HOME - Conservativa
 
 
11 Settembre 2018

Pulpite sintomatica

Come alleviare il dolore post-operatorio

di Lara Figini


Uno dei principali scopi del trattamento canalare è quello di eliminare il dolore di origine endodontica. Tuttavia, non sempre dopo avere completato la terapia endodontica scompare il dolore tant’è vero che la sua persistenza nei giorni successivi alla terapia viene riportata in letteratura dal 25 al 40% dei pazienti (Nixdorf, 2010).

Diversi studi riferiscono che nei soggetti con grave dolore pre-operatorio si verifica generalmente un dolore post-endodonzia più grave rispetto a quelli con dolore pre-operatorio lieve o assente (Glennon, 2004). Dai dati di ricerca meno recenti, il 65% dei pazienti con dolore pre-operatorio sviluppa dolore post-operatorio, mentre solo il 23% di quelli senza dolore pre-operatorio manifesta dolore post-operatorio (Genet, 1986).

Questi dati trovano conferma anche negli studi recenti? Come si può evitare, o ridurre, il dolore post-operatorio nei pazienti che si presentano con pulpite sintomatica?

La somministrazione di corticosteroidi prima dell’inizio della terapia endodontica potrebbe essere uno stratagemma utile. Se una singola dose preventiva di corticosteroide è in grado di influenzare la diminuzione del dolore post-operatorio, non solo ridurrà tale disagio ma anche l'assunzione ripetuta di analgesici. Quindi, questo trattamento potrebbe rappresentare un modo efficace per alleviare il dolore con effetti collaterali minimi.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi

In una revisione sistematica pubblicata sul Journal of Endodontics di settembre 2018 viene indagato l'effetto della somministrazione pre-operatoria di corticosteroidi sul dolore post-endodonzia in pazienti con pulpite sintomatica sottoposti a trattamento canalare in un'unica visita. Le ricerche bibliografiche sono state condotte utilizzando i database PubMed/Medline, Scopus e Cochrane per identificare gli articoli pubblicati sull’argomento utilizzando una search strategy prestabilita di parole chiave. È stata eseguita anche una ricerca manuale e sul sito Clinicaltrials.gov.

Due revisori indipendenti hanno valutato l'ammissibilità degli articoli per l'inclusione, estratto i dati e valutato la qualità. Ove applicabile è stata condotta una meta-analisi.

Risultati

La ricerca tramite database ha identificato 481 studi e 37 studi sono stati rinvenuti con ricerca manuale. Dopo avere esaminato gli abstract, solo 5 articoli hanno incontrato i criteri di inclusione. L'analisi qualitativa ha valutato 4 studi a risk of bias moderato o incerto e 1 studio a basso rischio di bias. Solo 1 studio possedeva una dimensione campionaria considerevole.

La meta-analisi ha mostrato che il prednisolone somministrato prima dell'intervento era in grado di ridurre l'incidenza del dolore post-operatorio a 6, 12 e 24 ore. I pazienti negli studi non hanno riportato effetti collaterali avversi.

Conclusioni

In base ai dati di questa revisione, i corticosteroidi possono essere efficaci per il sollievo del dolore endodontico post-operatorio in pazienti con pulpite sintomatica sottoposti a trattamento canalare in singola seduta. Tuttavia, è necessario condurre ulteriori studi con campioni di dimensioni maggiori per convalidare tali conclusioni.

Implicazioni cliniche

Quando il clinico si trova a dover trattare elementi dentari con pulpite sintomatica in singola seduta per ridurre il dolore post-operatorio, garantendo un maggior sollievo per il paziente già sofferente, può prendere in considerazione di somministrare una dose singola di corticosteroidi quali prednisolone e dexametasone appena prima di iniziare il trattamento endodontico.

Per approfondire

Suneelkumar C, Subha A, Gogala D. Effect of preoperative corticosteroids in patients with symptomatic pulpitis on postoperative pain after single-visit root canal treatment: A systematic review and meta-analysis. J Endod 2018 Sep;44(9):1347-54.

Articoli correlati

Perché questa metodica ricostruttiva non sembra incontrare i favori della gran parte dei clinici? Alcune considerazioni sul tema del prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Quando la CBCT permette di salvare più denti e mettere meno impianti. Lo spiega il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì commentando una ricerca del BDJ

di Massimo Gagliani


Una ricerca italiana pubblicata sul Journal of Dentistry prende in esame le prestazioni cliniche dei restauri indiretti parziali in disilicato di litio utilizzate per restaurare premolari e...

di Lorenzo Breschi


Gli strumenti rotanti in nichel-titanio (NiTi) possono presentare un rischio maggiore di frattura intra-operatoria all’interno del canale radicolare.Si può affermare che:la...

di Lara Figini


In questi anni sono stati creati diversi tipi di strumenti rotanti per la sagomatura del canale radicolare. Lo scopo dell’utilizzo di questi strumenti era quello di rispettare...

di Simona Chirico


Altri Articoli

Il fondo sanitario del settore metalmeccanico punta alla gestione diretta delle prestazioni sanitarie rese ai propri iscritti lasciando Rbm


Leonardi: trasformare il distanziamento sociale in socializzazione a distanza, oggi è possibile. Questi alcuni consigli


Possibile iscriversi ai testi entro il 12 aprile, i test a fine aprile a Milano, Roma, Napoli, Bari, Catania, Palermo e Cagliari


Possono utilizzarlo non solo le aziende ma anche i singoli professionisti, esclusi gli investimenti su radio e televisione


Partendo da una ricerca italiana il prof. Gagliani pone alcune riflessioni sul ruolo centrale dell’odontoiatra nel “monitoraggio della salute del cittadino e quello della...

di Massimo Gagliani


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta