Norma sulla compensazione del credito d'imposta attraverso sito Agenzia Entrate. Giudicato ammissibile emendamento ANDI che punta a semplificarla

| 18 Maggio 2017 |

Norma sulla compensazione del credito d'imposta attraverso sito Agenzia Entrate. Giudicato ammissibile emendamento ANDI che punta a semplificarla


Con l'entrata in vigore della Manovra Correttiva attraverso il Decreto Legge n.50/2017 diventano operative anche le nuove norme in merito al pagamento delle tasse e contributi tramite Modello F24, soprattutto nel caso di compensazione dei crediti fiscali (ad esempio il "bonus Renzi" mensile di 80,00 euro).

A partire dal 1 giugno prossimo non sarà quindi più possibile per coloro che dovranno fare compensazioni con qualsiasi credito fiscale utilizzare il modello F24 mediante l'utilizzo del servizio Home Banking dei propri istituti bancari. Coloro che vorranno continuare a pagare direttamente l'F24 dovranno farlo attraverso il servizio "Fisco on-line" dell'Agenzia delle Entrate ed utilizzare l'apposito programma per la presentazione della delega di pagamento. L'alternativa sarà quella di delegare il proprio commercialista o gli intermediari abilitati.

Una norma che crea l'ennesimo "impiccio" burocratico per molti contribuenti contro il quale si schierato ANDI che, secondo quanto pubblicato su AndiInforma Online di ieri, "ha cercato di sensibilizzare alcuni parlamentari al fine di presentare un emendamento che permettesse ai professionisti di continuare a ricorrere ai propri servizi di home banking in caso di importi minimi".

Ad accogliere la richiesta gli onorevoli Vargiu, Oliaro, Galgano, Mucci, Quintarelli, Catalano, Menorello, Librandi che hanno presentato in Commissione Bilancio un emendamento alla Manovra correttiva che introduce quanto auspicato da ANDI. Emendamento che è stato giudicato ammissibile e quindi sarà discusso nei prossimi giorni dalla Commissione.

Questo il testo dell'emendamento presentato:

Art. 3

Al comma 2 alla lettera a) premettere la seguente:

a) al numero 6 le parole "sono tenuti ad utilizzare esclusivamente" sono sostituite dalle seguenti: "possono anche utilizzare, in caso di crediti fino a 1000 euro".

Conseguentemente, dopo il comma 4 aggiungere il seguente:

4-bis. La dotazione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 29 dicembre 2014, n. 190, come rifinanziato dall'articolo 66, comma 1, del presente decreto legge, è ridotta di 10 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2017.



Per votare occorre inserire le poprie credenziali Medikey
Non interessantePoco interessanteInteressanteMolto interessanteEstremamente interessante
Interessante ( 13 voti / media 3 )



commenti

Nessun commento presente per questo articolo.
inserisci commento
ATTENZIONE: per poter inserire un commento è necessario accedere a Medikey
Accedi a Medikey

se non fai ancora parte della più grande comunità medica italiana
registrati ora a Medikey
LOGIN


Il nostro BLOG

VISTO DA FUORI
a cura di
Norberto Maccagno LEGGI >



Audio e video


© EDRA S.p.A.  |   www.edraspa.it | P. Iva 080586040960 | TEL: 02/881841 | Per la pubblicità contatta EDRA S.p.A.