cliniche delle lesioni, le opportune indagini strumentali e soffermandosi in particolare sulle modalità di trattamento ambulatoriale dei calcoli situati nei due terzi anteriori del dotto escretore.
Secondo la letteratura, la rimozione chirurgica del calcolo risulta essere la tecnica più efficace; come valida alternativa sono indicate l’endoscopia e la litotripsia, laddove la chirurgia comporterebbe un eccessivo sacrificio biologico.
È infine riportato un caso clinico di sialolitiasi sottomandibolare trattato con isolamento del dotto escretore e rimozione della lesione con successiva sialodocoplastica.

Out-patient treatment of submandibular sialolithiasis
The Authors present a short review of the literature about submandibular sialolithiasis, including stone formation, clinical manifestations and instrumental diagnosis. In particular the paper deals with the outpatient surgical treatment of stones obstructing the anterior portion of Warthon’s duct. According to the literature surgical excision is still the most effective technique; endoscopy and lithotripsy may be an indicated alternative when a surgical excision will cause excessive tissue loss.
A case of submandibular sialolithiasis treated with Warthon’s duct isolation and stone excision followed by surgical modification of duct is also reported.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria
Unità di Medicina e Patologia orale
Responsabile: prof. A. Carrassi



Articoli correlati

ObiettiviI casi di scialoliti giganti riportati in letteratura sono pochissimi. Scopo di questo articolo è offrire una revisione della letteratura e di valutare l’efficacia di due differenti...


Giunge alla nostra osservazione la signora E.M., di anni 82, riferendo tumefazione del pavimento della bocca insorta da alcuni mesi e poi aumentata gradualmente senza periodi di remissione. La...


La diagnosi di ipofunzione salivare viene eseguita prevalentemente attraverso la misurazione dei flussi salivari (flusso salivare non stimolato e flusso salivare stimolato). Questo lavoro si propone...


Analisi istologiche hanno dimostrato che i parenchimi delle ghiandole salivari sono gradualmente sostituiti da tessuto adiposo e fibroso con l’avanzare dell’età e molti studi funzionali hanno...


Nonostante i numerosi studi epidemiologici, non è ancora chiaro se la severità della disfunzione salivare è associata al sintomo soggettivo di bocca asciutta (xerostomia) riportato dal paziente....


Altri Articoli

La notizia è che dopo alcuni anni torna il dibattito sul numero dei posti per l’accesso al corso di laurea in odontoiatria e sugli italiani che si laureano all’estero. Da...

di Norberto Maccagno


Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION