HOME - Cronaca
 
 
14 Marzo 2016

 Da Pro.O.F ed ANDI "Le tabelle di valutazione del danno odontostomatologico"


Nell'ambito del convegno, organizzato da ANDI nazionale, svoltosi a Bergamo lo scorso fine settimana dal titolo "L'Odontologia Forense: da progetto a realtà" sono state presentate le "Tabelle di valutazione del danno odontostomatologico".

Il testo nasce dalla collaborazione del "Progetto Odontologia Forense" società scientifica con sede presso l'Istituto di Medicina Legale di Firenze, e ANDI.

"Il fine di questo lavoro -spiega il Segretario Nazionale ANDI Nicola Esposito (nella foto)- è quello di proporre un modello di ragionamento comune e condiviso (tra l'odontologia forense e l'odontoiatria clinica e assicurativa) nella valutazione del danno alla persona attraverso uno strumento di lavoro agile e di comodo impiego e consultazione".

Il testo non è rivolto esclusivamente ai "cultori della materia" ma si rivolge a tutti gli odontoiatri e contiene linee guida per l'accertamento di ogni tipo di lesione o menomazione in campo stomatologico, dall'ambito osseo e/o strettamente dentario, a quello dell'estetica infine alle lesioni nervose o al danno psichico.

Tabelle che ha spiegato la prof.ssa Vilma Pinchi presentandole alla platea, si muovono su si muove su presupposti nuovi e diversi rispetto a quanto prodotto in passato, "non avrebbe avuto nessun senso riproporre o aggiornare quanto proposto in passato o già presente", ha spiegato.

L'intento principale è quello di fornire raccomandazioni e standard di minima per l'accertamento del danno odontostomatologico oggetto di valutazione.

"Il lavoro -spiegano il prof Gian Aristide Norelli, presidente Pro.O.F., ed il presidente ANDI Gianfranco Prada- rappresenta una analisi promossa all'interno dell'ambito clinico rappresentato da personalità degli specifici settori dell'odontoiatria, vissuto nella pratica quotidianità degli odontoiatri, rappresentati da quella rilevante Associazione che è l'ANDI ed infine filtrato dalle peculiarità odontologico-forensi secondo il progetto scientifico che il Pro.O.F. porta avanti da oltre un decennio ed assicurative, che ancora l'ANDI nel settore odontoiatrico, ma tutte le Compagnie nei differenti ambiti della responsabilità professionale, quotidianamente interpretano nella duplice tutela dei diritti del Cittadino e degli interessi, non certo di pregio marginale, del Professionista".

"Si è inteso -continua il dott. Esposito- proporre uno specifico bareme di valutazione del danno odontostomatologico indirizzato a dare una sistematizzazione non tanto ai valori percentualistici delle singole menomazioni, quanto e soprattutto alle voci contenute in tabella, posto che alcune specifiche tipologie di danno, in passato di inconsueto riscontro, sono divenute di più frequente riproposizione nella pratica odontologico-forense al mutare delle tipologie di trattamento medico-odontoiatrico e del danno ad esse conseguente".

A questo link è possibile scaricare il volume

Articoli correlati

Gestire bene i pagamenti della clientela e investire per accrescere le attività dello studio. Sono buone pratiche quotidiane per qualsiasi odontoiatra italiano ma che, purtroppo, oggi...


La costruzione, la gestione e il mantenimento di un buon rapporto con il paziente resta, al pari del valido risultato tecnico, la migliore forma di prevenzione del contenzioso in...


Il Centro Interdipartimentale di Ricerca per lo Studio delle Malattie Parodontali e Peri-implantari dell'Università di Ferrara (direttore: prof. L. Trombelli) e il Dipartimento di...


Da anni il Censis elabora una classifica delle Università italiane suddivise secondo le 14 aree disciplinari indicate dal CUN (Consiglio Universitario Nazionale) all'interno delle quali vanno...


Altri Articoli

L’On. Nevi presenta un emendamento alla Legge Milleproroghe che punta ad abrogare l’obbligo del pagamento con mezzi tracciati per le prestazioni sanitarie rese dai privati, ecco il testo  


Fiorile, una norma che crea disagi ad anziani e famiglie e va nella direzione opposta chiesta da AIO


Per la presidente siciliana è il quarto andato consecutivo. “Lavoreremo all’insega della continuità consolidando la nostra identità volta a promuovere l’aggiornamento su tutto il territorio...


Una presidenza all’insegna della continuità promuovendo la formazione per gli odontoiatri ma anche l’informazione verso ai pazienti. Il neo presidente svela i progetti 


Un passo importante nella forte espansione dell'attività in segmenti strategici del mercato odontoiatrico


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni