Ddl Gelli ed influenze sul costo della polizza RC professionale. Questi i punti da considerare prima di sottoscrivere il contratto

| 9 Ottobre 2017 |

Ddl Gelli ed influenze sul costo della polizza RC professionale. Questi i punti da considerare prima di sottoscrivere il contratto


"Anche se per i premi dei liberi professionisti cambierà per il momento poco, grazie alla legge 24 ci sono tutti i presupposti perché i costi della responsabilità medica per le compagnie assicurative scendano, con benefici effetti su tutto il settore. Gli argomenti secondo cui i vantaggi introdotti per pazienti, sanitari, assicurazioni, si eroderebbero per i nuovi oneri burocratici o problemi generati dalla legge sono di gran lunga controbilanciati dai vantaggi".

Maurizio Maggiorotti presidente di Amami, l'Associazione Medici accusati di malpractice ingiustamente, ribatte su Doctor33 ad alcune posizioni espresse dalle Compagnie, secondo cui a rendere appetibile il mercato forse non basterebbero le novità della legge Gelli, tra cui: non perseguibilità del sanitario che ha seguito linee guida, responsabilità extracontrattuale per i medici dipendenti e convenzionati per colpa grave, prescrizione dell'azione giudiziaria a 5 anni e non più 10, massimale da risarcire per il sanitario pari a 3 volte lo stipendio. Infatti, si sostiene, si amplieranno le situazioni in cui le compagnie dovrebbero pagare danni esclusi dalle coperture e crescerà la burocrazia, con le notifiche ai sanitari dei contenziosi in cui sono coinvolti. Sullo sfondo, l'incertezza generata dall'attesa di quattro decreti attuativi rispettivamente sui requisiti delle polizze, sul fondo di garanzia per coprire i danni oltre il massimale, sul ruolo di vigilanza dell'Ivass e sullo specifico dei dati da inserire nelle polizze. "In realtà, le assicurazioni gli scorsi anni ci hanno fatto credere di subire il peso di risarcimenti stratosferici che portavano perdite superiori agli introiti. Ma i mega-risarcimenti sono casi particolari", dice Maggiorotti. "Per lo più fin qui le compagnie, a fronte di premi loro versati estremamente ingenti anche sul fronte strutture (ne sia prova il risparmio ottenuto dalle regioni che si sono auto-assicurate come la Toscana), hanno spesso deciso di transare in via stragiudiziale per contenere i costi, il che però ha alimentato i contenziosi".

Ora la legge Gelli getta le premesse perché i massimali si abbassino e con essi i premi. "Una delle novità rivoluzionarie - dice Maggiorotti- è che si parla di equiparare i sinistri cagionati da atto medico alle tabelle Ania in vigore per i danni da incidente stradale. Finora, a parità di distretto colpito, il danno causato a un ciclista dalla distrazione di un automobilista valeva meno di quello causato da un chirurgo a un paziente in un intervento. Inoltre la richiesta per danno sanitario partiva spesso da valori elevati, a differenza da quelli considerati nella Rc Auto. A questo punto si deve supporre una diminuzione dei costi per le assicurazioni". Resta per i medici delle strutture private e liberi professionisti il problema gigantesco di trovare polizze a costi "umani", e talora di trovare un'assicurazione: "Si parte dal presupposto che su tutti i medici gravi l'obbligo di assicurarsi, mentre le compagnie non sono obbligate a coprire tutti i medici. È un po' come obbligare tutti i giornalisti a scrivere con una macchina che però non è in commercio. Come se ne esce? Semplice, vietando di operare in Italia alle compagnie che si togliessero da questo mercato. Alla luce del fatto che i costi, come si vede, non sono insostenibili".

E l'odontoiatria?

"Il mercato assicurativo in generale, e quello italiano in modo particolare, si caratterizzano per lo squilibrio nel rapporto tra venditore e compratore, con un netto vantaggio del primo sul secondo e ciò deriva dalla struttura stessa del prodotto in esame: la polizza di assicurazione, si configura come un contratto per adesione", spiega su ANDI Informa Online Stefano Mirenghi, odontoiatra Vicepresidente ANDI e Presidente Oris Broker, la società collegata ad ANDI che gestisce le polizze per i Soci.

