HOME - Conservativa
 
 
15 Maggio 2019

Carie profonda in area occlusale: quale atteggiamento clinico avere?

di Massimo Gagliani


Lo studio qui presentato ha quantificato e confrontato le modalità di trattamento per le lesioni cariose occlusali profonde tra un gruppo di dentisti giapponesi.

Essi avevano di fronte un caso clinico con determinate caratteristiche e potevano optare per tre scelte:

  • un rivestimento indiretto della polpa (IPC);
  • una forma di rimozione selettiva del tessuto cariato, lasciando un sottile strato di tessuto demineralizzato appena sopra la polpa, da coprire successivamente con un rivestimento protettivo;
  • il trattamento endodontico.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi
Questo studio trasversale pubblicato sul Journal of Dentistry è stato condotto utilizzando un sondaggio questionario di dentisti affiliati con la rete di ricerca basata sulla pratica dentale in Giappone (n = 297).

È parso molto interessante perché la tipologia di popolazione odontoiatrica è molto simile alla nostra per composizione ed età media.

Ai dentisti è stato chiesto di indicare quale percentuale di tempo dedicano alle tre opzioni di trattamento quando trattano pazienti con carie occlusale profonda e possibile lieve pulpite su un dente posteriore.

Nelle risposte, ottenute da 206 dentisti, le percentuali medie (intervalli interquartili) delle opzioni 1, 2 e 3 erano, rispettivamente, del 30% (10-59%), 10% (0-30%) e 40% (19-80%). Le differenze tra l’opzione 3 e le opzioni 1 e 2 erano significative (p <0,001).

Nell’analisi di regressione logistica, una maggiore frequenza di acquisizione di prove da articoli scientifici in lingua inglese era significativamente associata con una percentuale più elevata di IPC, con un rapporto di probabilità di 2,28 (IC 95%: 1,14-4,54).

In altre parole, una maggiore conoscenza delle informazioni a livello internazionale faceva propendere per un trattamento più conservativo della polpa dentale.

Conclusioni
Le procedure relative all’endodonzia rimangono l’opzione di trattamento più frequente per la carie occlusale profonda. L’uso frequente di informazioni basate sull’evidenza in articoli scientifici in lingua inglese è stato associato alla preferenza dei dentisti giapponesi nei confronti dell’IPC.

Per approfondire
Naoki Kakudate et al. Dentists’ practice patterns of treatment for deep occlusal caries: findings from a dental practice-based research network. J Dent 2019;84:76-80.

Altri Articoli

Trovare soluzioni e risposte complete alle problematiche della clientela non è solo uno slogan, ma una costante che da oltre 40 anni anima il Gruppo Norblast, realtà...


Secondo la stampa locale sono stati i Carabinieri, qualche giorno fa, ad arrestarlo dopo essere stato condannato a sei mesi di reclusione per aver svolto l’attività di dentista in svariati studi...


I.denticoop, la cooperativa di dentisti nata nel 2013 entra nel gruppo DentalPro che ne ha acquisito la maggioranza della nuova Srl, in cui entrano anche Coop Alleanza...


Gli otto mesi di tolleranza previsti dopo l’approvazione del Decreto legislativo di armonizzazione al nuovo regolamento europeo sulla Privacy, sono scaduti ieri 20 maggio. Da oggi potrebbe...


È oggi la XV Giornata mondiale contro l'ipertensione arteriosa e, in questa occasione, per il secondo anno, la Società Italiana dell'Ipertensione Arteriosa (SIIA) ha promosso in 400 farmacie,...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi