HOME - Cronaca
 
 
29 Febbraio 2016

Aprono a Milano i primi studi della Smart Dental Clinic, per un odontoiatria di qualità ma accessibile ed al passo con i tempi, Il network del gruppo San Donato


Il nuovo Network di studi per un odontoiatria di qualità ma accessibile anticipato dal prof. Enrico Gherlone e dal presidente del gruppo San Donato all'inaugurazione della nuova Dental Clinic San Raffaele, e poi approfondito attraverso un'intervista pubblicata da Odontoiatria33, apre i primi studi sotto il nome di Smart Dental Clinic.

L'obiettivo, come avevano anticipato sia il Presidente dott. Paolo Rotelli che il prof Enrico Gherlone è quello "di sperimentare un novo modello di assistenza odontoiatrica che possa offrire prestazioni di qualità allargandole anche a quei pazienti che per motivi anche economici fino ad ora si recavano difficilmente dall'odontoiatra.

I cittadini, rivolgendosi alla Smart Dental Clinic potranno ottenere prestazioni in regime di SSR e per i pazienti extra Lea a tariffe calmierate in linea con il tariffario indicativo medio ANDI.

"Non è un Network low-cost", aveva spiegato il prof. Enrico Gherlone nell'intervista ad Odontoiatria33. "L'obiettivo è quello di offrire prestazioni di qualità a chi rientra nell'assistenza pubblica e a quelle persone che non sono contemplate dai LEA ma attualmente hanno difficoltà a recarsi da un dentista privato". La mission sarà "giusta qualità al giusto costo" obiettivo che sembra logico ma che talvolta solo una organizzazione di larga scala riesce a perseguire.

Questo è nel DNA del gruppo e coincide perfettamente con la tutela della salute pubblica che chiede un aumento nel numero di prestazioni senza scendere sotto certi livelli di qualità.

Proprio per questo al Ministero della salute nel 2009 il prof Gherlone ideò il progetto "raccomandazioni cliniche" attualmente in revisione, sempre sotto il suo coordinamento, aventi lo scopo di tutelare questa qualità.

"Quanto attivato dal Gruppo San Donato combatterà il low-cost" continua Gherlone. "Le nostre cliniche saranno poi aperte a tutti quei liberi professionisti che vogliono lavorare in strutture all'avanguardia dal punto di vista delle dotazioni tecnologiche applicate alla clinica, che cercano un conforto e confronto con colleghi di livello. Colleghi, ovviamente, adeguatamente retribuiti e non vessati come capita spesso in altre strutture. Il modello che stiamo cercando di organizzare non deve essere visto come un pericolo per la libera professione ma come incentivo. Basta ricordare che attualmente il 60% dei cittadini non si reca dall'odontoiatra o si rivolge verso pericolose cure all'estero. Sarà un nuovo modello di assistenza verso persone socialmente deboli, e di opportunità per la libera professione".

Per ora la Smart Dental Clinic si comporrà di 15 cliniche, parte delle quali convenzionate con il SSR, di cui nove ubicate a Milano e Monza. Fuori da questo modello organizzativo Smart Clinic il San Raffaele nella sua sede centrale che rimane nella sua collocazione di centro di eccellenza per pazienti in solvenza diretta dove vengono eseguite prestazioni anche sofisticate e di secondo livello e centro di formazione dell'Università Vita e Salute. Per i suoi corsi di laurea odontoiatrici e post graduate.

Articoli correlati

Lo scopo principale di una lampada è la fotopolimerizzazione dei materiali da restauro. Ma alcune lampade possono fare molto di più


In uno studio italiano, pubblicato sul Journal of Oral Rehabilitation, gli autori hanno valutato, mediante la strategia di valutazione ecologica momentanea (EMA), tramite smartphone, la frequenza...

di Lara Figini


Il concorso sottolinea l'impegno di Dentsply Sirona per il progresso delle donne in odontoiatria mostrando e onorando i loro nuovi concetti di trattamento e le loro idee per il...


Smart Box consente l’inserimento passivo dell’attacco anche in caso di elevati disparallelismi


La sistematica CAD/CAM è stata introdotta in odontoiatria quarant’anni fa e ha guadagnato popolarità grazie ai progressi dei materiali da restauro, con caratteristiche quali:...

di Simona Chirico


Altri Articoli

Stimata ed apprezzata, fino all’ultimo ha lavorato per il bene della professione con tenacia, impegno ed entusiasmo. Molti i messaggi di ricordo delle sue colleghe e dei dirigenti delle...


Agorà del Lunedì     06 Dicembre 2021

Le basi della patologia

Quali sono le cause delle affezioni della polpa dentale e quali le contromisure da adottare? Di questo parla il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il dott. Di Fabio ci ricorda che l’esonero è temporaneo fino a quando non si riunirà la Stato-Regioni stabilendo le modalità di registrazione


Oltre a quelli italiani ne hanno parlato il New York Times, Al Jazeera, siti spagnoli e degli altri Paesi europei. Sileri: sarebbe una macchietta se non fosse un odontoiatra


Secondo uno studio pubblicato su Jama Network Open, potrebbero contribuire a migliorare la comunicazione con pazienti con problemi di udito ma non solo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi