| 27 Marzo 2017 |

Legionella: nessun maggior rischio di contagio per gli operatori odontoiatrici. I risultati da un'indagine statunitense

La legionella è un genere di batteri gram-negativi aerobi di cui sono state identificate più di 50 specie, suddivise in 71 sierotipi. E' l'agente eziologico della legionellosi, una malattia opportunistica che colpisce più frequentemente persone affette da altre malattie sistemiche o con un sistema immunitario indebolito per l'età o per l'assunzione di farmaci. La legionellosi può manifestarsi sia come legionellosi vera e propria, che come una grave e potenzial .....

| 21 Marzo 2017 |

Quali strumenti utilizzare per lo scaling a mano delle superficie in allumina, zirconio e disilicato di litio? Obiettivo evitare cambiamenti nella rugosità superficiale

Il controllo della placca è fondamentale per la prevenzione della malattia parodontale; gli strumenti utilizzati di routine per la rimozione della placca possono modificare il profilo della superficie dei materiali utilizzati in protesi. In un articolo recentemente pubblicato sulJournal of Prosthodontics abbiamo valutato in vitro i cambiamenti nella rugosità superficiale di campioni di allumina, di zirconia e di disilicato di litio provocati da due strumenti per lo scaling manuale .....

| 24 Gennaio 2017 |

Tubercolosi: rappresenta un rischio per i dentisti, per il personale ausiliario e per i pazienti?

Le trasformazioni demografiche e i flussi migratori hanno riportato alla ribalta la Tubercolosi, forse la più antica delle malattie settiche di cui soffre l'umanità; essa, soprattutto nelle civiltà occidentali evolute può essere considerata debellata ma nei paesi ad alta concentrazione di popolazione, con condizioni igieniche disagiate come si riscontra in Asia e in Africa, essa rappresenta tutt'oggi un elemento importante nel quadro delle malattie che mettono a risc .....

| 12 Gennaio 2017 |

In una ricerca inglese si è ottenuta l'autoriparazione dei denti

Un nuovo approccio all'odontoiatria restaurativa potrebbe giungere da un processo di riparazione semplice, naturale e rapido sperimentato in uno studio inglese su modello animale dal team di Paul Sharpe del King's College di Londra.La molecola che promuove la riparazione della dentina si chiama Axin 2 ed è una proteina espressa a seguito dell'attivazione del WNT/catenina beta. È un inibitore della GSK-3, o glicogeno sintasi chinasi, una molecola già studiata per il suo ruolo in ma .....

| 4 Novembre 2016 |

Salute orale e polmonite. Uno studio USA su 26mila pazienti ha studiato la correlazione

I pazienti che eseguono periodicamente la visita di controllo dal dentista e la seduta di igiene hanno meno probabilità di ammalarsi di polmonite. A sostenerlo è Michelle Doll, professore di medicina interna presso la Virginia Commonwealth University a Richmond in USA, che ha presentato i risultati di uno studio su 26.000 pazienti al congresso della Infectious Diseases Society of America svoltosi in questi giorni a New Orleans. "C'è un legame ben documentato tra salute dell .....

| 19 Luglio 2016 |

L'esposizione a sostanze presenti nel packaging degli alimenti metterebbero a rischio la formazione dello smalto dei bambini. Lo rivela una ricerca francese

La precoce esposizione a due prodotti chimici spesso presenti nel packaging dei cibi e nei fungicidi possono produrre danni irreversibili ai denti dei bambini. L'affermazione arriva sulla base dei risultati di un nuovo studio, coordinato da Katia Jedeon dell'Istituto nazionale francese di salute e ricerca medica (Inserm) e presentato al congresso europeo di endocrinologia che si è svolto a Monaco a fine maggio.Le due sostanze incriminate sono il Bisfenolo A (Bpa) e il Vinclozolin; il pri .....

| 27 Maggio 2016 |

Lo Streptococco (salivarius) che elimina lo Streptococco (mutans). Le risultanze da una ricerca italiana

La carie è tuttora la patologia orale con più alta prevalenza in età evolutiva, tanto che l'intera popolazione infantile italiana è considerata a rischio di carie dalle Linee Guida del Ministero 2013. E' una malattia multifattoriale, dove la presenza di batteri cariogeni nel biofilm esplica un ruolo fondamentale nell'eziopatogenesi. Attualmente si ritiene che la carie sia una malattia polimicrobica cioè associata ad una comunità complessa di microorgani .....
1 di 260>>>
LOGIN


Il nostro BLOG

VISTO DA FUORI
a cura di
Norberto Maccagno LEGGI >



Audio e video



© EDRA S.p.A.  |   www.edraspa.it | P. Iva 080586040960 | TEL: 02/881841 | Per la pubblicità contatta EDRA S.p.A.