Giugno 2017, 6

In questo numero.

L'aggiornamento ECM è incentrato sulle interazioni tra batteri e materiali da ricostruzione: il gruppo del Prof Eugenio Brambilla, che ha al suo attivo numerose pubblicazioni internazionali sull'argomento, ha fornito un interessantissimo spaccato della problematica, declinando in tutti i modi più consoni, le risultanza di molte esperienze cliniche e di laboratorio.

La validità dei restauri parziali indiretti nelle riabilitazioni complesse è oggi assai comprovata; su questa linea si attesta il lavoro di Rosselli e coll. riguardante un caso di ripristino complicato della funzionalità occlusale in un paziente con due quadranti contrapposti affetti da processi di usura e di infiltrazione alle precedenti otturazioni. Un caso di eccellente odontoiatria quotidiana che sposa rigore scientifico e precisione clinica nell'applicazione dello stesso.

L'amelogenesi imperfetta, patologia geneticamente determinata, quando associata a delle problematiche occlusali determina situazioni poco gestibili: una soluzione è quella presentata dagli autori del gruppo della Prof ssa Antonella Polimeni che mostrano come impiegare i disgiuntori in pazienti con questa patologia a carico dello smalto.

Style Italiano, nella sua "branch" di Endodonzia, propone i criteri di scelta per l'adattamento del cono di guttaperca per la chiusura canalare: Calogero Bugea e Francesca Cerutti i protagonisti.

Molto interessante infine il tema proposto da Pasini e Giuca sulle motivazioni e le prospettive che hanno indotto i ragazzi a scegliere il corso di laurea in odontoiatria: molti gli spunti e le riflessioni guardando i dati emersi.

Completa il numero di giugno un interessante quesito diagnostico su un caso clinico, a cura del Dr Di Jorio, di una lesione della mucosa orale che, per ovvi motivi, lascio "indovinare" ai lettori.



leggi gli articoli di questo numero scarica tutta la rivista in pdf
© EDRA S.p.A.  |   www.edraspa.it | P. Iva 080586040960 | TEL: 02/881841 | Per la pubblicità contatta EDRA S.p.A.