HOME - Chirurgia Orale
 
 
07 Maggio 2013

Rialzo del seno mascellare con prelievo di osso autologo da siti intraorali: chirurgia piezoelettrica vs chirurgia tradizionale

di G. Lomartire, F. Carini, V. Santagada, F. Pirrone, G. Bonacina


Obiettivi: L'obiettivo primario del presente studio era valutare il successo della rigenerazione ossea mediante rialzo del seno mascellare utilizzando due strumentari diversi; l'obiettivo secondario era valutare il successo degli impianti dentali inseriti in osso di nuova formazione.
Materiali e metodi: Nello studio sono stati inclusi 10 pazienti trattati con rialzo bilaterale del seno mascellare mediante innesto autologo a prelievo intraorale. È stata usata la metodica piezoelettrica per il lato destro di ciascun paziente (gruppo A) e lo strumentario tradizionale con frese rotanti per il lato sinistro (gruppo B). Dopo un periodo di 4-5 mesi dalla chirurgia ricostruttiva, i pazienti sono stati sottoposti a chirurgia implantare per un totale di 40 impianti posizionati in osso rigenerato.
Risultati: Le misurazioni radiografi che e cliniche degli innesti hanno dimostrato un guadagno medio di osso neoformato nella dimensione verticale (H) di 3,71 mm (49%) per il gruppo A e di 3,26 mm (43%) per il gruppo B. La percentuale di sopravvivenza cumulativa a 5 anni per gli impianti posizionati nel gruppo A è stata del 95,46%, mentre nel gruppo B si è attestata al 94%.
Conclusioni: Dai risultati ottenuti è emerso che l'intervento di elevazione del seno mascellare con prelievo intraorale è una tecnica valida mediante sia la tecnica piezoelettrica sia quella tradizionale. L'apparecchiatura piezoelettrica è risultata meno invasiva, più controllabile e più delicata sul tessuto osseo, garantendo una predicibilità dell'intervento maggiore rispetto allo strumentario rotante.



Articoli correlati

I materiali al silicato tricalcico ad oggi in commercio sono svariati e vengono utilizzati per le procedure di riempimento del canale radicolare, per l’otturazione apicale,...

di Lara Figini


La chirurgia del terzo molare è la più comune procedura in chirurgia orale, e le sue più frequenti complicanze o disagi post-operatori sono il dolore, il gonfiore e il...

di Lara Figini


Semplicità è la parola chiave della nuova gamma di micromotori per implantologia e chirurgia orale sviluppata da Bien-Air Dental


I terzi molari, o denti del giudizio, normalmente erompono tra i 17 e i 26 anni e poiché sono gli ultimi denti a entrare in arcata in un’elevata percentuale di casi non trovano...

di Lara Figini


Le suture sono il dispositivo medico più utilizzato per la chiusura delle ferite.Analogamente ad altri materiali impiantati nel corpo umano, i materiali da sutura sono considerati...

di Giulia Palandrani


Altri Articoli

Ai medici e dentisti sussidio sostitutivo e sospensioni dei contributi previdenziali. Intanto anche il Governo proroga i versamenti per i tributi


Rimandati i congressi IAO, SIDP, il test del San Raffaele a medicina ed odontoiatria ed il Congresso in occasione dei 30 anni della Scuola di specializzazione in Ortognatodonzia di Roma 


Lei era titolare della società intestataria dello studio e lui curava i pazienti ma non aveva la laurea, scoperti a Paestum


I consigli di Franco Merli sui documenti da conservare, quelli da dare al paziente e come inviare i dati al Sistema Tessera Sanitaria


Ministero ed ISS aggiornato il decalogo sui comportamenti da seguire ed invitano la popolazione a non recarsi al pronto soccorso ma rivolgersi al medico di base o al 112. La situazione del...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni