HOME - Cronaca
 
 
21 Marzo 2016

Digital Dental Academy successo anche per l'edizione 2016. Il digitale messo a confronto dall'odontoiatria internazionale


Nella tradizionale sede di Parma si è svolto questo fine settimana il 3° Meeting Internazionale sull'Odontoiatria Digitale promosso dalla Digital Dental Academy. Come sottolineato nella fase di presentazione dal Presidente, dott.Roberto Spreafico, il cammino da fare in questo ambito è ancora molto lungo ma le prospettive che queste sistematiche propongono sono sempre più interessanti.

Non esiste oggi una soluzione digitale definitiva per tutte le situazioni cliniche, ma le opportunità che esse offrono sono sensazionali.

Su questa linea si sono misurati i vari relatori che hanno illustrato un Meeting di respiro internazionale, avendo esso nel "panel" relatori delle più prestigiose università europee.

Il percorso culturale nei due giorni di venerdi e sabato si è snodato attraverso interventi di grandissimo interesse clinico, non senza trascurare le implicazioni filosofiche ben tratteggiate dalla "lectio magistralis" tenuta dal prof. Sandro Palla dell'Università di Zurigo.

Il convegno ha avuto numerosi interventi che si occupavano di comparare analogico e digitale; tre fuoriclasse dell'analogico quali i dott.ri Mauro Fradeani, Leonardo Bacherini e Mario Semenza hanno deliziato il pubblico tra inizio e fine congresso mostrando quanto di meglio si potesse ottenere con le tecniche analogiche attuali in ambito protesico.

Il prof. Carlo Monaco, dell'Università di Bologna, ha delineato con precisione le attuali conoscenze in tema di scanner intraorali e di impieghi digitali in protesi fissa.

La dott.ssa Francesca Cattoni, dell'Univerisità S Raffaele di Milano, ha posto in luce le possibili sinergie tra tecniche digitali e laser nel rimodellamento dei tessuti molli intraorali.

Un tema di grandissimo rilievo - ovvero le grandi riabilitazioni su impianti osteointegrati - è stato affrontato nel versante medico chirurgico dal dott. Massimo Buda e, per quanto attiene l'odontotecnica, dal sig. Franco Schipani.

Nel contesto del digitale non poteva mancare il contributo riguardante la fotografia intraorale che assume oggi valenze non immaginabili sino a poco tempo fa; su questo tema il dott. Massimo Nuvina, socio fondatore della DDA, ha intrattenuto il pubblico. Dalla semplice documentazione del caso sino alla pre-visualizzazione attraverso "software" di analisi morfologica, tutti gli argomenti riguardanti la fotografia sono stati, per rubare un termine al settore, "messi a fuoco" con grande precisione.

Il tocco di internazionalità è stato garantito da due relatori di fama mondiale, il prof. Ivo Kreijci e il prof. Jan Frederich Gueth, rispettivamente dell'Università di Ginevra e di Monaco di Baviera.

Entrambi, con registri diversi, hanno espresso le loro esperienze sul digitale in odontoiatria ove entrambi vantano un'esperienza di scuola più che ventennale. Alla fine un contributo denso di significati culturalmente elevati e di riscontri scientifici di alto livello che autorizzano oggi a pensare che il passaggio verso il digitale sia ormai quasi una certezza.


Come da tradizione le "Digital Tables", relazioni per piccoli gruppi su temi specifici, avevano animato la vigilia.

Il dott. Cesare Robello e il sig. Massimiliano Pisa avevano scelto di fare una dimostrazione in diretta di un caso di manufatto protesico su impianto singolo, dalla progettazione alle realizzazione, il dott. Angelo Sonaglia ha, attraverso filmati 3D, mostrato l'esecuzione di perni endocanalari personalizzati attraverso metodiche CADCAM, il dott. Massimo Gagliani ha parlato dei nuovi motori per endodonzia, mentre i dott.ri Massimo Buda e Massimo Nuvina hanno svolto con dovizia di particolari quanto avrebbero sviluppato durante le sessioni del Convegno.

In un clima amichevole e disteso, con la soddisfazione dei numerosi sponsor che hanno deciso di sostenere questo Convegno, i lavori si sono chiusi alle 17 di sabato pomeriggio.

Alcuni momenti dell'evento:

  • La sala gremita durante la manifestazione

  • Le congratulazione del Dr Franco Brenna con i Dr Fradeani e Bacherini

  • Il Dr Carlo Monaco

  • La Dssa Francesca Cattoni presentata dal Dr Franco Brenna

  • Il Dr Massimo Buda

  • Il Prof Sandro Palla

  • Il Dr Giancarlo Pescarmona, fondatore di AIC,

  • IL Prof Ivo Krejici

  • Il Sig Carlo Schipani

  • Prof Jan Frederich Gueth

  • Dr Mario Semenza

  • IL Prof Sandro Palla con i fondatori di DDA

Articoli correlati

DentalPro, il Gruppo odontoiatrico privato italiano con oltre 150 centri in Italia e 850 odontoiatri professionisti iscritti all’Albo, punta su innovazione e tecnologia...


Walter Devoto (nella foto), professionista di livello internazionale nell'ambito dell'estetica e della restaurativa, da qualche anno ha intrapreso, assieme al prof. Angelo Putignano, una nuova...


Saranno le Langhe ed in particolare Pollenzo (Cn), ad ospitare (il 23 e 24 marzo 2018) l'edizione numero 5 del Congresso Internazionale sull'odontoiatria digitale organizzato dalla Digital Dental...


Sarà lo Starhotels du Parc di Parma ad ospitare il primo congresso della Digital Dental Academy (DDA) in programma il 28 e 29 marzo 2014.Digital Dental Academy (DDA) è un sistema...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi