HOME - Chirurgia Orale
 
 
02 Aprile 2012

Trattamento ortodontico-chirurgico di canini mascellari inclusi

di M. Clementini, C. Agrestini, M. Mucedero, P. Cozza


Obiettivi
Il trattamento combinato chirurgico-ortodontico per il recupero dei canini mascellari inclusi si è sviluppato notevolmente negli ultimi anni, considerando non solo il management dei tessuti duri e molli, ma anche delle forze di trazione. Lo scopo del presente lavoro è descrivere una tecnica combinata chirurgico-ortodontica per il trattamento di un canino incluso mascellare, valutandone i risultati funzionali ed estetici nel follow-up a medio termine (5 anni).

Materiali e metodi
P.B., di 13 anni, si è presentato presso il reparto di Ortognatodonzia del Policlinico Tor Vergata per una visita ortodontica. Dalle indagini radiografiche si evidenzia la malposizione intraossea dell'elemento 2.3 in una dentizione mista tardiva e si è deciso pertanto per il suo recupero in arcata attraverso un approccio combinato ortodontico-chirurgico.

Risultati
Nel follow-up a 5 anni il paziente si è presentato con una buona stabilità occlusale. L'elemento riposizionato ortodonticamente in arcata presenta adeguata porzione di tessuto cheratinizzato vestibolare e un margine che segue l'andamento della giunzione amelo-cementizia, assenza di sanguinamento al sondaggio, una profondità di tasca <4 mm e assenza di perdita ossea visibile radiograficamente.

Conclusioni
Il trattamento combinato chirurgico-ortodontico (eruzione "chiusa" verso il centro della cresta alveolare con l'applicazione dei principi di una chirurgia conservativa, della tecnica adesiva e della trazione ortodontica controllata) simula l'eruzione fisiologica dentale, ottenendo un corretto allineamento in arcata associato a condizioni di salute parodontale. Dovrebbe quindi essere considerato come trattamento di scelta per i denti inclusi, almeno quando la loro posizione e l'assenza di anchilosi permetta la loro eruzione.



Articoli correlati

Obiettivi. Dimostrare come con l’apparecchiatura Invisalign possano essere risolti casi complessi in pazienti adulti.Materiali e metodi. Per determinare lo stato dell’arte raggiunto dalla tecnica...


Obiettivi. L’introduzione in ambito clinico-diagnostico di apparecchiature in grado di valutare gli aspetti funzionali, oscuri all’esame clinico, ha enormemente ampliato le frontiere della...


Altri Articoli

Sinergia Associazione Italiana Odontoiatri-Tokuyama: i soci riceveranno un "Welcome kit" fino al 30 aprile


Il prof. Gagliani pone l'attenzione su di una ricerca che evidenza come la scienza dei materiali e l’intelligenza artificiale possa contribuire a rendere l’ambiente poco ospitale per i virus

di Massimo Gagliani


L’Ordinanza del Generale Figliulo con le nuove priorità di vaccinazione potrebbe coinvolgere anche tutte le figure presenti in studio. Per l’ANTLO, anche gli odontotecnici  


Il mercato chiederà meno vendita diretta e più assistenza e consulenza, ipotizza Maurizio Quaranta (ADDE) evidenziando la difficoltà per i depositi di trovare un ricambio generazionale qualificato


Definiti tutti i presidenti delle Commissioni Albo Odontoiatri provinciali: 24 quelli che hanno cambiato la guida, 6 le donne


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come spiegare gli interventi odontoiatrici al paziente