HOME - Chirurgia Orale
 
 
01 Gennaio 2013

Rimozione chirurgica di un impianto a lama in rapporto con il nervo alveolare inferiore

di A. Di Marco, J. Motta Jones, S. Magrin, T. Ghedini, L. Crivelli


Obiettivi. Descrivere il caso di una paziente in cui si è resa necessaria la rimozione di un impianto a lama, soluzione in voga alla fine degli anni Sessanta, attraverso un approccio chirurgico mininvasivo.
Materiali e metodi. Viene rimossa una lama endossea di Linkow, causa di parestesia e dolore, che mostrava rapporti di contiguità con il nervo alveolare inferiore. L'accurata revisione del sito chirurgico, ottenuta
mediante l'utilizzo di strumenti di tipo piezoelettrico (inserto EL-3 Piezosurgery, Mectron) ha consentito una rimozione del tessuto di granulazione salvaguardando le strutture nobili adiacenti.
Risultati e conclusioni. Il controllo clinico eseguito a distanza di 7 giorni dall'intervento e quello radiografico a lungo termine rivelano una buona guarigione e la completa risoluzione della parestesia e del quadro algico.



Articoli correlati

Immagine di archivio

La rimozione chirurgica dei terzi molari mandibolari è uno dei trattamenti più frequentemente eseguito dai chirurghi orali, e nonostante l’ampio ricorso a procedure...

di Lara Figini


La rimozione chirurgica dei terzi molari inferiori impattati o semi-impattati è una procedura di routine invasiva, eseguita da chirurghi orali e maxillo-faciali, che coinvolge...

di Lara Figini


Leggi il capito del libro del dott. Nibali in cui viene approfondita la procedura step-by-step di rigenerazione della forcazione 


L’enucleazione, con o senza innesto osseo allogenico, è la principale procedura chirurgica per trattare le piccole cisti odontogene. Tuttavia l'approccio alle cisti di grandi...

di Lara Figini


La chirurgia del terzo molare è la più comune procedura in chirurgia orale, e le sue più frequenti complicanze o disagi post-operatori sono il dolore, il gonfiore e il...

di Lara Figini


Altri Articoli

La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni