HOME - Chirurgia Orale
 
 
30 Aprile 2009

Radiopacità del seno mascellare in un caso di crescita ossea anomala

di A.E. Borgonovo, A. Fabbri, A. Giussani, L. Olivieri, A. Bianchi


L'individuazione di lesioni radiopache e radiotrasparenti dei mascellari costituisce per l'odontoiatria e per il chirurgo orale un evento piuttosto frequente. Le lesioni radiopache del seno mascellare, talvolta simili dal punto di vista radiografico, possono essere di natura diversa, che può variare dalla semplice esostosi fino a forme tumorali particolarmente aggressive; altresì, le cause che le hanno determinate possono essere molteplici, e cioè genetiche, metaboliche, disontogenetiche, flogistiche; per quanto riguarda le forme tumorali vale l'azione dei fattori di rischio locali.
Questo quadro eterogeneo impone all'odontoiatria di formulare un'attenta diagnosi differenziale prima di iniziare qualsiasi terapia, prendendo in esame tutte le entità patologiche compatibili con il quadro radiografico riscontrato. Con questo lavoro gli autori presentano un caso clinico di crescita ossea anomala all'interno del seno mascellare, avvenuta in seguito al trattamento chirurgico di una cisti radicolare del mascellare superiore; prendono inoltre in esame le lesioni radiopache del seno mascellare, ponendole in dignosi differenziale e mettendone in risalto soprattutto gli aspetti radiologici



Articoli correlati

I protocolli diagnostici e chirurgici giocano un ruolo fondamentale nel successo della riabilitazione implantoprotesica. La loro definizione deve essere chiara e fondata su...

di Danilo Alessio Di Stefano


La radiografia panoramica, nota anche come ortopantomografia (OPG), è comunemente usata nelle indagini di dolore facciale e dentale. Questo esame radiografico è in grado di...

di Lara Figini


Come evitare le complicanze emorragiche

di Lara Figini


I trattamenti canalari, protesici e implantari richiedono nella maggior parte dei casi nozioni precise di tipo anatomico per essere condotti in maniera corretta e per offrire una prognosi di...


Altri Articoli

Lo chiedono i presidenti CAO della Calabria prima della riapertura degli studi. Si deve prevedere canali privilegiati ed incentivi per l’approvvigionamento di DPI


A marzo il portale di Edra sfiora il milione di pagine viste. Successo anche della Fad e dei webinar. Dental Cadmos di aprile è ora scaricabile on-line


Donati a vari ospedali nelle aree più colpite dal virus, test rapidi certificati CE (COVID-19 IgG/IgM Rapid Test) per la rilevazione qualitativa di anticorpi anti COVID-19.


Il prof. Abati sugli effetti della saliva sulla contaminazione di operatori e pazienti documentati in letteratura fin dagli anni ‘70


Istituto indica i DPI che gli operatori devono indossare a seconda delle mansioni, comprese quelle che prevedono una esposizione all’aerosol a meno di un metro


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP