HOME - Chirurgia Orale
 
 
07 Maggio 2013

Rialzo del seno mascellare con prelievo di osso autologo da siti intraorali: chirurgia piezoelettrica vs chirurgia tradizionale

di G. Lomartire, F. Carini, V. Santagada, F. Pirrone, G. Bonacina


Obiettivi: L'obiettivo primario del presente studio era valutare il successo della rigenerazione ossea mediante rialzo del seno mascellare utilizzando due strumentari diversi; l'obiettivo secondario era valutare il successo degli impianti dentali inseriti in osso di nuova formazione.
Materiali e metodi: Nello studio sono stati inclusi 10 pazienti trattati con rialzo bilaterale del seno mascellare mediante innesto autologo a prelievo intraorale. È stata usata la metodica piezoelettrica per il lato destro di ciascun paziente (gruppo A) e lo strumentario tradizionale con frese rotanti per il lato sinistro (gruppo B). Dopo un periodo di 4-5 mesi dalla chirurgia ricostruttiva, i pazienti sono stati sottoposti a chirurgia implantare per un totale di 40 impianti posizionati in osso rigenerato.
Risultati: Le misurazioni radiografi che e cliniche degli innesti hanno dimostrato un guadagno medio di osso neoformato nella dimensione verticale (H) di 3,71 mm (49%) per il gruppo A e di 3,26 mm (43%) per il gruppo B. La percentuale di sopravvivenza cumulativa a 5 anni per gli impianti posizionati nel gruppo A è stata del 95,46%, mentre nel gruppo B si è attestata al 94%.
Conclusioni: Dai risultati ottenuti è emerso che l'intervento di elevazione del seno mascellare con prelievo intraorale è una tecnica valida mediante sia la tecnica piezoelettrica sia quella tradizionale. L'apparecchiatura piezoelettrica è risultata meno invasiva, più controllabile e più delicata sul tessuto osseo, garantendo una predicibilità dell'intervento maggiore rispetto allo strumentario rotante.



Articoli correlati

In una revisione sistematica, pubblicata su OOO di novembre 2020, gli autori hanno valutato il rischio di sanguinamento nelle procedure di implantologia dentale in pazienti che assumevano...

di Lara Figini


Gli autori hanno confrontato l’accuratezza della posizione in 2D e 3D di quattro protocolli chirurgici implantari guidati utilizzando un’analisi delle deviazioni lineari e angolari

di Lara Figini


I denti sovrannumerari hanno una frequenza di sviluppo, nella dentizione permanente, compresa tra lo 0,15% e il 3,9% nei caucasici e superiore al 3% negli individui di razza...

di Lara Figini


I dentisti, così come i chirurghi orali, rappresentano una categoria indiscutibilmente molto esposta a svariate malattie infettive professionali, a causa delle procedure dentali...


Immagine d'archivio

In uno studio in vitro, pubblicato su Oral Surgery gli autori hanno confrontato la preparazione del sito implantare ottenuta mediante un sistema di frese rotanti a paragone con quella ottenuta...

di Lara Figini


Altri Articoli

Con un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate viene posticipata la scadenza dell’invio dei dati per fatture emesse, e rimborsate, nel 2020


Marin (ANTLO): ognuno a caldeggiare le proprie necessità, perché non si è fatto fronte comune? Davanti alla salute, misero rivendicare distinguo sindacali


Classificazione, rapporto con i pazienti e come le nuove tecnologie possono aiutare la cura, sono tra gli argomenti affrontati nel video incontro con la dott.ssa Morena Petrini


AIO chiama i tavoli ministeriali: ‘’fare presto con la legge’’. Odontoiatri a rischio convenzionamento con ASL


Intanto il ritardo delle consegne delle nuove dosi sta rallentando la somministrazione anche nelle Regioni che avevano inserito gli odontoiatri tra i prioritari


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale