HOME - Cronaca
 
 
02 Maggio 2011

Un progetto di accordo tra Ministero e Università per la formazione

di Francesca Giani


Un accordo tra Ministero e Università per valutare la possibilità di eseguire nelle cliniche universitarie prestazioni extra-Lea a prezzi calmierati e permettere agli studenti di venire in contatto con una casistica clinica più ampia, migliorandone la formazione pratica. L’annuncio è stato dato durante il Congresso dei Collegi dei Docenti dal presidente, Antonella Polimeni, e da Enrico Gherlone, rappresentante dell’odontoiatria al ministero della Salute. Ma, come racconta al GdO Giovanni Lodi, odontoiatra e ricercatore dell’università degli Studi di Milano, ha destato la preoccupazione della libera professione, che ha visto nel progetto l’ingresso di un nuovo competitor, complice forse qualche titolo comparso sulla stampa nazionale.

Preoccupazione che il prof. Enrico Gherlone, rappresentante per l’odontoiatria al Ministero, ha subito voluto fugare, spiegando come l’idea alla base della proposta, come hanno tenuto a sottolineare i promotori dell’iniziativa, è nata in realtà da una riflessione sulla preparazione degli odontoiatri in erba: circoscrivere la formazione sul campo alle sole prestazioni e ai soli pazienti coperti dai Lea rischia di costituire un limite per gli studenti, che non riescono a confrontarsi con tutti i casi e i tipi di pazienti che dovranno invece gestire una volta usciti dall’ambito universitario. Allargare le prestazioni può essere allora un modo per ampliare l’offerta clinica a disposizione. Con il vantaggio di avvicinare alla poltrona quei cittadini che per motivi economici hanno spesso rinunciato al dentista. L’utenza, infatti, rassicurano ancora i promotori, non coincide con quella che si reca normalmente nello studio privato. E in ogni caso le cliniche universitarie non possono in alcun modo competere per numero alla vastissima offerta rappresentata dai liberi professionisti. I numeri del servizio pubblico li ricorda Antonella Polimeni in un agenzia: “Nel nostro Paese a offrire prestazioni ci sono 146 aziende ospedaliere, 367 ambulatori Asl e 224 distretti sociosanitari”. Mentre, secondo quanto afferma Enrico Gherlone, “sono oltre 53mila i dentisti iscritti all’Ordine: di questi però solo 3500 operano nel settore pubblico o in strutture convenzionate, per un totale di circa 3 milioni di ore lavorative all’anno; gli altri lavorano negli oltre 41mila studi dentistici privati distribuiti sul territorio”.
Tra gli altri temi al centro di confronto c’è stato anche il problema della pubblicità, permessa alle strutture complesse, mentre spinosa per il libero professionista.

GdO 2011;6

Articoli correlati

Il Ministero della Salute invia una nuova circolare agli Ordini in cui ribadisce che la vaccinazione è requisito imprescindibile per svolgere l’attività professionale, mentre i dipendenti possono...


Lo rileva una indagine condotta da una associazione UK, intanto in Spagna l’Ordine denuncia una azienda per la vendita di sbiancanti con concentrazione di perossido superiore al consentito


Lo chiarisce il Ministero con una circolare evidenziando i rischi della mancata vaccinazione anti influenzale per i soggetti a rischio


Era stato istituito nel 2012 ma da tempo non più convocato. Rimane attivo il Tavolo Tecnico sull’Odontoiatria che si è occupato dell’emergenza Covid 


Mi sembra che la vicenda dell’obbligo vaccinale e delle varie interpretazioni sulla sospensione per i sanitari no-vax stia raggiungendo il nulla che da agosto ad oggi ci sta accompagnando sul green...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

La denuncia arriva dal Congresso SIdP di Rimini. Spese che si possono ridurre con una più attenta gestione della propria igiene orale e regolari visite di controllo


Magenga (SIASO): il Contratto Collettivo Nazionale Studi Professionali è estremamente chiaro, lo stipendio deve essere corrisposto anche se lo studio è chiuso


SUSO ed il Reparto di Ortognatodonzia della Dental School Lingotto di Torino hanno dedicato un ricordo alla figura di uno dei loro fondatori


Interventi per le famiglie ma anche per imprese e studi professionali con utenze a bassa tensione. Ridotti alcuni oneri di sistema e l'iva per il gas


“Chirurgia parodontale plastica e rigenerativa” di Daniele Cardaropoli raccoglie in maniera organica le conoscenze più attuali in tema di chirurgia parodontale. Domani...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 

Annunci


CERCO
OFFRO
24 Settembre 2021
Cerco odontoiatra
23 Settembre 2021
Cerco odontoiatra
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio