HOME - Cronaca
 
 
17 Febbraio 2016

Vicenda Vitaldent Spagna: la preoccupazione è verso i pazienti. Intanto la stampa spagnola insinua il possibile coinvolgimento anche della nipote di Silvio Berlusconi


L'arresto del gruppo dirigente Vitaldent avvenuto ieri a Madrid sembra essere stata, qui in Italia, la notizia dell'anno: almeno visti i dati delle aperture della notizia pubblicata su Odontoaitria33. Nelle prime 3 ore in cui la notizia è stata pubblicata è stata aperta da 12 mila lettori, poi i nostri server non hanno più retto e sono andati in crash riprendendo a funzionare solo in tarda serata. La stessa notizia postata sulla nostra pagina Fcebook ha raggiunto oltre 27mila utenti.

Anche la stampa spagnola continua a parlare della vicenda, il patron Vitaldent Ernesto Colman è un imprenditore molto conosciuto, nel 2006 il Time l'aveva definito il sig. McDentist. Il vice presidente del Gruppo, Bartolo Conte, è spostato con la nota presentatrice televisiva Patricia Betancourt.

Ma ci sarebbe anche un coinvolgimento italiano nella vicenda. La stampa spagnola -in particolare il sito eldiario.es- lega la nipote di Silvio Berlusconi, Luna Roberta figlia di Paolo, al proprietario di Vtaldent Ernesto Colman in quanto sarebbe l'amministratrice di Dental International Sarl, società a cui fa capo Vitaldent, con sede a Lussemburgo, e fondata dallo stesso Colman nel 2013.

In realtà a preoccupare gli spagnoli sono i problemi che potrebbero nascere per i pazienti in cura nelle cliniche spagnole se la Vitaldent fallisse. Problema che toccherebbe solo le cliniche di proprietà del Gruppo e non quelle in franchising.

Cliniche che ad oggi continuano a funzionare anche per volontà della stessa magistratura spagnola che le affidate in gestione fiduciaria agli stessi referenti delle stesse cliniche: proprio per non creare disagi ai pazienti.

Sul tema interviene anche l'Associazione dei dentisti spagnola (Consejo Dentistas) che "censura il modello di business dei franchising dentali" e invita la politica a tutelare i diritti dei pazienti.

In particolare l'Associaizone chiede al Governo spagnolo che venga coinvolta la professione odontoiatrica al fine di modificare le norme attualmente vigenti in modo da imporre che la maggioranza dei soci di queste società sia composta da odontoiatri in modo che queste aziende "possano coniugare il trattamento odontoiatrico con l'etica professionale al fine di evitare massicce attività professionali al di fuori del settore sanitario e solo allo scopo di benefici economici immediati".

Associazione che chiede al Governo di regolamentare "la pubblicità sanitaria in tutto il paese per sradicare i casi di pubblicità ingannevole e ridefinire le offerte sanitarie poiché la salute delle persone non è in vendita".

Articoli correlati

In uno studio trasversale, pubblicato sul Journal of Oral Rehabilitation di agosto 2020, gli autori hanno cercato di identificare i fattori associati all’uso della protesi rimovibile in soggetti...

di Lara Figini


Aprire un dialogo con Istituzioni di settore e non, per definire un modello di odontoiatria che possa realmente tutelare il paziente tra gli obiettivi della nuova presidenza


Avrà tempo fino al 23 novembre per formulare una proposta o un piano d’intervento. 66 milioni di euro l’indebitamento indicato


Iniziativa legale alla quale potranno partecipare, gratuitamente, coloro che ritengono di essere stati danneggiati dalla presente situazione


Attraverso una lettera al Governatore della Lombardia i Sindaci chiedono interventi a favore dei pazienti. Un Consigliere racconta le difficoltà di trovare un dentista che continui le cure


Altri Articoli

Tra le richieste anche quella di sostenere la produzione europea. Già oggi in commercio prodotti riciclabili che rispettano le indicazioni ministeriali, l’ambiente e risultando anche economici


Finisce davanti al giudice la richiesta di un ASO che riteneva i problemi a schiena e spalle fossero di natura professionale. Riconosciuto l’indennizzo per l’inabilità certificata


Fino al 28 ottobre sarà possibile iscriversi al test per l’anno accademico 2020-2021. 25 i posti disponibili, Roma la sede dei corsi 


Riferito ai 4 mesi di pandemia è a disposizione di imprese e attività professionali con alcune limitazioni. Possibile decidere di “cederlo” 


Lo rivela uno studio pubblicato su Frontiers in Public Health. Secondo i ricercatori serve però tempo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio