HOME - Chirurgia Orale
 
 
15 Giugno 2008

Lipomi della bolla del Bichat: diagnosi e trattamento chirurgico

di G. Salvato, G. Canzi


I lipomi sono le più frequenti neoplasie benigne mesenchimali dei tessuti molli; l’1-4% si localizza al cavo orale, dove clinicamente può coinvolgere la mucosa geniena. La nostra casistica è composta di 10 casi di neoformazioni isolate della guancia di origine adiposa. In ciascuno di questi pazienti la clinica e l’approfondimento strumentale mediante ultrasuoni hanno confermato le caratteristiche di lesione benigna a verosimile partenza dalla bolla del Bichat. L’intervento chirurgico è stato condotto in anestesia locale con accesso esclusivamente intraorale.
La lesione è stata isolata per via smussa in ciascun caso ed escissa. L’intervento chirugico così condotto ha permesso, già nell’immediato postoperatorio, il ripristino della corretta morfologia del viso e del cavo orale, con immediata risoluzione dei sintomi legati alla presenza della massa occupante spazio. Il notevole vantaggio e la peculiarità di questo tipo di accesso sono sicuramente costituiti dall’assenza di reliquati cicatriziali visibili e dall’eseguibilità della procedura con semplice anestesia locale. La diagnosi clinica è stata confermata istologicamente in ciascun paziente e il follow-up medio è attualmente di 15 mesi (range 2-27 mesi).

Diagnosis and treatment of lipomas stemming from buccal fat pad
Lipomas are the most frequent mesenchimal benign tumors of all soft tissues. 1-4 % of these tumors are located in oral cavity where they affect cheek mucosa. The Authors’ sample consists of 10 cases with a single swelling originating from fat tissue in the cheek. For any of those patients examination and ultrasonography confirmed that swellings were benign lesions probably stemming from buccal fat pads (corpus adiposum buccae). Surgical removal was performed under local anesthesia; all lesions were accessed intraorally, isolated and excised. Surgery led to immediate normalization of facial and oral appearance; all symptoms due to tissue compression also disappeared quickly. Intraoral access offers two main advantages: it does not produce skin scars and it can be performed under local anesthesia. In any patient diagnosis was confirmed by biopsy; follow-up lasted from 2 to 27 months (mean value 15 months).

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Milano-Bicocca
Dipartimento di Neuroscienze - Ospedale San Gerardo di Monza
Cattedra e UO di Chirurgia Maxillo-Facciale e Chirurgia Plastica
Direttore: prof. A. Bozzetti

 



Articoli correlati

La rimozione dei terzi molari mandibolari impattati è una comune procedura dento-alveolare eseguita in chirurgia orale e maxillo-facciale, con diversi livelli di difficoltà...

di Lara Figini


Uno degli inconvenienti che spesso affligge operatore e paziente durante le procedure odontoiatriche è l' induzione del dolore causato dall'iniezione in fase di anestesia. In particolare, i...


ObiettiviLa letteratura descrive diverse complicazioni derivate dall'uso di anestetici locali, tra le quali ricordiamo la necrosi tessutale da anestetico. Viene presentato un caso di tale complicanza...


Lagoftalmo, iniezione intravasale, lesioni del tronco nervoso. Le complicanze di un’anestesia locale in odontoiatria sono poco frequenti e generalmente reversibili; nulla a che vedere con quella...


I filosofi stoici combattevano le paure con la pratica dell’attenzione, i martiri cristiani invece tendevano a ignorare i mali del corpo concentrando la loro mente altrove, verso l’idea di Dio....


Altri Articoli

Maria Costanza Meazzini guiderà ECPCA fino al 2013, durante il suo mandato l’organizzazione del Congresso internazionale a Milano. Le Congratulazione del Governatore Fontana


Il Garante della Privacy dà il via libera al MEF per inserire tra le professioni che devono inviare i dati, anche quelle iscritte ai nuovi Albi delle professioni sanitarie che fatturano al paziente


Interessante decisione della CCEPS chiamata a giudicare la sanzione ad un direttore sanitario per mancata vigilanza in tema di abusivismo e quando decorre la prescrizione del reato 


A finire nei guai tre diplomati odontotecnici, un assistente alla poltrona e un direttore sanitario. In provincia di Forlì-Cesena chiuso studio senza direttore sanitario 


Al Congresso SUMAI si è parlato anche di odontoiatri nel SSN: Magi, Ghirlanda, Fiorile pronti al dialogo con il Ministero per cercare di risolvere la questione


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi