HOME - Conservativa
 
 
21 Dicembre 2017

La radioterapia di testa e collo può influenzare le proprietà meccaniche e la durata dei nostri restauri dentali?

di Lara Figini


Nei casi di pazienti affetti da tumori della testa e del collo è fortemente raccomandato tenere monitorizzata la loro salute oro-dentale da parte dell'odontoiatra sia prima che durante e dopo la radioterapia, qualora quest'ultima dovesse essere eseguita.

La radioterapia a livello di testa e collo (HNRT) produce una serie di effetti collaterali spiacevoli nei tessuti che circondano il tumore, che a livello orale possono essere:

- iposalivazione,

- mucositi,

- trisma,

- osteoporosi,

- carie correlate alle radiazioni.

Si è potuto constatare che nel 25% dei pazienti sottoposti a radioterapia a livello di testa e collo si verificano un rapido insorgere di carie e distruzione dentale generalizzata tali da compromettere la funzione orale complessiva e la qualità della vita dei pazienti stessi.

La radioterapia a livello di testa e collo può compromettere anche la durata e l'integrità dei restauri che il dentista ha eseguito o esegue?

Alcuni studi in vitro hanno dimostrato un'interazione negativa tra dosi di radiazioni ionizzanti e materiali dentali metallici, i quali pare aumentino la dose di radiazioni originali a causa della loro elevata densità, numero atomico e conducibilità [Chin 2009, Reitemeier 2002]. Inoltre, è stato osservato che anche le proprietà meccaniche e la sopravvivenza clinica di materiali dentali come i cementi convenzionali vetro-ionomerici e i vetroionomerici modificati con resina sono fortemente influenzate dall'iposalivazione legata al danno radiogeno delle ghiandole salivari. I materiali da restauro quindi più adatti in queste circostanze paiono essere le resine composite.

In una recente revisione sistematica pubblicata su Dental Materials di novembre 2017 vengono analizzate le prove scientifiche dell'impatto, in vitro e in vivo, che la radioterapia a livello di testa e collo può avere sul comportamento meccanico dei restauri in resine composite e dei sistemi adesivi per contribuire in ultima analisi allo sviluppo di protocolli specifici sui materiali da utilizzare in questi casi e su quali procedure adottare.

Gli autori hanno condotto una ricerca di tutti gli articoli pertinenti pubblicati in letteratura in lingua inglese mediante PubMed, Embase, Scopus e ISI Web di Science databases utilizzando come parole chiave: "radioterapia", "resine composite" e "sistemi adesivi". Gli studi selezionati dovevano aver valutato il comportamento meccanico delle resine composte e/o dei sistemi adesivi sia nei casi in cui la procedura di restauro fosse stata condotta prima e/o dopo una dose massima di radioterapia ≥50 Gy, sia in vitro che in vivo. Dei 115 studi individuati, solo 16 sono stati inclusi nella revisione finale, di questi cinque hanno valutato l'effetto dell'HNRT in vitro su microdurezza, resistenza all'usura, resistenza diametrale e resistenza alla flessione delle resine composite, non mostrando alcun effetto negativo significativo nella maggior parte dei report.

11 studi hanno valutato la forza di adesione dei sistemi adesivi non riportando effetti negativi significativi qualora la procedura di incollaggio fosse stata eseguita prima dell'HNRT simulato. Al contrario, cinque studi hanno mostrato che la forza di legame diminuiva quando la procedura di adesione fosse stata effettuata poco dopo la radioterapia in vitro.

Dai dati di questo studio si può concludere che il comportamento meccanico delle resine composite e dei sistemi adesivi non sembra essere influenzato qualora la radioterapia HNRT venga applicata dopo la procedura di incollaggio. Tuttavia, la forza di legame dei sistemi adesivi va incontro a diminuzione quando la radioterapia simulata viene eseguita immediatamente prima della procedura di incollaggio.


A cura di Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33


Per approfondire:

  • Chin DW, Treister N, Friedland B, Cormack RA, Tishler RB,Makrigiorgos GM et al. Effect of dental restorations andprostheses on radiotherapy dose distribution: a Monte Carlostudy. J Appl Clin Med Phys 2009;10:80-9.
  • Reitemeier B, Reitemeier G, Schmidt A, Schaal W,Blochberger P, Lehmann D, et al. Evaluation of a device forattenuation of electron release from dental restorations in atherapeutic radiation field. J Prosthet Dent 2002;87:323-7.
  • Madrid Troconis CC, Santos-Silva AR, Brandão TB, Lopes MA, de Goes MF. Impact of head and neck radiotherapy on the mechanical behavior of composite resins and adhesive systems: A systematic review. Dent Mater. 2017 Nov;33(11):1229-1243.

Articoli correlati

Queste le cause alternative rispetto a radioterapia e bifosfonati

di Lara Figini


OBIETTIVI. Lo scopo di questo lavoro è illustrare i punti chiave del programma di gestione clinica dei pazienti affetti da cancro orale. MATERIALI E METODI. Nelle fasi iniziali della patologia,...


La prevenzione e il trattamento orale, sia a livello igienico sia dentale, prima di radioterapia per tumore maligno del distretto cervico-facciale, sono necessari per minimizzare le patologie...


Il trattamento dei pazienti affetti da carcinoma orale prevede l’utilizzo di un protocollo di intervento integrato che comprende l’utilizzo di radiazioni ionizzanti. L’efficacia della...


Altri Articoli

Aziende     30 Ottobre 2020

Informati, ispirati ed educati

TePe Share è un progetto per accrescere ulteriormente la consapevolezza riguardo l’importanza di una buona igiene orale


Concorso pubblico unificato, per titoli ed esami, per tre posti a tempo indeterminato. Le domande entro il 23 novembre 2020 


Molti i temi in agenda della neonata Commissione: dalla questione dell’abusivismo, alla sentenza del Consiglio di Stato, passando dall’organizzazione dei rapporti con le Commissioni territoriali...


Video incontro con Giacomo Derchi ed Enrico Manca con consigli, indicazioni e considerazioni su materiali e tecniche da utilizzare. Occasione anche per sfogliare insieme il loro libro edito da Edra


Dal report settimanale del Ministero della Salute, forti preoccupazioni in molte regioni: “si va verso uno scenario 4”, quello di un lockdown. Fine settimana di valutazioni per il Governo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Emergenza Covid ed odontoiatria: il punto con il presidente Iandolo