"Contratto per adesione - continua il Presidente Mirenghi - in cui di fronte ad un contratto standard proposto dalla compagnia la possibilità di introdurre modifiche da parte del singolo sottoscrittore sono quasi nulle; diversa tale possibilità se le richieste sono avanzate da un'associazione che rappresenta migliaia di aderenti".

Per dare un prodotto mirato alle esigenze della professione odontoiatrica ANDI ha deciso anni fa di occuparsi di RC Professionale servendosi di un Broker Assicurativo.

Stesso percorso recentemente seguito da AIO che ha sottoscritto un accordo con un Broker Assicurativo per gestire una polizza assicurativa RC professionale che abbia le caratteristiche indicate dall'Associazione.

Presidente Mirenghi che sempre su ANDI Informa On Line ha individuato 14 "consigli" su cosa esaminare al momento di stipulare un contratto assicurativo. Ve li riproponiamo nella tabella sotto:

Fattori da valutare nella RC sanitaria

1 Massimale

Rappresenta il massimo esborso che è a carico della Compagnia in caso di sinistro.

Si stabilisce in base all' analisi del volume e la natura delle singole mansioni che rientrano nell'ambito dell'attività svolta e copribili dalla polizza.

2 Retroattività pregressa

Definisce la possibilità di coprire le richieste di risarcimento pervenute per la prima volta durante il periodo di assicurazione relative a eventi verificati negli anni precedenti.

3 Ultrattività postuma

Definisce il maggior periodo concesso dagli assicuratori per la notifica di richieste di risarcimento dopo la scadenza della polizza.

4 Franchigia

Rappresenta l'importo fisso che resta a carico del medico in caso di sinistro. La copertura prevista interviene soltanto oltre l'importo definito dalla franchigia che deve essere corrisposto dal cliente.

5 Scoperto

Si intende l'importo in percentuale, rispetto alla somma richiesta al professionista per il risarcimento del danno, che in caso di sinistro resta a carico del contraente.

6 Interventi Invasivi o Chirurgici

All'attuazione di interventi chirurgici viene attribuito un livello di rischio assicurativo più elevato con conseguente innalzamento del premio.

7 Estensioni

Il novero delle attività che l'odontoiatra può esercitare nell'ambito della professione, comportano una variabilità del prodotto assicurativo.

8 Esclusioni

Il paragrafo delle esclusioni viene riportato in ciascun fascicolo informativo e permette al cliente di conoscere l'ambito di copertura della sua polizza odontoiatra.

9 RC da conduzione dei locali

Si intende la copertura per la conduzione dei locali adibiti a studio professionale. Sono rare le polizze che non comprendono tale garanzia oppure la includono solo con sovrappremio.

10 Diritto di recesso

Valutare le modalità di recesso della compagnia in caso di sinistro.

11 Bonus/Malus

Contratti di assicurazione stipulati in base a condizioni che dispongono alla scadenza la variazione in aumento o in diminuzione del premio in relazione al verificarsi o meno di sinistri.

12 Copertura Legale

Valutare che tale copertura preveda l'assunzione della gestione del sinistro sia in campo giudiziale che extragiudiziale e fino a che livello (I grado- ricorso ...) e se prevede o meno compartecipazione di spesa o un massimale.

13 Categorie Agevolate

Il contratto può prevedere delle condizioni di assicurazione agevolate per determinate categorie.

14 Premio

Importo da pagare per la polizza



Per votare occorre inserire le poprie credenziali Medikey
Non interessantePoco interessanteInteressanteMolto interessanteEstremamente interessante
Interessante ( 11 voti / media 3 )



commenti

Nessun commento presente per questo articolo.
inserisci commento
ATTENZIONE: per poter inserire un commento è necessario accedere a Medikey
Accedi a Medikey

se non fai ancora parte della più grande comunità medica italiana
registrati ora a Medikey
LOGIN


Il nostro BLOG

VISTO DA FUORI
a cura di
Norberto Maccagno LEGGI >



Audio e video


© EDRA S.p.A.  |   www.edraspa.it | P. Iva 080586040960 | TEL: 02/881841 | Per la pubblicità contatta EDRA S.p.A.