Prevenzione & Assistenza Dentale | Marzo 2006;1 7-20

| 28 Febbraio 2006 |

Position paper. Prevenzione delle infezioni nell’ambulatorio odontoiatrico

L’ambulatorio odontoiatrico è considerato uno degli ambienti a più alto rischio infettivo, sia per l’esposizione frequente a procedure invasive associate a trasmissione, sia per la contaminazione ambientale legata alla produzione di aerosol...

Italian Oral Surgery | Febbraio 2006;1 47-50

| 28 Febbraio 2006 |

Farmacologia. Terapia medica delle infezioni erpetiche della mucosa orale

Gli herpes virus comprendono una vasta famiglia di microrganismi in grado di infettare l'uomo. In particolare si conoscono due varienti del virus herpes simplex…Qualifiche Autori:Università degli Studi di TorinoCattedra di Clinica OdontostomatologicaTitolare: prof. S. Gandolfo       

Italian Oral Surgery | Febbraio 2006;1 43-5

| 28 Febbraio 2006 |

Medicina orale (SIPMO). Il lichen planus delle mucose orali

Il lichen planus orale è una malattia infiammatoria delle mucose e della cute, caratterizzata clinicamente da lesioni elementari di aspetto papuloso…Qualifiche Autori:Università degli Studi di TorinoMaster in Medicina Orale e Trattamento odontoiatrico dei pazienti a rischio

Italian Oral Surgery | Febbraio 2006;1 39-42

| 28 Febbraio 2006 |

Potenzialità clinico-terapeutiche del lembo a riposizionamento coronale

La ricopertura delle recessioni gengivali è diventata una parte rilevante della terapia parodontale dal momento che è in continuo aumento la richiesta di un risultato estetico da parte dei pazienti. Il lembo a riposizionamento coronale permette di trattare efficacemente anche recessioni gengivali multiple in presenza di un’adeguata quantità di tessuto cheratinizzato apicalmente alle lesioni. Il caso presentato è stato trattato con due interventi di questo tipo in due settori diversi del caco or .....

Italian Oral Surgery | Febbraio 2006;1 33-37

| 28 Febbraio 2006 |

La tecnica chirurgica step by step. Prelievo connettivale dal palato

Nel corso degli anni sono state descritte diverse tecniche per il prelievo del connettivo dal palato. Nel 2002 Liu propose una classificazione per il disegno dell'incisione…Qualifiche Autori:Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"Ospedale San Giovanni Calibita "Fatebenefratelli"Isola Tiberina, Roma - AfaRUOC di Odontoiatria - Direttore: prof. C. Arcuri

Italian Oral Surgery | Febbraio 2006;1 25-30

| 28 Febbraio 2006 |

Prelievo sottoepiteliale di tessuto connettivo dal palato

In questo lavoro gli Autori analizzano le tecniche chirurgiche utilizzate per ottenere un prelievo di tessuto connettivo (CTG) dal palato. Negli ultimi anni il CTG ha assunto maggiore importanza come opzione di trattamento delle recessioni gengivali, discrepanze di spessore di cresta, coinvolgimento delle formazioni e la gestione dei tessuti perimplantari. Da quando Edel nel 1974 descrisse la tecnica trap-door, sono stati proposti numerosi approcci chirurgici per prelevare un CTG. Vengono discu .....

Italian Oral Surgery | Febbraio 2006;1 11-23

| 28 Febbraio 2006 |

Position paper. I biomateriali in chirurgia odontostomatologica

1. La rigenerazione ossea guidata mediante l’utilizzo di riempitivi (biomateriali) rappresenta ormai una tecnica consolidata da decenni di sperimentazione chirurgica. La guarigione ossea è un processo complesso e dinamico che si conclude con il ripristino della continuità anatomica e funzionale; 2. diversi eventi si determinano a seguito del contatto tra biomateriali e ambiente biologico; sono prodotti dall’interazione su scala molecolare e cellulare e condizionano la natura del tessuto intorno .....
<<<256 di 260>>>
LOGIN


Il nostro BLOG

VISTO DA FUORI
a cura di
Norberto Maccagno LEGGI >



Audio e video



© EDRA S.p.A.  |   www.edraspa.it | P. Iva 080586040960 | TEL: 02/881841 | Per la pubblicità contatta EDRA S.p.A.