| 8 Marzo 2017 |

La formazione di biofilm e il rilascio di fluoruro da parte di materiali da restauro dentali in relazione alle proprietà di superficie. Studio italiano pubblicato all'estero

La carie secondaria rimane una delle cause più frequenti di fallimento di un restauro conservativo. Tale lesione è strettamente correlata all'attività metabolica del biofilm batterico che si sviluppa sulla superficie dei restauri e dei tessuti duri circostanti. In particolare, per quanto riguarda i restauri in cemento vetroionomerico (CVI), il rilascio di ioni (tra cui lo ione fluoro) può tamponare gli acidi generati dai batteri ed inibire lo sviluppo delle specie ba .....

| 6 Marzo 2017 |

Meglio la corona realizzata con il metodo tradizionale oppure quella con il fresatore Cad Cam? Uno studio svizzero ha cercato risposte

Quando si decide di acquistare un sistema CAD CAM occorre prima chiedersi quanto tempo si risparmia per realizzare un manufatto protesico rispetto flusso convenzionale di laboratorio.Il sistema di fabbricazione più efficiente e produttivo è quello che consente allo studio di prendere più appuntamenti e al laboratorio di realizzare più manufatti protesici a parità di qualità clinica del manufatto.Un gruppo di ricercatori Svizzeri dell'Universit&agra .....

| 28 Febbraio 2017 |

Correlazione tra ottavo incluso e frattura dell'angolo mandibolare

Le fratture mandibolari più frequenti sono localizzate a livello del condilo mandibolare e del corpuse possono verificarsi singolarmente o in combinazione tra di loro. La percentuale invece di fratture dell'angolo mandibolare oscilla approssimativamente tra il 25 e il 33% dei casi totali di frattura mandibolare. Tra i fattori di rischio per la frattura dell'angolo mandibolare si annoverano:caratteristiche e struttura anatomicapresenza eccessiva di tessuti molli, ridotta densità os .....

| 23 Febbraio 2017 |

Incontro CAO Roma ed AGCM sulla la pubblicità scorretta. Pollifrone propone un Osservatorio sulla pubblicità sanitaria

Dopo la segnalazione del messaggio pubblicitario che informava di un accordo per il Comune di Roma per impianti a tariffe agevolate, il presidente CAO Roma Brunello Pollifrone (nella foto) è stato ricevuto ieri 22 febbraio da un funzionario dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per fare il punto sulla vicenda.Presidente Pollifrone che, stando a quanto riportato in una nota, ha ribadito che l'attività professionale dell'odontoiatra non può essere .....

| 23 Febbraio 2017 |

L'influenza della guarigione per seconda intenzione dopo coronectomia di terzi molari mandibolari. Le indicazioni da una ricerca italiana

La coronectomia descritta per la prima volta nel 1984 da Ecuyer e Debien è ormai considerata una procedura chirurgica alternativa all'estrazione completa dei terzi molari inferiori ad alto rischio neurologico. In letteratura tuttavia non ci sono evidenze scientifiche riguardo il tipo di guarigione da preferire dopo l'esecuzione di tale tecnica. La maggior parte degli autori raccomanda una guarigione per prima intenzione ma si tratta solo di una indicazione clinica basata sull'esperienza. .....

| 22 Febbraio 2017 |

Confronto tra restauri in disilicato di litio E.Max ottenuti con metodica tradizionale e digitale. I risultati da uno studio turco

A partire dagli anni 90, l'introduzione dei sistemi adesivi ha favorito l'utilizzo della ceramica nelle riabilitazioni protesiche. Il disilicato di litio è la ceramica più utilizzata in ambito odontoiatrico, grazie alla sua elevata resistenza alla flessione e alla sua capacità di minimizzare la propagazione di eventuali microgap. I restauri che vengono prodotti con questo materiale possono essere ottenuti o tramite tecnica di microfusione a cera persa (IPS E.max Press) o me .....

| 20 Febbraio 2017 |

Trattamento della xerostomia con un nuovo collutorio a base di polisaccaridi: i risultati di uno studio pilota statunitense

Tra le maggiori disfunzioni delle ghiandole salivari troviamo la xerostomia, frequentemente associata a una vasta gamma di problematiche orali e dentali che possono anche influire sulla qualità della vita e sullo stato nutrizionale del paziente.Tra i rischi più frequenti legati alla xerostomia si annoverano:demineralizzazione dei denti;carie;ipersensibilità dentale;infezioni delle mucose;traumi delle mucose;la riduzione del gusto;disfagia;disfonia;difficoltà da parte .....
<<<2 di 259>>>
LOGIN


Il nostro BLOG

VISTO DA FUORI
a cura di
Norberto Maccagno LEGGI >



Audio e video



© EDRA S.p.A.  |   www.edraspa.it | P. Iva 080586040960 | TEL: 02/881841 | Per la pubblicità contatta EDRA S.p.A.