Aprile 2017, 4

L'intervista ad Antonella Polimeni, professore ordinario di Malattie Odontostomatologiche dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza, ha come tema la sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS), una patologia multidisciplinare che coinvolge varie specialità quali la pneumologia, la cardiologia, l'otorinolaringoiatria, la chirurgia maxillo-facciale, l'odontoiatria e in particolare l'ortodonzia.

Il corso ECM, IV modulo del I corso FAD 2017, dedicato al tema degli eventi avversi nella pratica odontoiatrica, prende in esame la parodontologia. Sono descritte le principali complicanze intra e post-operatorie conseguenti a procedure chirurgiche e non chirurgiche in ambito parodontale. Sono analizzate le modalità di prevenzione e gestione dei fenomeni avversi con particolare attenzione alle istruzioni da impartire al paziente in trattamento parodontale. L'obiettivo principale è quello di informare il clinico sulle possibili soluzioni e sulle accortezze da adottare per evitare o perlomeno ridurre la frequenza di queste evenienze.

I due articoli originali hanno come argomento l'implantologia e la chirurgia orale.

Il primo lavoro valuta l'accuratezza di impronte acquisite con uno scanner intraorale in arcate completamente edentule e riabilitate con impianti, condizione particolarmente difficile per garantire sufficienti standard di precisione. Lo scanner oggetto dello studio si è rivelato in grado di soddisfare ampiamente le richieste di accuratezza considerate clinicamente accettabili.

Il secondo lavoro si pone l'obiettivo di mostrare l'utilizzo di sistemi di progettazione tridimensionale nella programmazione in chirurgia ortognatica e la loro abilità nel migliorare i risultati ottenuti. Tale metodica ha permesso di implementare notevolmente le fasi che precedono l'intervento, offrendo al chirurgo la possibilità di ottenere una mole di informazioni notevolmente superiore a quella estrapolata dal singolo articolatore.

Il caso clinico descrive il trattamento odontoiatrico di un bambino di 4 anni, affetto da Talassemia major, prima di essere sottoposto a trapianto di cellule staminali emopoietiche. All'esame orale sono stati evidenziati foci odontogeni di cui si è reso necessario il trattamento al fine di minimizzare il rischio di complicanze infettive post-trapianto.

Il contributo a cura di Styleitaliano presenta un nuovo metodo per la riabilitazione temporanea in casi di agenesia degli incisivi laterali in pazienti giovani in crescita. La sostituzione degli elementi mancanti implica conseguenze estetiche e funzionali di notevole rilevanza.

Il quesito diagnostico descrive il caso di un giovane paziente che presenta una neoformazione ulcerata localizzata al terzo anteriore del margine linguale destro da almeno un mese. Quale sarà la diagnosi?

 



leggi gli articoli di questo numero scarica tutta la rivista in pdf
© EDRA S.p.A.  |   www.edraspa.it | P. Iva 080586040960 | TEL: 02/881841 | Per la pubblicità contatta EDRA S.p.A.