Al Nord il 30% degli studi odontoiatrici in franchising sono in mano alla 'ngrandeta

| 28 Novembre 2014 |

Al Nord il 30% degli studi odontoiatrici in franchising sono in mano alla 'ngrandeta


L'allarme sul rischio infiltrazione della criminalità organizzata negli studi odontoiatrici in franchising  l'aveva lanciato Eurispes presentando ad Ottobre la ricerca "Fotografiamo la nostra professione" realizzata per conto di AIO.

Un rischio concreto e reale come conferma ad Odontoaitra33 Gian Maria Fara, presidente Eurispes, incontrato a margine del 4° Congresso politico AIO.

"Abbiamo rilavato che c'è una tendenza alla penetrazione delle criminalità organizzata, prevalentemente 'ndrangheta, nelle strutture odontoiatriche del Nord", dice il presidente Fara.
"Per assurdo -continua- il fenomeno non è evidente in Calabria perché ci sono equilibri da rispettare, peraltro in queste zone non si aprono neppure molti centri di franchising proprio per non rompere equilibri con i professionisti locali".

Secondo le informazioni raccolte dall'Eurispes la criminalità organizzata investirebbe prevalentemente in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Veneto. "In queste zone abbiano notato una certa presenza di strutture finanziate da capitali non chiari", continua Fara.

Il meccanismo scelto dalla criminalità è semplice e simile a quello già utilizzato per riciclare il "denaro sporco" in altre attività. "Creano la struttura odontoiatrica, la intestano ad un amministratore compiacente e poi la affiliano ad uno dei tanti marchi noti presenti sul territorio nazionale per dare una immagine conosciuta alla struttura", dice Fara.

Ovviamente dati ufficiali non ci sono ancora ma il presidente Eurispes stima nel 20-30% le strutture in franchising presenti al Nord Italia in mano alla criminalità organizzata.
"Noi collaboriamo da anni con Guardia di Finanza, Antimafia e gli altri Organismi istituzionali che si occupano di contrastare il fenomeno mafioso. Non siamo ancora di fronte ad informazioni di sistema ma diciamo che abbiamo raccolto molti dati che ci indicano quanto anticipato. Ora le indagini sono in corso, le autorità competenti stanno lavorando su questo fronte. I risultati di queste indagini ci diranno se le nostre proiezioni erano giuste".


Per votare occorre inserire le poprie credenziali Medikey
Non interessantePoco interessanteInteressanteMolto interessanteEstremamente interessante
Molto interessante ( 24 voti / media 4 )



commenti

Nessun commento presente per questo articolo.
inserisci commento
ATTENZIONE: per poter inserire un commento è necessario accedere a Medikey
Accedi a Medikey

se non fai ancora parte della più grande comunità medica italiana
registrati ora a Medikey
LOGIN


Il nostro BLOG

VISTO DA FUORI
a cura di
Norberto Maccagno LEGGI >



Audio e video


© EDRA S.p.A. | P. Iva 080586040960 | TEL: 02/881841 | Per la pubblicità contatta EDRA S.p.A.