ANTLO incontra il neo presidente CAO Nazionale Raffele Iandolo. Marin, incontro positivo

| 12 Febbraio 2018 |

ANTLO incontra il neo presidente CAO Nazionale Raffele Iandolo. Marin, incontro positivo


Giovedì 8 febbraio 2018 il presidente nazionale ANTLO, Mauro Marin (nella foto) ha incontrato presso la sede FNOMCeO il neo presidente CAO nazionale, dott. Raffaele Iandolo il quale ha precisato di aver di buon grado accettato la proposta di incontro pervenuta da ANTLO che si inquadra tra gli incontri programmati con tutte le rappresentanze della filiera del dentale.

L'incontro protrattosi per circa un'ora è stata l'occasione per conoscere le linee direttrici sulle quali la nuova CAO Nazionale ed il Presidente Iandolo intendono espletare il proprio ruolo e le proprie funzioni istituzionali.

Il presidente Marin si è congratulato con il dottor Iandolo dell'avvenuta elezione, auspicando che questo avvenimento apra finalmente una nuova pagina.

Si è poi passati ad esaminare alcuni dossier a partire dal giudizio, risultato positivo da ambo le parti, di quanto ottenuto dal DDL Lorenzin con particolare riferimento alle sanzioni previste per combattere i fenomeni del prestanomismo e dell'abusivismo odontoiatrico ma anche dell'abusivismo odontotecnico, sanzioni che costringeranno a riconsiderare profondamente anche i rapporti fra odontoiatra e odontotecnico.

Il presidente Marin ha quindi illustrato le priorità che ANTLO ha posto nella sua piattaforma sindacale che include, in ordine di importanza, la difesa dello spazio professionale, l'incremento dei volumi di lavoro per i laboratori odontotecnici ed il profilo professionale.

Marin ha sottolineato a tal proposito che sono estremamente importanti e strategici i comuni terreni di interesse, mentre per ciò che appare ancora divisivo come il profilo dell'odontotecnico - anche grazie ad una martellante campagna di disinformazione sui reali contenuti - se c'è una reale volontà delle parti, sgombra da pregiudizi, è possibile trovare una soluzione che vada incontro ai desiderata di tutti.

Il presidente Iandolo ha sottolineato che la CAO non è un sindacato e che questo ruolo spetta ad altri, ma nell'ambito degli scopi istituzionali dell'Ordine (difesa del decoro e della dignità dei propri iscritti e tutela della salute del paziente) è possibile trovare auspicabili terreni comuni di convergenza e di iniziativa, sia con gli odontotecnici che con tutte le altre figure della filiera del dentale, ad esclusivo vantaggio dell'utilizzatore finale di tutti i beni e servizi prodotti dalla stessa filiera: il paziente.

Il presidente Marin a conclusione dell'incontro ha invitato il Presidente Iandolo a partecipare a giugno al Congresso Odontotirrenia che si terrà a Castellamare di Stabia e a settembre ad ANTLOmeeting che si terrà a Roma per proseguire il confronto avviato positivamente con questo primo incontro, confronto che si spera possa trovare ulteriori sedi.

"Esco dall'incontro con il presidente Iandolo - ha dichiarato il presidente Marin - respirando un'aria nuova e benefica che può dischiudere - se si opera congiuntamente con tutti gli altri attori della filiera del dentale - positivi orizzonti, non solo a vantaggio di tutti i soggetti direttamente interessati ma anche e soprattutto per i pazienti, che devono sempre più - nella rigorosa distinzione dei ruoli e delle funzioni - essere il centro gravitazionale del comune agire."

A cura di: Ufficio Stampa ANTLO



Per votare occorre inserire le poprie credenziali Medikey
Non interessantePoco interessanteInteressanteMolto interessanteEstremamente interessante
Interessante ( 11 voti / media 3 )



commenti

Nessun commento presente per questo articolo.
inserisci commento
ATTENZIONE: per poter inserire un commento è necessario accedere a Medikey
Accedi a Medikey

se non fai ancora parte della più grande comunità medica italiana
registrati ora a Medikey
LOGIN


Il nostro BLOG

VISTO DA FUORI
a cura di
Norberto Maccagno LEGGI >



Audio e video


© EDRA S.p.A.  |   www.edraspa.it | P. Iva 080586040960 | TEL: 02/881841 | Per la pubblicità contatta EDRA S.p.A.