HOME - Chirurgia Orale
 
 
30 Aprile 2008

Disgiunzione chirurgica versus ortopedica

di C. Maspero, D. Farronato, G. Farronato, G. Santoro, R. Riva


Il trattamento d’elezione del deficit trasverso del mascellare superiore è l’espansione rapida del palato che può essere di tipo ortopedico o chirurgicamente assistita. Lo scopo di questo studio è stato quello di valutare le modificazioni scheletriche sul piano verticale, sagittale e trasverso in pazienti a fine crescita, sottoposti ad espansione chirurgicamente assistita del mascellare superiore, e confrontare tali risultati con quelli ottenuti in soggetti in fase dinamica di crescita, trattati con disgiunzione ortopedica.
Sono stati presi in esame due gruppi di pazienti, tutti con cross-bite bilaterale posteriore: il primo formato da 6 soggetti a fine crescita, il secondo da 18 pazienti in fase dinamica di crescita. Per ogni paziente sono state eseguite, prima e dopo il trattamento, una teleradiografia in proiezione latero-laterale e postero-anteriore del cranio, modelli in gesso delle arcate dentarie e fotografie intraorali.
Dopo l’espansione, in entrambi i gruppi aumentano le dimensioni trasversali del mascellare superiore e della cavità nasale, la larghezza dell’arcata superiore ed inferiore. Alla fine del trattamento non è stata rilevata alcuna modificazione verticale significativa. Per quanto riguarda gli effetti sul piano sagittale l’angolo ANB tende ad aumentare nelle III classi scheletriche ma rimane invariato nelle I e II. 
La disgiunzione ortopedica rapida del palato, nei soggetti in fase dinamica di crescita, e l’espansione chirurgicamente assistita, nei soggetti adulti, risulta essere la terapia d’elezione per le discrepanze trasversali del mascellare superiore, indipendentemente dalla classe scheletrica e dai rapporti verticali. 
Le II classi scheletriche e gli open bite scheletrici non possono essere considerati una controindicazione assoluta alla disgiunzione.

Orthopaedic vs. surgical palatal expansion
Rapid palatal expansion is the treatment of choice for skeletal cross-bite; it can be orthopaedic or surgically assisted.
The purpose of this study was to evaluate three-dimensional skeletal changes in nongrowing patients who underwent surgically assisted maxillary expansion, and to compare these results with those obtained in growing patients treated by orthopaedic disjunction.
Two groups of patients with posterior cross-bite were analysed: the first group was formed by 6 adults, the second by 18 growing subjects. Lateral and frontal cephalometric x-ray films, dental casts and intraoral photographs were taken for each patient before and after expansion.
The results showed that maxillary transversal size, nasal cavity, lower and upper arch width increased in both groups after expansion while no significant vertical change was noted at the end of treatment. ANB angle tended to increase in skeletal classes III but it remain unchanged in class I and II malocclusions.
Orthopaedic rapid palatal expansion, in growing subjects, and surgically assisted palatal expansion, in adults, can be considered the best treatment for skeletal cross-bite, independently of skeletal class and vertical relationships. Skeletal class II and skeletal open bite malocclusions cannot be considered an absolute controindication to palatal expansion.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Milano
Istituti Clinici di Perfezionamento
Clinica Odontoiatrica
Direttore: prof. G. Santoro
Reparto di Ortodonzia
Responsabile: prof. G. Farronato



Articoli correlati

ObiettiviScopo di questo lavoro è valutare le possibilità e i limiti di un caso di camouflage ortodontico di asimmetria mandibolare.Materiali e metodiÈ stata presa in esame una giovane donna di 26...


Obiettivi. Prendere in esame le caratteristiche della maschera facciale (FM) con le varie modalità di utilizzo clinico e descrivere il protocollo ortopedico FM/BB che prevede l’uso di una Maschera...


Obiettivo. Proporre un nuovo dispositivo per l’espansione rapida del palato associato al protocollo clinico applicativo per ottenere un’espansione del palato con componente prevalentemente...


Obiettivi. Valutare tramite rinomanometria il ciclo nasale di giovani bambini ed evidenziare le caratteristiche e le implicazioni ortognatodontiche. Materiali e metodi. Sono stati analizzati dieci...


La derotazione dei molari mascellari nelle malocclusioni di seconda classe di Angle è una tappa fondamentale per la corretta risoluzione del problema e per il ripristino di una masticazione...


Altri Articoli

La precisazione arriva dal Ministero della Salute. Ecco fino a quando si potrà assumere ASO senza attestato ed entro quando chi è già assunto deve conseguirlo


CAO, ANDI, ANTLO, SNO/CNA, Confartigianato concordano un documento comune per dare indicazioni sui passaggi operativi che lo studio odontoiatrico e il laboratorio odontotecnico devono condividere


Attraverso una lettera al Governatore della Lombardia i Sindaci chiedono interventi a favore dei pazienti. Un Consigliere racconta le difficoltà di trovare un dentista che continui le cure


Grazie all’accordo con ANTLO si apre la sezione odontotecnica nell’area clinica ospitando contributi tecnici curati dai Docenti di ANTLO Formazione


Nisio: nel percorso è previsto il coinvolgimento di tutte le figure professionali che ruotano attorno al tema della formazione professionale, compresi i rappresentanti dei cittadini e dei pazienti


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION